17°

Salute-Fitness

Nuova influenza: piano straordinario in Emilia-Romagna. E a Parma la macchina per l'extracorporea

1

L'Emilia-Romagna si prepara ad affrontare l’epidemia di influenza A con un piano straordinario che prevede nell’ipotesi peggiore di far fronte ad un milione di casi (25% popolazione), il doppio rispetto a quelli delle ultime epidemie influenzali. Medici di base, guardia medica e reparti negli ospedali dovranno affrontare il picco, che secondo le autorità regionali ci sarà fra la fine di novembre e la metà di dicembre, quando si prevede che ci potranno essere anche 1000-1500 ricoveri in più alla settimana rispetto ad una media di 8.000.
L'assessore regionale Giovanni Bissoni, insieme al responsabile di sanità pubblica Pierluigi Macini ed agli altri collaboratori dell’assessorato, ha fatto il punto della situazione ribadendo che non vi sono ragioni di allarmismo perchè siamo di fronte ad una influenza dal decorso assolutamente benigno (che si manifesta con febbre, brividi e dolori articolari) nella stragrande maggioranza di casi, ma che comunque avrà costi sociali rilevanti se nel giro di poche settimane un quarto della popolazione dovrà stare a letto o in riposo. L’invito è a non farsi prendere dal panico, ma consultare il medico che valuterà se visitare il paziente, limitarsi a prescrizioni al telefono e nei casi più gravi consigliare il ricovero o una cura specialistica. «La drammatizzazione può rendere più complicato il lavoro di tutti - ha ammonito l’assessore – e l’assalto al pronto soccorso non serve, rischia di peggiorare la qualità del servizio oltre al pericolo di contrarre davvero il virus H1n1».
Finora i casi accertati in Emilia-Romagna – ha precisato Macini – sono stati 410, 1269 in totale quelli sospetti. Quattro i casi più gravi. Oltre al ragazzo di Parma ricoverato a Monza e alla disabile cinquantenne di Cesena, ci sono stati due casi seri a Bologna con i pazienti con assistenza ventilatoria che si sono risolti positivamente. Nelle ultime settimane la percentuale dei ricoveri sui casi segnalati è attorno al 3.9- 4.5%. Fra le misure prese dall’assessorato per far fronte all’espandersi dell’epidemia c'è anche il potenziamento delle macchine per la circolazione extracorporea risultate decisiva per salvare la vita al giovane di Parma ricoverato a Monza. Due sono al S.Orsola che ne riceverà altre due di ultima generazione, mentre l’altro presidio che ne verrà dotato è l’ospedale Maggiore di Parma. Verrà potenziata l’attività della guardia medica, mentre medici di base e pediatri verranno coinvolti da un accordo quadro a livello nazionale.
Per quanto riguarda la vaccinazione, Bissoni ha spiegato che la Regione è pronta, ma sulle modalità si attendono le decisioni del ministero e proprio domani c'è un incontro a Roma. «Ci sono alcuni nodi da sciogliere – ha chiarito – che riguardano i ragazzi al di sotto dei 18 anni o solo quelli a rischio, le donne in gravidanza ed i pazienti cronici». «Noi forniremo il nostro contributo ma alla fine ci atterremo agli indirizzi nazionali». Il piano predisposto finora prevede comunque due fasi: la prima per 400 mila persone che comprende il personale sanitario e le persone a rischio fra i 2 ed i 65 anni. La seconda, tutte le persone di età compresa fra 2 e 27 anni per circa un altro milione di persone. In totale dunque la vaccinazione dovrebbe riguardare il 40% della popolazione. È confermato – lo ha spiegato Macini – che il contagio colpisce di più i giovani e i bambini al di sotto dei 20 anni (57%), mentre solo il 2% dei casi riguarda persone al di sopra dei 60 anni.  Per quanto riguarda la scuola, Bissoni ha chiarito che non ci saranno provvedimenti nazionali di chiusura o sospensione dell’attività, che parte regolarmente la prossima settimana. Gli eventuali provvedimenti – ha aggiunto – saranno presi sulla base di situazioni locali, anche «se i criteri per sospendere le lezioni verranno messi a punto a livello nazionale». Infine a breve ci sarà un incontro fre le autorità sanitarie e l’assessore regionale Giovanni Sedioli per definire una campagna informativa specifica per le scuole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mo69

    10 Settembre @ 09.00

    Sono perplessa come mamma di una bimba di 4 anni. Ok, è un'influenza come le altre, solo molto più contaggiosa. Il picco si prevede tra novembre e dicembre ... ma allora a che serve la campagna di vaccinazione a gennaio? Con un vaccino per lo più di dubbia efficacia o quantomeno di cui si ignorano tanti effetti eventuali collaterali? In Francia gli operatori sanitari rifiutano il vaccino. Sinceramente penso che ok il vaccino per i soggetti a rischio, sicuramente gli effetti collaterali sono meno gravi dei danni che l'influenza può portare ad un malato cronico, ma in persone sane....forse è meglio passare l'influenza ..... ma questo nessuno lo dice, anzi si parla di vaccinazione di massa...... io sono favorevole ai vaccini in generale, a mia figlia li ho fatti tutti, anche quelli facoltativi...ma si parla di malattie gravi come la meningite...... o la poliomelite.... ma per un'influenza?....non so

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 55enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 55enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche