Salute-Fitness

Via agli indennizzi ai bimbi del Talidomide

Via agli indennizzi ai bimbi del Talidomide
0

Un riconoscimento «dovuto ma tardivo. Metà delle vittime nel frattempo è morta, dopo molte sofferenze e discriminazioni». Commenta così l'avvocato Marco Menegatti il decreto, firmato dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi, che farà scattare gli indennizzi   per le  «vittime» del Talidomide, farmaco che negli anni '50 era  ritenuto sicuro e che invece fu causa di gravissime  malformazioni soprattutto nei bambini nati da donne che ne  fecero uso in gravidanza.
L’assegno mensile vitalizio sarà di entità variabile (dai quattromila euro, per i casi più gravi) a  seconda dei danni subiti. È quanto prevede il  regolamento di esecuzione di una legge del 2007. La misura diventerà  operativa subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, per fine ottobre.  L'indennizzo, si precisa nel regolamento, è corrisposto per  la metà al soggetto danneggiato e per l’altra metà ai  congiunti che prestano o abbiano prestato al danneggiato  assistenza in maniera «prevalente e continuativa».
I talidomidici ancora in vita in Italia sarebbero un centinaio. Condizionale d'obbligo perchè, come fa notare la presidente dell'Associazione thalidomidici italiani, Nadia Malavasi,  «non è mai stato fatto un censimento. Gli iscritti alla nostra associazione sono un'ottantina».
Fra questi anche Marco Menegatti, battagliero avvocato, funzionario delle  Poste,  già consigliere comunale e  candidato a sindaco e presidente della Provincia, oltre che referente provinciale del Codacons.
Menegatti è  nato a Torino (da genitori che lavoravano in Fiat) nel 1959,  ossia nell'anno nel quale   le farmacie di mezza Europa  cominciarono a vendere  - senza neppure bisogno di ricetta - il Talidomide, un sonnifero prodotto da un'azienda  tedesca e pubblicizzato come innocuo. Al punto che anche molte donne in gravidanza  - inclusa sua madre - ne fecero uso. Dando poi alla luce bambini molto spesso focomelici. Finchè nel 1962 - dopo  aver causato, secondo caute stime, tra gli ottomila e i diecimila malati in tutta Europa - il farmaco fu ritirato dal commercio. Uno scandalo che, in Italia,  dette un impulso decisivo alla nascita della Commissione unica del farmaco. 
 «E' stata una battaglia dura, perchè noi talidomidici  in Italia siamo pochi, e   in condizioni precarie di salute, e non abbiamo mai avuto  forza politica. Bisogna dare atto a Berlusconi di aver preso a cuore il problema», spiega Menegatti. Il riconoscimento dell'indennizzo alle vittime del Talidomide segue quasi a ruota quello    alle vittime delle trasfusioni infette.  Due misure   in qualche modo complementari: «In entrambi i casi si tratta di sostanze la cui vendita o somministrazione era stata autorizzata dallo Stato, ritenuto quindi responsabile del danno», spiega Menegatti. 
La storia dell'avvocato parmigiano è emblematica delle difficoltà incontrate dai bambini vittime della malattia, spesso vissuta dalle famiglie come una vergogna. Ma anche della forza   d'animo di chi, a dispetto di tutto,  ha saputo conquistarsi una vita piena e ricca.
Ricoverato al Cottolengo di Torino da sei mesi di vita fino ai tre anni, Menegatti  - dopo una serie di interventi chirurgici  - ha vissuto in vari istituti della Fondazione  Don Gnocchi, prima di approdare, adolescente, nella sede di Parma.  «Una città per molti aspetti  ideale per un portatore di handicap, perchè il centro don Gnocchi ha saputo creare a Parma  una sensibilità particolare verso la disabilità», dice.
Brillante studente   al Romagnosi,  Menegatti si è poi laureato in Giurisprudenza (con lode), iniziando presto la sua attività professionale. «Sono stato fortunato, ho avuto  un padre e una madre  cristiani che mi hanno amato, ho incontrato sacerdoti e uomini e donne di fede che per me sono stati come genitori. Ma ci sono stati anche periodi duri. - aggiunge Menegatti -  Per vivere in modo dignitoso con questa malattia devi avere un reddito alto,  che ti  permetta cure ed aiuti domestici. Questo indennizzo servirà a garantire assistenza a tante persone ancora in difficoltà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Vendono iPhone: ma è una truffa

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Calcio

Brodino per il Parma

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti