-2°

SALUTE

La crisi morde: aumentano suicidi e depressione

Boom dei farmaci contro i disturbi psicologici. Meno soldi per le cure mediche e per il cibo

Crisi: aumentano depressione e suicidi

Crisi: aumentano depressione e suicidi

5

 

Monica Tiezzi

Con la crisi, è risaputo, non peggiora solo il conto in banca, ma anche la salute. Non solo perchè si tagliano le spese alimentari (crescono i casi di malnutrizione, soprattutto fra i bambini) e mediche (principalmente per denti, occhi e protesi: dall'inizio della crisi, nove milioni di italiani ci hanno rinunciato). Non solo perchè cresce il disagio abitativo, e si vive in luoghi meno sani. Ma soprattutto perchè la crisi porta precarietà e ansia, enfatizzando le fragilità e creando disagi psicologici. 

«Lo tocchiamo con mano tutti i giorni nei nostri ambulatori. Una fascia crescente di pazienti si sente abbandonata e non più parte della comunità, e aumentano l'esasperazione e il risentimento per tutto ciò che è istituzione» dice Giuseppina Ciotti, direttrice del Distretto di Parma dell'Ausl, all'incontro su «Crisi, identità e cambiamento» alla Casa della salute Parma centro, che ha cercato di fare il punto sulle risposte (fra intervento medico e sociale) che i servizi sanitari si trovano a dare. 

Il dato più allarmante di questa situazione è quello dei suicidi.........................Articolo completo e altre notizie nalla pagina Salute e Benessere sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    15 Dicembre @ 03.47

    Figliuoli, non bestemmiate, non siate blasfemi, rileggetevi gli articoli 1 e 3 della nostra sacra ed inviolabile Costituzione, riflettete, vergognate vi ed accontentatevi! I nostri parlamentari, i nostri amministratori, in Comune, in Provincia, in Regione, non fanno che pensare a noi, ingrati criticoni, che continuiamo a pretendere, senza nulla dare! franco Bifani

    Rispondi

  • Betti

    14 Dicembre @ 23.36

    ma in che paese viviamo? come è possibile che uno stato non si preoccupi dei suoi cittatidini? Neanche nel vituperato ventennio le persone erano lasciate allo sbando in questo modo. Qualcuno ci aiuti

    Rispondi

  • Francesco

    14 Dicembre @ 23.18

    I politici potevano facilmente evitare la sofferenza per disoccupazione ed indigenza a milioni di italiani e la chiusura di aziende produttive e di servizi pubblici essenziali, se avessero dedicato qualche ora di tempo a scrivere i regolamenti attuativi per rendere operante una legge favorevole alla nostra economia ed a tutti noi. Ancora una volta siamo stati palesemente traditi ed i nostri interessi sono stati calpestati dalla più spregevole classe politica che il nostro Paese abbia mai avuto, che mira in tutti i modi e spudoratamente a danneggiarci favorendo invece le banche e la finanza proprietaria della banca privata BCE. Dopo tre anni, e cioè dal 2008, grazie alla legge 262 del 28-dicembre 2005, le quote della Banca d' Italia sarebbero state pubbliche, cioè di tutti noi, con grande sollievo per le casse dello Stato e della nostra economia che avrebbe incassato il signoraggio che oggi entra nelle casse delle banche private. LA LEGGE 262 APPROVATA NEL 2005, STABILIVA CHE ENTRO 3 ANNI LE QUOTE DELLA BANCA D' ITALIA DOVEVANO ESSERE DI PROPRIETA' PUBBLICA. Nella Legge della tutela del risparmio e dei mercati finanziari con N. 262 DEL 28 DICEMBRE 2005, ALL' ARTICOLO 19, PUNTO 10 SI LEGGE: " Con regolamento da adottare ai sensi dell' articolo 17 della legge 223 agosto 1988 n.400 è ridefinito l'assetto proprietario della BANCA D' ITALIA e sono disciplinate le modalità di trasferimento, entro 3 anni dalla data di entrata in vigore della seguente legge, delle quote di partecipazione al capitale della BANCA D' ITALIA in possesso di soggetti diversi dallo Stato o da Enti pubblici". I POLITICI, SENZA CHE GLI ITALIANI NE SIANO INFORMATI, SI RIFIUTANO ANCORA OGGI INTENZIONALMENTE DI SCRIVERE I REGOLAMENTI ATTUATIVI DELLA LEGGE 262. DICONO DI NON AVERE TEMPO, MA, DI FATTO, FAVORISCONO LE BANCHE PRIVATE AMICHE, QUELLE CHE RICEVONO DALLA BCE AL TASSO DELLO 0,50% CENTINAIA DI MILIARDI E POI COMPRANO I NOSTRI TITOLI DI STATO AL TASSO DEL 3-6%, LUCRANDO GLI INTERESSI CHE GONFIANO QUEL DEBITO PUBBLICO CHE SIAMO CHIAMATI NOI A PAGARE

    Rispondi

  • Francesco

    14 Dicembre @ 23.16

    I Custodi della nostra Costituzione debbono recuperare le nostre sovranita' cedute senza che nessun Governo le abbia proposte e nessun Parlamento le abbia discusse, elaborate ed approvate. Il nostro destino di cittadini abitanti del Paese, patria del diritto,non puo' essere messo nelle mani di soggetti non limpidi, non responsabili come banche multinazionali note per la loro rapacita' ed esperte in collocazioni di hedge funds, shadow banks, titoli tossici supportate dal gioco di sponda di contigue ed autoreferenti agenzie di rating. Di fronte alla sofferenza che ho constatato incontrando i disoccupati abitanti delle periferie torinesi, confido nell' intervento della Corte Costituzionale sui patti con l' Europa dominata dalle scelte delle banca privata BCE che sovrastano le scelte dei governi nazionali come avvenuto nell' imposizione del MES contro cui i e' intervenuta la Bundesverfassungsgericht tedesca.

    Rispondi

  • Giorgio

    14 Dicembre @ 18.13

    Più che la "crisi",ciò che preoccupa è la mancanza di valori morali e la convinzione che debbano essere gli altri a risolvere i nostri problemi. Quando la preoccupazione non era arrivare alla fine del mese, ma cosa mangiare la sera,nessuno si dava fuoco, e non si parlava di crisi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

2commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti