10°

20°

Maternità

Arriva un fratellino: come lo dico a mio figlio?

0

di Monica Tiezzi

Come comunicare al primogenito che è in arrivo un fratellino o una sorellina? Domanda non banale, perchè l'arrivo di un nuovo figlio va preparato, per evitare di scatenare eccessive tensioni. A dare alcuni suggerimenti chiari e semplici è il pediatra Alberto Ferrando, docente a contratto di pediatria del territorio al corso di laurea in medicina dell'Università di Genova, nel suo libro «Come crescere mio figlio» (LSWR editore, 19,90 euro), un volumetto che affronta tutti i problemi più comuni dei bambini da zero a sei anni chiarendo i dubbi dei genitori.

DITEGLIELO VOI

«È importante che siano i genitori a dire al figlio che arriverà un fratellino o una sorellina: venirlo a sapere da qualche amico o dai nonni potrebbe ripercuotersi sulla fiducia che i bambini hanno in mamma e papà - dice lo specialista - La mamma, durante gli ultimi mesi di gravidanza spieghi al bambino che l'arrivo di un fratellino non cambierà il suo affetto per lui».

Probabilmente, avverte il pediatra, questo non basterà a scacciare il «demone» della gelosia: «Spesso i bambini, quando c'è un nuovo arrivato, regrediscono in abilità in precedenza acquisite, mettono in broncio, rivelano eccessiva dipendenza. Il tempo e la pazienza dei genitori saranno ripagati dal fatto che i figli maggiori diventeranno i migliori custodi del fratellino e si sentiranno coinvolti e responsabilizzati nei suoi riguardi».

QUALCHE CONCESSIONE

Il consiglio alla mamma: «Prima di sedervi a dare da mangiare al neonato, assicuratevi che vostro figlio più grande sia impegnato in qualche attività e tenete a portata di mano qualcosa da mangiare o da bere in caso quest'ultimo ne avesse bisogno. Fate le stesse cose che facevate con lui prima dell'arrivo del secondo bambino. Quando non è possibile, non date sempre una giustificazione: questo potrebbe favorire il risentimento del bambino». Il consiglio al papà: «Fate sentire il bambino importante, concedendogli privilegi come un giro in macchina o in centro, o permettendogli di andare a letto un po' più tardi. Quando andate in ospedale a trovare il nuovo arrivato, preparatelo al fatto, dandogli spiegazioni rassicuranti, che il neonato potrebbe essere nell'incubatrice e la mamma potrebbe avere flebo». Il consiglio a entrambi i genitori: «Parlate con il bambino delle emozioni che prova, mostrando di comprendere sia quelle positive che quelle negative. Potrebbe essere necessario che impari che non dovrà far male al fratellino. Coinvolgetelo a occuparsi del fratellino solo se mostra interesse a farlo».

ATTENZIONE ALLA COMPETITIVITÀ

Secondo alcuni studi, la personalità risente dell'ordine di nascita, spiega il pediatra: «Niente è matematico in questo campo, ma è più probabile che i primogeniti siano più tradizionalisti, organizzati, responsabili, gelosi e perfezionisti rispetto a chi arriva dopo, più collaborativo e accomodante. Inoltre una differenza di età inferiore a due anni può determinare un aumento della rivalità, mentre una differenza oltre i 5-6 anni può far sì che entrambi i fratelli si sentano primogeniti».

Per questo è importante non minare il senso di autostima del bambino ignorandolo o rinfacciandogli le sue debolezze, magari in paragone al fratello o alla sorella più bravi a scuola e più socievoli. «La competizione spesso reciproca si accentua negli anni successivi mano a mano che l'ultimo nato acquisisce competenze, e lodare un figlio e criticare l'altro è il modo migliore per seminare zizzania», dice Ferrando. Occhio anche a non aspettarsi di più da un figlio rispetto a un altro: «Spesso siamo più duri con il primogenito e ci ammorbidiamo con i figli che vengono dopo».

LITIGI FRA FRATELLI

Lo specialista invita anche a non cercare di risolvere ogni litigio fra fratelli: «È quasi impossibile intromettersi in un litigio senza prendere le parti di qualcuno: in questo modo i genitori saranno accusati di fare favoritismi». Altrettanto grave, continua il pediatra, «dimenticare che i bambini vogliono essere diversi l'uno dall'altro. Talvolta li vestiamo o li trattiamo nello stesso modo, ma ogni bambino vuole essere diverso dai fratelli. Dinamiche particolari insorgono in situazioni come la perdita di un fratello, la presenza di bimbi disabili o malati o adottati: per queste famiglie è consigliabile un supporto psicologico», continua il pediatra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Bocconi killer, un nuovo caso

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport