-2°

Alimentazione

Mangiare «etnico»

Mangiare «etnico»
Ricevi gratis le news
0

di Patrizia Celi

Gravidanza e alimentazione: un legame strettissimo con conseguenze importanti per la salute della donna e del feto. La moderazione è la regola principale per il benessere di entrambi, ma vi sono donne che rischiano di più, quelle geneticamente predisposte a sviluppare il diabete gestazionale, come le immigrate provenienti da Asia meridionale, Africa, Caraibi e Medio Oriente.

STRANIERE E DIETE

«La prevalenza di diabete gestazionale è alta a causa di determinanti genetiche, ma soprattutto per come le donne immigrate modificano il proprio stile di vita - spiega Maria Cristina Cimicchi, referente per la Diabetologia dell’Azienda Usl di Parma - All’arrivo in Italia si assiste di solito ad un rapido aumento ponderale per l’interruzione delle consuete abitudini alimentari e per la ridotta attività fisica».

IL «FASCINO» DEGLI ZUCCHERI

Dell’alimentazione italiana le donne migranti (spesso vegetariane) prendono principi dannosi, contenuti in alimenti reperibili a basso costo: gli zuccheri semplici di bibite, succhi di frutta, dolci, biscotti, merendine e i grassi saturi di burro, panna, maionese, fritture, insaccati e carni grasse. Tutti alimenti da limitare durante la gravidanza, ancor più per le donne a rischio di sviluppare il diabete gestazionale, quella forma che di solito si risolve dopo il parto. «Ma che non è da sottovalutare, perché può rappresentare il primo segnale del rischio di sviluppare diabete di tipo 2 per tutta la vita - prosegue Cimicchi - Per il bambino la diagnosi precoce consente poi di evitare un esagerato accrescimento ponderale, connesso alla possibilità di diventare adulti obesi o con diabete».

VIVA I CARBOIDRATI

«La cura sufficiente per il diabete gestazionale nella maggior parte dei casi è un’alimentazione corretta» sentenzia la specialista. «L’apporto di energia totale derivante dalle calorie assunte deve aumentare gradualmente, in proporzione al peso della donna», spiega Sandra Vattini responsabile dell’unità operativa di Nutrizione dell’Azienda Usl di Parma. La ripartizione dei principi nutritivi assunti dovrebbe essere: 25% di grassi, 15% di proteine e 60% di carboidrati. I carboidrati sono la principale fonte energetica: sono presenti in riso, pasta, legumi e altri alimenti provenienti dalla tradizione culinaria di paesi extraeuropei, come il cous cous, piatto tipico del Maghreb, e il «dhal» indiano, un frullato di lenticchie e altri legumi.

Tra i carboidrati si annoverano anche le fibre, contenute nei cereali (soprattutto integrali), nei vegetali, nella frutta e in alimenti multiculturali come il «gombo» dell’Africa subtropicale, scarsamente calorico ma ricco di vitamine.

IL RUOLO DELLE FIBRE

«Le fibre dovrebbero essere assunte quattro o cinque volte al giorno in porzioni da 30 grammi», sottolinea la specialista. Carboidrati «cattivi» sono invece gli zuccheri semplici, contenuti in dolci, merendine, gelati e bibite o in preparazioni estere come le banane cotte del centr’Africa («plantain») e il «lassi», la bevanda zuccherata tipica dell’India. Tra le proteine latte e derivati, uova e carne giovano un ruolo fondamentale per la corretta crescita del feto. Nella multiculturalità bene l’albanese «turli», piatto unico di verdure e carne, e il «tofu», una specie di formaggio di soia asiatico; da consumare invece con moderazione lo speziato «biryani», alimento tipico dell’Iran e dell’India.

Per i grassi il consiglio è di privilegiare i condimenti vegetali: gli oli extravergine d’oliva, di mais, arachide e soia, ricchi di acidi grassi essenziali. «In particolare gli omega 3, contenuti nell’olio extravergine d’oliva e nel pesce, sono fondamentali per la crescita neonatale – spiega Vattini – Ad esempio il consumo di pesce anche 2 o 3 volte a settimana porta vantaggi sia alla madre che al nascituro anche in relazione al parto, per l’effetto sulla prevenzione della prematurità e sulla comparsa di depressione post partum».

Nella multiculturalità si dovrebbe moderare il consumo di intingoli come lo stracotto egiziano «stew» e il «chutney», la preparazione tipica indiana. Al bando invece tra i condimenti il burro chiarificato «ghee» e l’olio di palma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

TV PARMA

Parma calcio, stasera a Bar Sport parla la società: in studio Malmesi

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa