10°

22°

OSPEDALE

Pietro Cortellini, una vita all'urologia del Maggiore

Nel reparto da 41 anni, primario da 16: «Lascio un team all'avanguardia»

Pietro Cortellini, una vita all'urologia  del Maggiore
Ricevi gratis le news
0

Dopo 41 anni di carriera, coronata nel 1998 dalla nomina a primario, Pietro Cortellini, 67 anni, dirigente del reparto di urologia dell'ospedale Maggiore, va in pensione.
Originario di Cremona, ma laureatosi a Parma, Cortellini ha iniziato a frequentare il reparto da studente di medicina nel 1967, un anno dopo la nascita di urologia sotto la direzione di Eugenio Bezzi. Dopo la laurea nel 1973 e la specializzazione, Cortellini si trasferisce per tre anni all'ospedale di San Secondo dove lavora sotto la guida di Giacomo Macaluso. Torna quindi al Maggiore, che non lascerà più. Quarant'anni in corsia, testimone di un cambiamento epocale nell'urologia e nella sanità pubblica. Sempre presente, per i pazienti e i colleghi. Che oggi (anche se lui preferisce non dirlo) ricordano che il primario lascia l'azienda con mesi di ferie non godute.
«Mi fa sorridere che alcuni pensino che una volta si curassero meglio i pazienti. In realtà oggi le risposte, grazie anche alle tecniche miniivasive che hanno reso le cicatrici deturpanti un ricordo, sono molto più veloci e pertinenti, le sofferenze minori e la qualità alberghiera dei ricoveri più alta - spiega Cortellini - Anche grazie al prericovero e al day hospital si resta meno in ospedale e la ripresa dopo gli interventi è più rapida. Questo ha portato ad un turnover molto più elevato dei ricoveri, per cui con meno letti si riesce a gestire un numero maggiore di pazienti».
Cortellini fa alcuni esempi: un intervento per ipertrofia prostatica, uno dei più eseguiti, è passato da un ricovero di circa 20 giorni ad uno di cinque giorni. Ancora: «Negli interventi di prostata benigna la proporzione della tradizionale tecnica chirurgica rispetto alla più moderna resezione endoscopica, che negli anni 80 era di 99/1, ora è l’opposto: oggi la procedura chirurgica a cielo aperto è raramente applicata e solo in prostate molto voluminose».
Lo stesso, fa notare Cortellini, per la calcolosi, con l'uso di presidi miniaturizzati e degenze di uno o due giorni. «Anche la tecnica extracorporea, impensabile negli anni 70, prevede per i calcoli reno-ureterali soluzioni ambulatoriali», dice il medico.
Fra i vanti del primario, «l'aver riportato a Parma una branca prima non trattata come la chirurgia dell'uretra e aver iniziato gli interventi per i cambiamenti di sesso: ne abbiamo eseguiti otto negli ultimi sette anni». Sono aumentati anche, continua Cortellini, «gli interventi di uroginecologia e di urologia funzionale. A ciò si deve aggiungere l’aumento della vita media con il conseguente incremento delle patologie degenerative e neoplastiche. Mentre gli stranieri rappresentano oggi una percentuale superiore al 30% del pazienti».
Oggi l'urologia, all'ottavo piano dell'ala ovest del monoblocco, ha 28 posti letto e un organico di 11 medici e 18 infermieri. Effettua dai 1600 ai 1800 interventi all’anno.
«Lascio un reparto che considero con orgoglio all'avanguardia - dice Cortellini, che per salutare colleghi e amici ha anche scritto il libro “La mia urologia”, ricco di foto del personale che negli anni si è succeduto nel reparto - Ringrazio tutti. Ognuno è stato parte di una squadra che ha sempre profuso impegno nell’impagabile compito di essere stato d’aiuto a tante persone in difficoltà». Un auspicio per il futuro del reparto e dell'ospedale di Parma? «Che il personale sia valutato in modo meritocratico e che i vertici aziendali considerino e premino la professionalità dei singoli. La sanità non è un conto da far tornare, è un servizio e un valore, e a che a fare con persone e con la loro sofferenza, non con i numeri».
Ancora niente di ufficiale sul futuro del reparto, anche se pare probabile che la guida sarà affidata in via temporanea ad Umberto Maestroni, in attesa che l'azienda indica il concorso per il nuovo dirigente. Fra i probabili candidati si fa il nome di Antonio Frattini, direttore dell'urologia dell'ospedale di Guastalla, formatosi a Parma. m.t.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze in passerella a Pilastro

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Si fingono tecnici Iren e svuotano una cassaforte a Monticelli

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

4commenti

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

Smog

Stop ai diesel euro 4 fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

25commenti

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

1commento

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

novellara

Si fingeva "sexy girl" su Facebook per raggirare gli uomini: denunciato

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

SPORT

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

SOCIETA'

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto