20°

36°

Salute

Maxi emergenze: l'Emilia Romagna regione virtuosa

Entro la fine dell'anno sarà ufficializzato il "piano catastrofi" dell'ospedale Maggiore

Maxi emergenze: l'Emilia Romagna regione virtuosa

Pierantonio Muzzetto, Almerico Novarini, Leonida Grisendi e Gianfranco Cervellin

Ricevi gratis le news
0

 

L'ospedale Maggiore è il più grosso trauma center dell'Emilia-Romagna: nel 2012 il pronto soccorso ha trattato 1.500 traumi gravi (su 35 mila traumi e 90 mila accessi totali), più di Bologna (1.200) e Cesena (1.000), le altre due strutture di riferimento in regione. Forte di questi numeri, il direttore del pronto soccorso e medicina d'urgenza del Maggiore, Gianfranco Cervellin, ha presentato ieri mattina il convegno sulle maxi-emergenze sanitarie che ha visto relatori internazionali e una platea di specialisti da tutta Italia.
Sul palco della sala congressi dell'ospedale si sono alternati specialisti dei Paesi all'avanguardia nel trattamento delle emergenze di massa (terremoti, incidenti ferroviari e aerei, ma anche attentati terroristici): Israele e Gran Bretagna. Gila Hyams e Yoram Kluger del Trauma Center di Haifa hanno affrontato i temi dell'addestramento degli infermieri e delle ferite da esplosione, la belga Sonia Peyrassol, referente europea per «Medici senza frontiere», ha parlato dell'esperienza dei medici in prima linea; Kevin Mackway-Jones dell’ospedale di Manchester di grandi incidenti.
L'Italia, dopo gli anni di piombo - e la strage di Bologna del 1980 fu un caso, spiega Fausto Catena, direttore della Chirurgia d'urgenza del Maggiore, che mise a nudo un insufficiente coordinamento delle strutture sanitarie territoriali - ha vissuto un periodo di relativa pace sociale che ha fatto concentrare l'attenzione sulle emergenze legate ad un territorio particolarmente fragile e a rischio idro-geologico. L'11 settembre è stato un brusco risveglio per tutto l'Occidente, e ha fatto capire che è importante preparare piani anche in caso di attacchi terroristici di massa.
Oggi - in mancanza di una legge nazionale che detti linee-guida - la gestione delle catastrofi è delegata ai piani elaborati dalle singole aziende sanitarie e ospedaliere, in base alle proprie risorse e specificità. Emilia Romagna e Lombardia sono le regioni che finora si sono mosse di più e meglio. L'Azienda ospedaliero-universitaria di Parma ha elaborato un piano che dovrebbe essere formalizzato entro l'anno. «Pronto soccorso, chirurgia d'urgenza e rianimazione sono i tre reparti più interessati, ma è prevista la mobilitazione di tutto l'ospedale, inclusi i reparti internistici, che in caso di emergenza sono chiamati a liberare posti letto», spiega Catena.
Essenziale al funzionamento dei piani di emergenza è però il coordinamento sia a livello regionale che fra territori limitrofi: «La moderna gestione delle emergenze di massa prevede che i feriti non siano indirizzati agli ospedali più vicini, ma a quelli più attrezzati per il loro trauma. Occorre un coordinamento regionale ed interregionale di eliambulanze e di gestione delle catastrofi», continua Catena.
Insomma, tanto c'è ancora da fare, ma tanto è già stato fatto. E' stato un esempio il terremoto 2012 nel Modenese. Ne ha parlato diffusamente Carlo Serantoni, dirigente del 118 di Modena: «Un'esperienza dalla quale abbiamo imparato molto: sui punti di forza e sulle criticità».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti