10°

22°

medicina

Fibrosi cistica: Parma in prima linea nella guerra alla malattia

Al Maggiore uno dei due centri regionali: 150 pazienti in cura, di cui 10 già trapiantati

Fibrosi cistica: Parma in prima linea nella guerra alla malattia
Ricevi gratis le news
0

 

In Emilia Romagna esistono due centri di primo livello per la fibrosi cistica, i cosiddetti hub, uno a Cesena, all’ospedale Bufalini dell’Azienda Usl, e uno al Maggiore di Parma.
Punto di riferimento per la diagnosi e il trattamento della malattia dal 2006, il Centro regionale per la fibrosi cistica, che al Maggiore fa parte della Clinica pediatrica diretta dal professor Sergio Bernasconi, serve le province di Reggio Emilia, Piacenza, Modena, Bologna e naturalmente Parma. La struttura è guidata da Giovanna Pisi: «La malattia è tra le più frequenti tra quelle ereditarie - spiega -: per questo motivo esistono centri hub di riferimento in ogni regione. Si tratta inoltre di una patologia polispecialistica che richiede un approccio di équipe e ricoveri frequenti perché, non potendo debellarla completamente, se ne possono solo trattare i vari aspetti. La parte finale della malattia poi, è estremamente pesante, soprattutto per i soggetti giovani».
La fibrosi cistica causa in particolare problemi nutrizionali e intestinali e difficoltà respiratorie: «Esiste uno stadio della malattia in cui i polmoni risultano ormai compromessi in modo irreversibile, per questo si valuta la possibilità d’inserimento in lista d’attesa per il trapianto polmonare. Col trapianto ovviamo all’insufficienza respiratoria, ridando una qualità della vita accettabile, ma purtroppo non è una possibilità che si può offrire a tutti i pazienti, perché non tutti arrivano in condizioni da poterlo reggere».
In alcuni casi, un peggioramento improvviso delle condizioni, porta a un’accelerazione delle procedure, per cui il primo organo compatibile che si rende disponibile può andare al malato: «Il difficile è mantenere il paziente in condizioni tali da poter affrontare l’operazione - spiega Maria Luisa Caspani, direttore Prima Anestesia e Rianimazione dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma -. Nei casi di Martina e Greta, le due ragazze trapiantate a Padova lo scorso anno, si è fatto qualcosa di veramente estremo, attaccandole all’ultimo alla macchina cuore-polmoni e facendoci aiutare dal 118 di Bologna che ha le ambulanze attrezzate per la circolazione extracorporea. Si tratta di un percorso assolutamente non usuale, che abbiamo potuto affinare a Parma sia per l’attrezzatura che abbiamo a disposizione che per la specializzazione del personale. Una cosa del genere fino a tre anni fa sarebbe stata impossibile».
In Emilia Romagna ci sono circa 450 malati di fibrosi cistica, 150 dei quali sono in cura al centro dell’ospedale Maggiore. Dieci di loro hanno già fatto il trapianto, mentre altrettanti sono attualmente in attesa. Dell’équipe che ha seguito Martina e Greta fanno parte, oltre alle dottoresse Pisi e Caspani, lo pneumologo Francesco Longo, la psicologa Eugenia Iacinti e Monica Loy, chirurgo toracico dell’Azienda ospedaliera di Padova.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso

PISCINE

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso Foto

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

PGN

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

Lealtrenotizie

Prostitute rapinate durante la notte

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

3commenti

Polemica

Scuola, mancano 779 insegnanti di sostegno

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Berceto

Lucchi: «Non pagate le spese postali per la bolletta»

oltretorrente

Pacco sospetto in via D'Azeglio: «deflagra» l'allarme bomba

Attivato il protocollo di sicurezza. Il sacco era pieno di immondizia

SERIE B

Niente alibi ma niente processi

1commento

Infarto

Compie 40 anni il palloncino «salva-vite»

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

18commenti

IL CASO

Mezzano Rondani, la stazione-rudere

INCHIESTA

Muti senatore, i sostenitori parmigiani

1commento

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

3commenti

Gazzareporter

Un lettore: "Ma proprio non c'era altro posto?"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

FOGGIA

E' morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

1commento

Economia

Ryanair: la Procura di Bergamo apre un'inchiesta Video

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Il gattino Muffin cerca una famiglia

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D