Salute

Nella "tempesta" dei pollini

Pollinosi, è un'escalation: entro il 2020 un bambino su due soffrirà di rinite allergica. Come gestire le allergie dei bambini: diagnosi, prevenzione, crisi acute, nuovi vaccini

Nella "tempesta" dei pollini

Bimba nel prato

Ricevi gratis le news
0

 

Maledetta primavera. E non solo perchè - come spiegava la canzone della Goggi - risveglia l'amore. Scatena anche una tempesta di pollini che manda ko tanti parmigiani, soprattutto bambini. Negli ultimi 30 anni le allergie ai pollini sono più che raddoppiate e se l'escalation verrà confermata, entro il 2020 un bambino su due soffrirà di rinite allergica. «La Pianura Padana, con tanto smog e poco vento, è una delle zone peggiori d'Europa» fa notare Carlo Caffarelli, responsabile del Centro di allergologia e immunologia clinica della Clinica pediatrica dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Parma.
Professor Caffarelli, cos'è la pollinosi?
Tutte le manifestazioni allergiche causate dai pollini, fra le quali rinite, congiuntivite e asma. I sintomi diventano più evidenti quando si fanno sforzi fisici e la notte.
Quali sono le piante più allergeniche?
In primavera graminacee, parietaria, betulla, nocciolo e, a causa di una moda botanica, anche l'olivo, che viene piantato in terreni dei quali non è originario. Ultimamente a queste piante allergeniche si sono aggiunte, in estate e autunno, artemisia e ambrosia.
Se un genitore è allergico, lo sarà anche il figlio?
I figli di due genitori allergici hanno l'80% di probabilità di essere allergici, se uno solo dei due genitori è allergico la probabilità è del 40%. Tuttavia l'aumento delle allergie non può essere spiegato solo dall'ereditarietà, ma da fattori ambientali, come la riduzione degli stimoli infettivi. E' il motivo per il quale i bambini cresciuti in campagna hanno meno allergie rispetto a quelli di città. Il sistema immunitario, impegnato a combattere contro i germi dell'ambiente, non si sottrae ai propri compiti e non punta la sua risposta contro sostanze innocue, come accade nell'allergico.
Come si identifica un'allergia?
Al tradizionale prick test - che però deve essere professionale ed eseguito in ambiente medico, con adeguate controprove: diffidare dei tanti test fai da te oggi in commercio - si affianca il dosaggio delle IgE specifiche, un test di secondo livello che valuta la sensibilità verso molecole allergeniche all'interno di ciascun allergene. E' importante perchè alcuni di questi componenti sono comuni a più allergeni. Le prove allergiche in un bambino possono essere fatte a qualsiasi età, anche nei primi mesi di vita, tenendo presente che il bambino crescendo può sviluppare allergia verso nuove sostanze.
L'allergia si può prevenire?
Diciamo che ci sono fattori sui quali si può intervenire per ridurre il rischio di sviluppare allergie: evitare il fumo, sia quello passivo fin dalla gravidanza che quello attivo nell'adolescenza; ridurre l'esposizione allo smog e vivere in case non umide; fare attività fisica; ridurre l'obesità; allattare il bambino al seno almeno per sei mesi. Ultimamente si sta sperimentando anche uno svezzamento che preveda l'inclusione di cibi potenzialmente allergenici, come l'uovo, fin dai primi periodi di vita, perchè questo innescherebbe un precoce meccanismo di difesa che neutralizzerebbe meglio gli allergeni.
Come si cura la pollinosi?
Nell'asma la terapia farmacologica di soccorso nell'attacco acuto comprende beta2-antagonisti per via inalatoria breve durata di azione, anticolinergici e steroidi orali. La prevenzione farmacologica va eseguita a inizio primavera, quindi questo è il momento giusto: si somministrano antistaminici e cromoni, che però hanno solo la funzione di minimizzare i sintomi, come prurito e raffreddore. La prevenzione con vaccini desensibilizzanti invece agisce sulle cause della pollinosi, quindi modifica la risposta immunologica, dà risultati duraturi ed è importante soprattutto per i soggetti asmatici, nei quali ha dato buoni risultati. Il vaccino consiste nella somministrazione di dosi crescenti di allergene per tre anni consecutivi per raggiungere la protezione verso i sintomi allergici. E' opportuno farlo da piccoli, perchè la polisensibilizzazione aumenta con l'età. I vaccini sono tradizionalmente somministrati per iniezione sottocutanea. In alternativa, soprattutto nel bambino piccolo, si può ricorrere alla somministrazione sublinguale, introdotta da circa 15 anni, per ridurre gli inconvenienti legati ai possibili effetti collaterali e ai disagi delle iniezioni. Non si sono evidenziate differenze di efficacia tra la via iniettiva e quella sublinguale.
Un bambino allergico ai pollini può mangiare qualsiasi alimento?
Sì, vanno evitati solo gli alimenti verso cui si hanno reazioni allergiche. I bambini con pollinosi è più frequente che diventino allergici a frutta o verdura, nelle quali sono presenti alcune molecole allergeniche presenti anche nei pollini. Di solito la reazione si limita alla comparsa di gonfiore in bocca e prurito, ma a volte i sintomi possono essere sistemici.
Un bambino asmatico può fare sport?
L'asma da esercizio fisico interessa il 70-80% dei bambini asmatici che non seguono un trattamento antinfiammatorio di fondo. Sono difficoltà che possono isolare il bambino dai coetanei. Per questo è importante un'adeguata protezione farmacologica che consenta lo sport e l'attività fisica in generale, che non vanno sospesi ma incoraggiati perchè migliorano il controllo dei sintomi dell'allergia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS