-5°

SALUTE

La crisi morde: aumentano suicidi e depressione

Boom dei farmaci contro i disturbi psicologici. Meno soldi per le cure mediche e per il cibo

Crisi: aumentano depressione e suicidi

Crisi: aumentano depressione e suicidi

5

 

Monica Tiezzi

Con la crisi, è risaputo, non peggiora solo il conto in banca, ma anche la salute. Non solo perchè si tagliano le spese alimentari (crescono i casi di malnutrizione, soprattutto fra i bambini) e mediche (principalmente per denti, occhi e protesi: dall'inizio della crisi, nove milioni di italiani ci hanno rinunciato). Non solo perchè cresce il disagio abitativo, e si vive in luoghi meno sani. Ma soprattutto perchè la crisi porta precarietà e ansia, enfatizzando le fragilità e creando disagi psicologici. 

«Lo tocchiamo con mano tutti i giorni nei nostri ambulatori. Una fascia crescente di pazienti si sente abbandonata e non più parte della comunità, e aumentano l'esasperazione e il risentimento per tutto ciò che è istituzione» dice Giuseppina Ciotti, direttrice del Distretto di Parma dell'Ausl, all'incontro su «Crisi, identità e cambiamento» alla Casa della salute Parma centro, che ha cercato di fare il punto sulle risposte (fra intervento medico e sociale) che i servizi sanitari si trovano a dare. 

Il dato più allarmante di questa situazione è quello dei suicidi.........................Articolo completo e altre notizie nalla pagina Salute e Benessere sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    15 Dicembre @ 03.47

    Figliuoli, non bestemmiate, non siate blasfemi, rileggetevi gli articoli 1 e 3 della nostra sacra ed inviolabile Costituzione, riflettete, vergognate vi ed accontentatevi! I nostri parlamentari, i nostri amministratori, in Comune, in Provincia, in Regione, non fanno che pensare a noi, ingrati criticoni, che continuiamo a pretendere, senza nulla dare! franco Bifani

    Rispondi

  • Betti

    14 Dicembre @ 23.36

    ma in che paese viviamo? come è possibile che uno stato non si preoccupi dei suoi cittatidini? Neanche nel vituperato ventennio le persone erano lasciate allo sbando in questo modo. Qualcuno ci aiuti

    Rispondi

  • Francesco

    14 Dicembre @ 23.18

    I politici potevano facilmente evitare la sofferenza per disoccupazione ed indigenza a milioni di italiani e la chiusura di aziende produttive e di servizi pubblici essenziali, se avessero dedicato qualche ora di tempo a scrivere i regolamenti attuativi per rendere operante una legge favorevole alla nostra economia ed a tutti noi. Ancora una volta siamo stati palesemente traditi ed i nostri interessi sono stati calpestati dalla più spregevole classe politica che il nostro Paese abbia mai avuto, che mira in tutti i modi e spudoratamente a danneggiarci favorendo invece le banche e la finanza proprietaria della banca privata BCE. Dopo tre anni, e cioè dal 2008, grazie alla legge 262 del 28-dicembre 2005, le quote della Banca d' Italia sarebbero state pubbliche, cioè di tutti noi, con grande sollievo per le casse dello Stato e della nostra economia che avrebbe incassato il signoraggio che oggi entra nelle casse delle banche private. LA LEGGE 262 APPROVATA NEL 2005, STABILIVA CHE ENTRO 3 ANNI LE QUOTE DELLA BANCA D' ITALIA DOVEVANO ESSERE DI PROPRIETA' PUBBLICA. Nella Legge della tutela del risparmio e dei mercati finanziari con N. 262 DEL 28 DICEMBRE 2005, ALL' ARTICOLO 19, PUNTO 10 SI LEGGE: " Con regolamento da adottare ai sensi dell' articolo 17 della legge 223 agosto 1988 n.400 è ridefinito l'assetto proprietario della BANCA D' ITALIA e sono disciplinate le modalità di trasferimento, entro 3 anni dalla data di entrata in vigore della seguente legge, delle quote di partecipazione al capitale della BANCA D' ITALIA in possesso di soggetti diversi dallo Stato o da Enti pubblici". I POLITICI, SENZA CHE GLI ITALIANI NE SIANO INFORMATI, SI RIFIUTANO ANCORA OGGI INTENZIONALMENTE DI SCRIVERE I REGOLAMENTI ATTUATIVI DELLA LEGGE 262. DICONO DI NON AVERE TEMPO, MA, DI FATTO, FAVORISCONO LE BANCHE PRIVATE AMICHE, QUELLE CHE RICEVONO DALLA BCE AL TASSO DELLO 0,50% CENTINAIA DI MILIARDI E POI COMPRANO I NOSTRI TITOLI DI STATO AL TASSO DEL 3-6%, LUCRANDO GLI INTERESSI CHE GONFIANO QUEL DEBITO PUBBLICO CHE SIAMO CHIAMATI NOI A PAGARE

    Rispondi

  • Francesco

    14 Dicembre @ 23.16

    I Custodi della nostra Costituzione debbono recuperare le nostre sovranita' cedute senza che nessun Governo le abbia proposte e nessun Parlamento le abbia discusse, elaborate ed approvate. Il nostro destino di cittadini abitanti del Paese, patria del diritto,non puo' essere messo nelle mani di soggetti non limpidi, non responsabili come banche multinazionali note per la loro rapacita' ed esperte in collocazioni di hedge funds, shadow banks, titoli tossici supportate dal gioco di sponda di contigue ed autoreferenti agenzie di rating. Di fronte alla sofferenza che ho constatato incontrando i disoccupati abitanti delle periferie torinesi, confido nell' intervento della Corte Costituzionale sui patti con l' Europa dominata dalle scelte delle banca privata BCE che sovrastano le scelte dei governi nazionali come avvenuto nell' imposizione del MES contro cui i e' intervenuta la Bundesverfassungsgericht tedesca.

    Rispondi

  • Giorgio

    14 Dicembre @ 18.13

    Più che la "crisi",ciò che preoccupa è la mancanza di valori morali e la convinzione che debbano essere gli altri a risolvere i nostri problemi. Quando la preoccupazione non era arrivare alla fine del mese, ma cosa mangiare la sera,nessuno si dava fuoco, e non si parlava di crisi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

12commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

MODENA

Donna di 53 anni trovata mummificata in casa a Modena

si scava ancora

Rigopiano: si cercano tracce dei cellulari, è corsa contro il tempo

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto