-1°

14°

Salute-Fitness

Sla, anche Parma in prima linea nelle nuove cure

Sla, anche Parma in prima linea nelle nuove cure
0

Caterina Zanirato


Anche Parma è schierata a favore della ricerca sulla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica.
 Alcuni medici parmigiani, infatti, partecipano allo studio che vede capofila la clinica Molinette di Torino (che proprio due giorni fa ha identificato il gene Sunc1, responsabile di questa rara malattia) sull’efficacia dell’utilizzo della molecola di carbolitio per rallentare il decorso della patologia.
I ricercatori
Sono Vladimiro Pietrini, ricercatore del dipartimento di neuroscienze dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma, Marina Aiello e Alfredo Chetta, pneumologi dell’Azienda ospedaliera universitaria e Enrico Montanari, primario di neurologia dell’Ospedale di Fidenza, e le loro équipe, già responsabili del percorso polispecialistico interaziendale per la cura della Sla.
Si allunga la speranza di vita
«Pare che utilizzando il litio si allunghino le speranze di vita dei pazienti – spiega Pietrini – e soprattutto migliori la qualità della loro vita. Ovviamente è presto per parlarne: siamo ancora in fase di studio».
Insieme ad Armando Chiò, il medico che ha isolato il gene Sunc1, e altri centri italiani per la cura della Sla, anche a Parma si cercherà di capire la valenza del litio, somministrando la cura ai pazienti che lo vorranno per 15 mesi: «Faremo dei controlli cadenzati ogni 3, 6, 9, 12 mesi – commenta Aiello – monitorando costantemente i parametri neurologici e respiratori».
Un percorso sperimentale
Un percorso sperimentale, ma che ha già dato qualche frutto. «Sulla Sla siamo molto indietro – spiega Pietrini – Anche il Sunc 1 è un gene che esiste nella popolazione normale: ora rimane da capire quale sia la sua associazione con la malattia, che proteine produce. E’ tutto da dimostrare. Finora esistono solo due cure. Una è a base di riluzolo, che riduce l’effetto tossico di un neurotrasmettitore (glutammato) sui neuroni e che allunga la vita ai pazienti. E un’altra è quella con il litio, che ora verificheremo».
Intanto continuano gli ottimi risultati - compatibilmente con il fatto che non esiste ancora una cura che guarisca dalla Sla - ottenuti dall’ambulatorio specifico per seguire i malati al Maggiore, nato nel 1998, e dal percorso polispecialistico interaziendale, per garantire assistenza sia dentro che fuori dall’ospedale, creato nel 2007.
Primo step: la diagnosi
I pazienti, dopo la diagnosi effettuata dal neurologo, vengono infatti seguiti da un pneumologo, un fisiatra, un logopedista, un dietista, un odontoiatra, uno psicologo, un assistente sociale, infermieri specializzati: «La diagnosi della malattia è solo il primo step – continua Pietrini – poi per il malato si apre un iter lunghissimo, costellato di vari problemi che vanno affrontati giorno per giorno.
Alleviare i dolori quotidiani
«E noi specialisti, sia dell’Azienda ospedaliera che dell’Ausl, ci mettiamo al suo servizio, per cercare almeno di alleviare o risolvere i dolori quotidiani. Purtroppo siamo davanti a una terribile malattia che per il momento non contempla la guarigione, ma solo un possibile rallentamento».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia