13°

29°

salute

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi

Il trattamento delle leucemie spiegato ai pazienti. Izzi: "Questo progresso nelle cure si deve alla ricerca scientifica"

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi
0

I tumori dell’età evolutiva? Sono tutti malattie rare. Colpiscono il 2,4 per mille dei bambini con età fino ai 14 anni e oggi la sopravvivenza, in particolare per le preponderanti leucemie, supera l’80 per cento. «Questo progresso delle cure si deve alla ricerca scientifica, che è una parte importante del nostro vivere, senza la quale non ci sarebbero questi risultati» ha detto provocatoriamente Giancarlo Izzi, già direttore della struttura di Pediatria e oncoematologia dell’Ospedale dei Bambini di Parma, per introdurre l’incontro pubblico con gli esperti “La ricerca scientifica spiegata ai pazienti: i progressi della scienza sul trattamento delle leucemie e dei tumori dell’età pediatrica” promosso dalla struttura Ricerca e innovazione dell’Azienda ospedaliero universitaria. In cattedra Patrizia Bertolini, successore di Izzi (facente funzione) e Angelica Barone.
A due voci le specialiste hanno spiegato cos’è la ricerca sui tumori in ambito pediatrico, come si sviluppa uno studio e quali tutele ci sono per il paziente in quel virtuoso sistema europeo (nato spontaneamente per volontà dei professionisti fin dal 1968 e oggi controllato dalle società scientifiche) che obbliga i 350 centri specializzati nella ricerca (50 sono italiani e tra questi Parma) a lavorare insieme con protocolli uniformi, registrando in un solo contenitore informatico tutta la parte burocratica e utilizzando centrali uniche di verifica degli esami radiografici o bioptici. Il risultato è un’enorme banca dati delle neoplasie pediatriche, nella quale la patologia di un bambino non è più così rara e può essere oggetto di studi alla ricerca di terapie che garantiscano la massima efficacia con il minimo dei danni collaterali.
«I reparti che vivono la ricerca si muovono con il mondo che avanza, hanno nuovi farmaci, nuovi metodi di preparazione e tecnologie innovative; sono sempre proiettati al futuro» sottolinea Izzi. E proprio in questi reparti i genitori sono accompagnati a non avere paura delle sperimentazioni perché, quando si arriva a questa fase finale di studio, i protocolli sono rigorosi e controllatissimi. Nel caso dei tumori pediatrici ancora di più perché le ricerche non possono essere finanziate da privati. Il reclutamento dei bambini da inserire nello studio avviene, con il consenso dei genitori, attraverso una rigorosa selezione, perché devono costituire un campione simile. Con il sistema della “randomizzazione” (cioè una scelta casuale da parte del sistema informatico) a metà di loro viene somministrato il farmaco “gold standard” cioè il meglio del presente, mentre all’altra metà il nuovo farmaco oggetto della ricerca scientifica. «A Parma sono pochi i genitori che negano l’assenso - spiega Patrizia Bertolini -. Forse perché dedichiamo loro tanto tempo, rispondendo ai dubbi per agevolare una scelta consapevole». Per la competenza e l’appropriatezza dei luoghi l’oncoematologia pediatrica dell’Ospedale dei Bambini, due giorni fa ha ottenuto da parte della commissione europea incaricata la “patente” per partecipare allo studio internazionale sulla leucemia linfoblastica acuta. Maggiori informazioni sugli studi clinici (anche in italiano) si trovano sul sito hhtp://ecranproject.eu, della European Communication on Research Awareness Needs (Ecran).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca

festa

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca Gallery

A Cannes un trionfo italiano: la Trinca miglior attrice

cinema

A Cannes un trionfo italiano: la Trinca miglior attrice

ARRABBIATO

Risate

Si infuria con l'autista...poi succede l'istant karma Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

E' morta l'anziana investita in via Pellico

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

PILOTTA

Chiude l'anno luigino: la memoria in tre libri

salso

Terme, via libera alla liquidazione

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

2commenti

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

1commento

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

risate e solidarietà

Balli di gruppo in piazza Garibaldi - Video - Foto

È in corso la Giornata del Naso Rosso di Vip Parma

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

aziende

Casappa, grande festa per i 65 anni: da Lemignano leader nel mondo Gallery

traffico

Gli autovelox della prossima settimana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEMA

Eva e Emmanuelle: a Cannes le muse di Polanski Video

ITALIA/MONDO

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

3commenti

VARESE

Soffoca la moglie e si getta dalla finestra

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

1commento

SPORT

Inghilterra

All'Arsenal l'FA Cup. Conte, sfuma la doppietta

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover