19°

Salute-Fitness

Salute, diritti e doveri del cittadino - Si rompe un braccio: operata dopo nove giorni

0
Giorgio, 69 anni, chiede se la nuova influenza A debba  considerarsi più pericolosa della solita influenza stagionale.
 
Risponde il medico Lucia Ferrari 
 
La gravità dell’influenza AH1N1  non sembra essere diversa dalla normale influenza stagionale: le capacità del virus di determinare gli effetti che tutti conosciamo (febbre elevata, mal di gola, tosse, stanchezza profonda, dolori articolari, e, nei bambini, anche mal di pancia, diarrea e vomito), rimane la medesima.  Quello che preoccupa maggiormente è che tale virus non è presente da anni. I soggetti più giovani non sono protetti da anticorpi specifici, non avendo mai avuto contatto con il virus dell’influenza AH1N1. Tali soggetti infatti non sono protetti dall’infezione.  La pandemia influenzale non dimostra quindi una maggior virulenza, ma una maggiore contagiosità. Certamente, con un numero più alto di influenzati, saranno più numerosi coloro che, già affetti  da malattie croniche, potranno incorrere in una sintomatologia più pericolosa, con maggior gravità del proprio stato di salute.  Nell’emisfero australe si sono avuti 2.550 decessi per l’influenza A, quando normalmente i dati dell’influenza stagionale riscontrati, sono stati dai 1.500 ai 3.000. 
 
Angela, 56 anni, ci chiede come possiamo combattere in modo efficace la nuova influenza.
 
Risponde il medico Fabrizio Pallini  
La pandemia influenzale può essere combattuta, in primis, praticando le normali e buona regole igieniche personali: tossire con le mani davanti alla bocca e lavarle subito dopo; starnutire in un fazzoletto di carta e gettarlo immediatamente; tenere pulite le superfici in genere; non frequentare, o comunque il meno possibile, luoghi affollati; lavare o disinfettare gli oggetti usati e le superfici toccate dalle persone ammalate; non condividere posate o bicchieri. Altra indicazione importante è l’abolizione del fumo, che facilita la trasmissione dei virus  in spazi chiusi. I farmaci antivirali vanno usati solo per i casi più gravi, potendo dare pericolosi effetti collaterali. Lo strumento comunque più efficace per la prevenzione della malattia, sembra essere l’utilizzo del vaccino, in particolare nei soggetti più a rischio, come i  malati  cronici. 
Lorenzo ci sottopone  il caso di sua moglie che, ricoverata per una frattura scomposta dell’omero, ha dovuto attendere ben nove giorni l’intervento, senza essere correttamente informata dell'entità e della natura  dei possibili ritardi, nè delle alternative disponibili. Deluso e preoccupato per il futuro del servizio del nuovo ospedale, chiede una risposta. Il timore è che siamo a rischio di malasanità. 
 
Risponde l'avvocato Lorenzo Isoppo 

Il cittadino, nel corso della propria esposizione, oltre alle comprensibili doglianze relative al disagio per il fastidioso protrarsi della degenza, chiede se non sia legittimo attendersi una corretta informazione in ordine alla «reale situazione ospedaliera», anche al fine di scegliere liberamente e consapevolmente la struttura (sia essa pubblica o privata) presso la quale affidare le cure del proprio stato di salute. Orbene, sul punto, è utile ricordare come, in effetti, il medico responsabile della cura dei pazienti lui affidati abbia un preciso dovere di informarli della possibile inadeguatezza della struttura per l'indisponibilità, anche solo momentanea, di strumenti essenziali per una corretta terapia o per un'adeguata diagnosi. Obbligo costituente parte integrante di un corretto consenso informato (diritto del paziente ad una informazione che il sanitario deve improntare a criteri di chiarezza e completezza). La giurisprudenza della Suprema Corte ha, infatti, chiarito come: «...Il medico di fiducia, benché non possano essergli imputate le carenze della struttura pubblica presso la quale egli svolge le funzioni di medico ospedaliero nè le condotte colpose di altri dipendenti dell'ente connotato da regole organizzative  insensibili al rapporto privatistico tra medico e paziente, ha tuttavia l'obbligo di informare il paziente dell'eventuale, anche solo contingente, inadeguatezza della struttura, nella quale è inserito e presso la quale il paziente stesso sia ricoverato, Cassazione civile, sez. III, 16 maggio 2000, n. 6318. Allineata in tal senso pare, del resto, anche «La carta dei diritti e doveri del cittadino che accede ai servizi sanitari» (realizzata dal comitato consultivo misto dell’Ausl di Parma cui partecipano vari rappresentanti delle associaioni di volontariato) la quale prevede al suo art. 3.1: «Ogni cittadino ha il diritto di ottenere dai medici responsabili una informazione completa riguardante la diagnosi, anche se provvisoria, l’indirizzo terapeutico e la prognosi...», ed ancora all’articolo 3.5 prevede: «Ogni cittadino ha il diritto di ottenere dalle strutture sanitarie tutte le informazioni circa il catalogo delle prestazioni erogate e relative modalità di accesso...». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

4commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

5commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Regno Unito

Attacco al Parlamento di Londra: 7 arresti in tutto il Paese

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi. Uber: "Decreto deludente"

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano