18°

32°

Salute-Fitness

Nuova influenza - I pediatri: bimbi più a rischio? Vale anche per i virus stagionali

Nuova influenza - I pediatri: bimbi più a rischio? Vale anche per i virus stagionali
Ricevi gratis le news
0

Bambini contagiati dall'influenza A quattordici volte più degli anziani: lo dice uno studio dei Centri per il controllo delle malattie. E il Cdc di Atlanta non smentisce: è quanto raccolto ieri dal «Corriere della sera».
Per cui, secondo l'Usa le persone più a rischio sarebbero i piccoli fino a 14 anni e i piccolissimi, al di sotto dei 4 anni. Anzi, sarebbero proprio questi ultimi ad aver registrato il maggior numero di ricoveri. Ma sarà proprio così? «I bambini sono gli iniziatori di qualsiasi epidemia - risponde il pediatra Angelo Cantarelli -.

 E il motivo è semplice: tutto nasce dalle loro aggregazioni. In pratica, i bambini si ammalano di più perchè fanno più vita comunitaria. Se teniamo presente che i bimbi al giorno d’oggi  iniziano la vita sociale ai Nidi anche a 9-10 mesi di vita, si capisce effettivamente come possano essere già disponibili ad ammalarsi di qualsiasi malattia, compresa  un’eventuale influenza da virus H1N1; credo, però,  che i bimbi ed i ragazzi non possano avere complicazioni più numerose e più serie di altre classi di età, come per esempio la terza età avanzata, che io considero, per la presenza  frequente di altre malattie di base come cardiopatie, malattie polmonari croniche, diabete e malattie tumorali, la più esposta ad eventuali complicazioni anche gravi.

 Reputo che, il maggior numero di ricoveri in età pediatrica possa essere stata causata, almeno nella prima parte dell’epidemia, e anche negli Usa, dal ragionevole timore del medico di tenere a domicilio un bimbo, eventualmente piccolo, con una possibile virosi H1N1, poi rivelatasi, fino ad ora almeno, una usuale influenzale stagionale invernale. Considero la prossima strategia vaccinale, approntata dal  Ministero della Sanità  sul virus H1N1 molto attenta e corretta, salvaguardando in primis le classi a rischio,  tra cui gli anziani  e i soggetti cronicamente ammalati di qualsiasi età, oltre alle classi professionali di rilevanza per la società».
Anche Giorgio Gazzola, segretario della Federazione italiana medici pediatri di Parma, è d'accordo: «E' verosimile - spiega Gazzola -. In quasi tutte le influenze, i bambini sono il vettore principale. Anche perchè dal punto di vista immunitario sono abbastanza inesperti. Non a caso capita spesso che i nonni si ammalano perchè i bimbi tornano a casa dall'asilo. Negli asili, infatti, la vicinanza, gli scambi e il modo di vivere permette un contagio più immediato.

 Tuttavia, non sono per niente d'accordo con ritardare l'apertura delle scuole. Senza dimenticare il fatto che i casi di nuova influenza che io stesso ho affrontato erano più blandi dell'influenza stagionale. Per cui, un conto è l'allarme e un conto è l'attenzione. E in attesa di avere precise direttive sulle strategie da affrontare e su come funzionerà la vaccinazione, non dobbiamo spaventarci».
Tutto in linea con quello dichiarato dall'oncologo Umberto Veronesi e dallo stesso assessore alla Sanità della Regione Lombardia Luciano Bresciani, che ha ribadito: «Questa influenza A è meno pericolosa di quella stagionale, ha una mortalità di 0,4 persone ogni mille contro l'uno su mille di quella classica, quindi non è grave sotto il profilo del rischio. Bisogna rivolgersi al pronto soccorso solo se ci sono condizioni critiche e preoccupanti, decise dal medico di famiglia».
«Secondo il mio parere - interviene Emanuele Voccia, segretario provinciale Cipe (Confederazione italiana pediatri) - è più corretto fare una proiezione sulle influenze stagionali con più casi che abbiamo avuto in Italia, che prendere dei risultati di un Paese con un altro modo di vivere. Per cui, se noi ci basiamo sulla nostra influenza, direi proprio che i bambini non sono più a rischio degli anziani, proprio perchè le complicanze sono diverse». «Non a caso - ricorda Voccia - i bambini che sono tornati dall'Inghilterra con la nuova influenza se la sono cavata con tre giorni e senza ricovero. Anche perchè forse è un'influenza più leggera di quella di stagione. Però è vero che se facciamo un ragionamento di sanità pubblica, il contagio tra i bambini può essere più diffusivo. Ma non dobbiamo puntare il dito solo sulla scuola, in quanto i luoghi di aggregazione sono diversi». M.V.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

"Dai un bacio a Chiara"  Fedez e Chiara Ferragni approdano a Capri

gossip

Fedez e Chiara Ferragni (e Rovazzi) a Capri: folla in delirio Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Notiziepiùlette

Samuele Turco suicida in carcere
delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

Ultime notizie

Le parole del giovane parmigiano

SONDAGGIO

Da bagolón a bagolone: come cambia il dialetto dei giovani

di Mara Varoli

1commento

Lealtrenotizie

Per la perizia Turco non si voleva suicidare

La relazione

Per la perizia Turco non si voleva suicidare

Lutto

La morte di Igino Lemoigne, una vita nelle assicurazioni

Il caso Turco

«Il suicidio? Impossibile prevederlo»

L'intervista

Insinna: «Vi racconto la verità sui fuori-onda»

IL PERSONAGGIO

Torrechiara, Alberto Angela «gira» nel castello

BORGOTARO

La medicina del Santa Maria, untutti i dati del 2016

IL CASO

Colorno, «portoghesi» del bagno in piscina. Ora le denunce

Fidenza

Roslyn, campionessa di nuoto a 74 anni

delitto s.prospero

Omicidio all' "Angelica club": Samuele Turco suicida in carcere Video

1commento

seconda amichevole

Calaiò inarrestabile, 5 gol; tripletta Iacoponi: Parma-Settaurense 12-0

via Anselmi

Fiamme in una palazzina: grave una 60enne - Video: dentro l'appartamento distrutto

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

4commenti

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

1commento

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

22commenti

economia

Pomodoro, oltre 1000 assunti per la campagna Mutti

Nei 3 stabilimenti di Parma, Collecchio e Salerno, oltre ai fissi

incidente

Cade dalla bici in via Repubblica: grave 74enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

Samuele Turco, la tragedia e la pietà Video-editoriale

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

22commenti

ITALIA/MONDO

operazione

Milano, stazione Centrale invasa dai migranti: nuovo blitz della polizia

Francia

Incendi in Costa Azzurra, evacuate 10.000 persone Foto

SPORT

mondiali nuoto

Pazzesca Pellegrini, impresa in rimonta: è oro. "Vorrei fare la velocista" Foto

nuoto

Italia show ai mondiali: Detti oro e Paltrinieri bronzo negli 800 sl

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

gazzareporter

Quando l'imbianchino non c'è... il gatto balla Video

MOTORI

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video

anniversario

Pajero One/Hundred, Mitsubishi festeggia il secolo di vita