-5°

rischio tumore

Jolie, dopo seno via anche ovaie e tube

Jolie, dopo seno via anche ovaie e tube
1

Vivere anni di test periodici, con la spada di Damocle di un tumore che potrebbe arrivare da un momento all’altro, o autocondannarsi ad andare in menopausa a 40 anni con un intervento radicale come l’asportazione delle ovaie e delle tube. Angelina Jolie, a due anni dalla scelta di farsi asportare le ghiandole mammarie, ha scelto la seconda ipotesi. L'attrice è tornata ad 'aggiornarè il pubblico sulle sue scelte in materia di salute annunciando dale pagine del New York Times il secondo intervento, quello appunto a ovaie e tube, per scongiurare il rischio di un tumore.
La decisione, racconta Jolie, è stata presa dopo che una analisi del sangue ha rivelato alti livelli di alcuni marker infiammatori che potrebbero essere un primo segno della presenza di un tumore. «Non è facile prendere queste decisioni - afferma - ma è possibile prendere il controllo e affrontare di petto qualunque problema di salute».
Test successivi hanno poi escluso la presenza di tumori, ma il medico ha consigliato comunque all’attrice, che ha avuto la mamma, la nonna e una zia morte di tumore, un intervento preventivo. «Mi sono detta di stare calma - rivela - e che non c'era motivo di pensare che non avrei visto i miei figli crescere o che non avrei conosciuto i miei nipoti».
La variante genetica di cui la signora Pitt è portatrice, la Brca, è diffusa in circa il 5% della popolazione, e dà un rischio di tumore al seno dell’87%. Dopo aver visto le altre persone malate nella sua famiglia Jolie, che ha sei figli di cui tre adottati e tre biologici, ha deciso per la doppia mastectomia, l’asportazione di entrambi i seni, annunciata sempre attraverso il giornale nel maggio del 2013. Lo scopo della diffusione pubblica, spiegò all’epoca l’attrice, era anche di sensibilizzare le donne sul rischio, ed è stato pienamente raggiunto. Del cosiddetto 'effetto Joliè, con una maggiore richiesta di test genetici e anche di mastectomie, hanno parlato diffusamente diversi studi scientifici, e diversi personaggi famosi hanno reso note le loro scelte in questo campo sulla scia dell’attrice. L’ultimo studio, pubblicato lo scorso settembre da Breast Cancer Research e svolto su 20 centri britannici, ha notato un aumento di 2,5 volte delle richieste di test. La vicenda Jolie ha prodotto anche una 'versionè maschile, con un dirigente d’azienda che ha annunciato pochi giorni dopo di essersi fatto togliere la prostata per lo stesso motivo. (ANSA).

 

Il parere dell'oncologo: "Azzera i rischi. Ma ci sono altre strade"

La scelta di Angelina Jolie di farsi asportare ovaie e tube azzera il rischio di tumore, ma l’attrice aveva delle alternative meno drastiche. Lo afferma Carmine Pinto, presidente del'Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), secondo cui l’Italia è in ritardo sul counseling psicologico necessario in questi casi.
«Una volta che una donna scopre di avere la mutazione genetica che aumenta il rischio ci sono due strade - spiega Pinto -. Da una parte c'è la scelta della Jolie, quella più estrema, ma dall’altra ci si può sottoporre a controlli periodici per scoprire sul nascere eventuali tumori. La scelta dipende dalla donna, se è in grado di sopportare lo stress di vivere con questa spada di Damocle o se preferisce invece sottoporsi agli interventi».
Secondo l’esperto è fondamentale come si dà la notizia del rischio alla paziente. «Serve una cultura del counseling genetico, per cui in Italia siamo ancora indietro, e l'associazione sta lavorando a dei corsi sul tema - afferma -. Il test del Dna comunque non è per tutte le donne, ma solo per chi ha avuto un tumore al seno da giovane, o ha una forte familiarità».(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • carlone1973

    24 Marzo @ 13.47

    Lalè lé malèda in tlà testa.....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

25commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto