salute

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi

Il trattamento delle leucemie spiegato ai pazienti. Izzi: "Questo progresso nelle cure si deve alla ricerca scientifica"

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi
0

I tumori dell’età evolutiva? Sono tutti malattie rare. Colpiscono il 2,4 per mille dei bambini con età fino ai 14 anni e oggi la sopravvivenza, in particolare per le preponderanti leucemie, supera l’80 per cento. «Questo progresso delle cure si deve alla ricerca scientifica, che è una parte importante del nostro vivere, senza la quale non ci sarebbero questi risultati» ha detto provocatoriamente Giancarlo Izzi, già direttore della struttura di Pediatria e oncoematologia dell’Ospedale dei Bambini di Parma, per introdurre l’incontro pubblico con gli esperti “La ricerca scientifica spiegata ai pazienti: i progressi della scienza sul trattamento delle leucemie e dei tumori dell’età pediatrica” promosso dalla struttura Ricerca e innovazione dell’Azienda ospedaliero universitaria. In cattedra Patrizia Bertolini, successore di Izzi (facente funzione) e Angelica Barone.
A due voci le specialiste hanno spiegato cos’è la ricerca sui tumori in ambito pediatrico, come si sviluppa uno studio e quali tutele ci sono per il paziente in quel virtuoso sistema europeo (nato spontaneamente per volontà dei professionisti fin dal 1968 e oggi controllato dalle società scientifiche) che obbliga i 350 centri specializzati nella ricerca (50 sono italiani e tra questi Parma) a lavorare insieme con protocolli uniformi, registrando in un solo contenitore informatico tutta la parte burocratica e utilizzando centrali uniche di verifica degli esami radiografici o bioptici. Il risultato è un’enorme banca dati delle neoplasie pediatriche, nella quale la patologia di un bambino non è più così rara e può essere oggetto di studi alla ricerca di terapie che garantiscano la massima efficacia con il minimo dei danni collaterali.
«I reparti che vivono la ricerca si muovono con il mondo che avanza, hanno nuovi farmaci, nuovi metodi di preparazione e tecnologie innovative; sono sempre proiettati al futuro» sottolinea Izzi. E proprio in questi reparti i genitori sono accompagnati a non avere paura delle sperimentazioni perché, quando si arriva a questa fase finale di studio, i protocolli sono rigorosi e controllatissimi. Nel caso dei tumori pediatrici ancora di più perché le ricerche non possono essere finanziate da privati. Il reclutamento dei bambini da inserire nello studio avviene, con il consenso dei genitori, attraverso una rigorosa selezione, perché devono costituire un campione simile. Con il sistema della “randomizzazione” (cioè una scelta casuale da parte del sistema informatico) a metà di loro viene somministrato il farmaco “gold standard” cioè il meglio del presente, mentre all’altra metà il nuovo farmaco oggetto della ricerca scientifica. «A Parma sono pochi i genitori che negano l’assenso - spiega Patrizia Bertolini -. Forse perché dedichiamo loro tanto tempo, rispondendo ai dubbi per agevolare una scelta consapevole». Per la competenza e l’appropriatezza dei luoghi l’oncoematologia pediatrica dell’Ospedale dei Bambini, due giorni fa ha ottenuto da parte della commissione europea incaricata la “patente” per partecipare allo studio internazionale sulla leucemia linfoblastica acuta. Maggiori informazioni sugli studi clinici (anche in italiano) si trovano sul sito hhtp://ecranproject.eu, della European Communication on Research Awareness Needs (Ecran).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti