19°

Salute-Fitness

Allergie stagionali addio con vaccini e farmaci mirati

Allergie stagionali addio con vaccini e farmaci mirati
2

 Margherita Portelli

Fazzoletto alla mano per due parmigiani su tre. È atteso tra la seconda metà di aprile e l’inizio di maggio, infatti, il picco delle allergie che scatenerà riniti, congiuntiviti e asma. 
Come ogni anno, a liberarsi nell’aria, per certificare il sopraggiungere della primavera - puntuali forse ancora più delle rondini - saranno i pollini.
 Il ciclo riproduttivo delle graminacee, i cui pollini sono la principale causa di starnuti e occhi rossi nella nostra zona, raggiungerà il suo picco a cavallo della fine del mese: «Ci sono particolari accorgimenti che possono tutelare i soggetti allergici - spiega il professor Pierpaolo Dall’Aglio, direttore della Scuola di Specializzazione in Allergologia ed immunologia clinica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma -. Innanzitutto valutare, insieme ad uno specialista, la terapia più adatta al proprio tipo di allergia. Poi, ricordare che i pollini raggiungono le concentrazioni più elevate nelle ore centrali della giornata. Ci si può dotare di un climatizzatore in grado, tramite un apposito filtro, di trattenere i pollini. Chiaramente non è consigliabile praticare sport all’aperto o fare gite sui prati, né tantomeno fare giardinaggio, a meno di utilizzare apposite mascherine con un filtro in grado di impedire l’inalazione dei pollini. E’ opportuno tenere le finestre chiuse durante il giorno e di eseguire cambi d’aria solo al mattino presto o alla sera tardi». 
Dal punto di vista terapeutico sono stati fatti grandi passi avanti negli ultimi tempi: «Oggi si può scegliere di ricorrere ad un vaccino specifico per più anni consecutivi, la cui efficacia aumenta con il tempo - continua Dall’Aglio - o di ricorrere alla terapia farmacologica. Generalmente si ricorre ad antistaminici o cortisonici. Ci sono anche altri tipi di medicinali efficaci, anche se meno diffusi, come gli anti-leucotrieni, i cromoni e gli anticorpi anti-IgE. L’allergologia ha fatto grandi passi avanti nella parte diagnostica: oggi infatti siamo in grado di individuare con precisione quale molecola provoca nel paziente la reazione allergica e, quindi, intervenire in modo mirato». 
È opportuno, quindi, evitare il «fai da te» e rivolgersi a uno specialista: «Ci sono molti miti da sfatare in ambito allergologico, soprattutto per quanto riguarda la rinite allergica - dichiara la professoressa Erminia Ridolo, del dipartimento Scienze cliniche dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma -. Il paziente spesso utilizza farmaci in maniera autonoma, si fa consigliare da parenti o amici, oppure si rivolge direttamente al farmacista o a medici non specialisti. Così si rischia di sottovalutare la patologia». 
Ogni accorto cittadino, inoltre, ha la possibilità di tenersi costantemente aggiornato sulla concentrazione pollinica atmosferica in città, accedendo al sito «Concentrazioni polliniche atmosferiche» del Laboratorio di Aerobiologia, attraverso il portale dell’Università o dell’Azienda Ospedaliero Universitaria.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • erminia ridolo

    13 Aprile @ 18.29

    In relazione a quanto affermato dal Dr.G.Paolo occorre precisare quanto segue : 1- I cosiddetti “vaccini” per le allergie non hanno niente a che vedere con i “vaccini” per gli agenti infettivi . 2- L’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) già nel 1998 ha pubblicato un documento scientifico che compendia le conoscenze in materia di vaccinazione antiallergica. Questo documento valida lil “vaccino” antiallergico come strategia terapeutica fondamentale nell’allergia, ne sottolinea l’aspetto di modificatore della risposta immunologica e ne comprova gli effetti a lungo termine. L’immunoterapia allergene-specifica è un trattamento immunologico preventivo e curativo, in grado di modificare la risposta dell’organismo verso l’allergene in causa. Il vaccino antiallergico quindi è in grado di modificare la storia naturale della malattia, evitando così lo sviluppo di asma bronchiale e di impedire lo sviluppo di ulteriori sensibilizzazioni. I migliori risultati terapeutici si ottengono con un inizio precoce della terapia. Il vaccino antiallergico deve essere preso in considerazione come terapia più efficace e più rapida, già all’inizio dello svilupparsi dei sintomi allergici, sia nasali che bronchiali: prima cioè che si instauri un’ostruzione stabile ed irreversibile delle vie aeree, che non sarà più possibile modificare. Il principale obiettivo del vaccino antiallergico è quello di ridurre la risposta allo stimolo allergenico che causa i sintomi e, allo stesso tempo, di diminuire la risposta infiammatoria dell’organismo per prevenire l’instaurarsi di una malattia cronica. I benefici clinici persistono a lungo termine. L’Organizzazione Mondiale della Sanità sintetizza così tale concetto: “…il vaccino antiallergico costituisce l’unica opzione terapeutica in grado di modificare la storia naturale della malattia allergica consentendo sia di prevenire l’insorgenza di nuove sensibilizzazioni allergiche sia di rallentare od arrestare la progressione della malattia”. Erminia Ridolo, docente Allergologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Parma

    Rispondi

  • dr. G. Paolo

    05 Aprile @ 10.57

    Le allergie NON dipendono dagli allergeni, bensi dalle ipersensibilita' immunologiche dei VACCINATI che sono immunoeccitati ed immunondepressi di conseguenza, grazie ai vaccini che hanno subito da piccoli ed alle intossicazioni ed infiammazioni che hanno acquisito anch'ese grazie ai vaccini. Anche se cio' che scrivo puo'  scioccarvi in modo grave, me ne dispiace, ma e' utile che lo sappiate, perche'... "uomo avvisato...e' mezzo salvato"..... tutto cio' in alcuni Punti di riflessione: Tutto cio' che si dice da parte degli "enti" preposti alla salute umana, medici allopatici compresi, sui Vaccini (qualsiasi) e' completamente FALSO !  1 - I virus ed i batteri NON sono le cause delle "malattie"  e quindi i vaccini disturbano NON poco, il sistema immunitario di uomini ed animali ! ......NON sono assolutamente utili, ma  cosi le case farmaceutiche (Big Pharma) - vedi:http://www.mednat.org/big_farma2.htm - ....creranno le future e VERE Pandemie per la depressione immunitaria (immunodepressione) che questi vaccini attivano....in OGNI soggetto vaccinato...e non in tutti facilmente avvertibili.... con le conseguenze del caso ! vedi anche:  http://www.mednat.org/vaccini/dannivaccino.htm    .....oltre ad  infiammare di piu' + oltre a creare immunodepressione per tutta la vita del soggetto vaccinato, per le gravi sollecitazioni alle quali e' indotto il sistema immunitario, ecc. vedi:  http://www.mednat.org/vaccini/immunodepressione_vaccino.htm  http://www.mednat.org/vaccini/immunodepressione_vaccino2.htm  ......oltre a creare mutazioni genetiche nei mitocondri, trasmissibili alla prole.... vedi: http://www.mednat.org/vaccini/mutaz_dai_vaccini.htm  http://www.mednat.org/vaccini/mutazioni_genetiche.htm  http://www.mednat.org/vaccini/mutaz_genetiche_vaccini.htm  2 - I virus endogeni, sono SOLO proteine tossiche complesse a DNA autoprodotte dagli scarti delle apoptosi cellulari; nel caso di Vaccini a virus, queste proteine complesse a DNA sono molto pericolose anche perche' sono proteine eterologhe=estranee, oltre ai contaminanti+adiuvanti+tossine contenuti nei Vaccini che aiutano la destabilizzazione delle funzioni di cellule, enzimi, flora batterica, sistema immunitario, DNA, ecc. I Virus, NON SONO esseri viventi e neppure volano nell'aria ! Essi non sono causa di malattie bensi' ne sono le conseguenze, infatti in NESSUN sano si trovano i virus che si presume falsamente siano la causa di una determinata malattia, mentre nel malato, gia' ammalato, si possono (comunque non sempre) trovare determinati virus, proprio per il fatto che essi sono il risultato della malattea stessa, che e' generata al contrario, dai disordini del Terreno biologico, la matrice. Nel caso dei Vaccini, i virus inoculati con essi, essendo questi virus eterologhi (estranei), questi sono altamente destabilizzanti per le cellule che perdono od alterano le loro normali funzioni (sintesi e specializzazione delle proteine), alterando di conseguenza il Terreno, la matrice, e quindi i tessuti dei vari organi o sistemi, quindi compare l'ammalamento, (intossicazione + infiammazione), con tutte le conseguenze del caso. vedi:  http://www.mednat.org/cure_natur/virus.htm  http://www.mednat.org/germi_teoria.htm  http://www.mednat.org/cure_natur/nozione_terreno.htm http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base.htm  http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base2.htm  http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base3.htm  http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base4.htm  3 - Di fatto le vaccinazioni servono solo ad intossicare con  il contenuto dei vaccini, metalli tossici, prodotti cancerogeni, sostanze tossiche, nanoparticelle comprese, antibiotici, prodotti aintifertilita', ecc....... vedi:  http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm  4 - Ecco come si mantiene e si amplia il mercato dei malati che genera solo "salute" nei fatturati delle multinazionali dei farmaci e vaccini....in miliardi di euri... e milioni di malati immediati o futuri... E cio' lo si attua con il Terrorismo mediatico, ben applicato nel caso delle varie "influenze" inventate.... vedi: http://www.mednat.org/terrorismo_mediatico.htm  http://www.mednat.org/malattie_inventate.htm  Conflitti di Interesse: http://www.mednat.org/business_farm.htm 5 - E' tutto un vantaggio, NON seguire le "direttive farmacologiche o vaccinatorie" dettate dalle case farmaceutiche, di cui gli enti governativi sono solo dei lacche'...loro rappresentanti, altro che autorita' sanitarie, sono propagatori dell'unica malattia grave umana = l'ignoranza ! vedi: http://www.mednat.org/ministero_informato.htm  Quindi l'unica soluzione e' NON vaccinarsi MAI ! G. Paolo Vanoli - Giornalista, specializzato in Sanita' da 40 anni -  Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Naturali - per altri particolari di cio' che ho affermato vedi su: www.mednat.org     

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

1commento

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

5commenti

collecchio

Lo strazio dell'addio a "Gio", sempre a fianco degli ultimi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano