10°

Salute-Fitness

«Sono rinato grazie al cuore di un altro»

«Sono rinato grazie al cuore di un altro»
0

 Daria Beverini

Caro il mio ragazzo, è arrivato il momento buono. Questo cuore è per te». E' nato due volte Roberto. La prima volta cinquant'anni fa, la seconda il 9 dicembre del 2005, quando ha finalmente sentito pronunciare da un medico queste parole.
 Era iniziato tutto nel '92, durante i controlli annuali che l’Avis prescrive a tutti i suoi donatori: «Dono il sangue da anni - comincia a raccontare Roberto, un uomo alto, dall’aspetto forte e la voce sicura -. Quella volta però dall’elettrocardiogramma è emersa un’anomalia».  
E la diagnosi è stata quella che si dice una vera e propria doccia fredda, soprattutto per un ragazzo di 32 anni: si trattava di distrofia muscolare, che aveva colpito in particolare la parte sinistra del suo corpo. E pensare che solo due anni prima, durante l’ultimo ecocardio che aveva eseguito, gli avevano assicurato che il suo sembrava il cuore di un atleta. 
«Dal primo momento mi hanno detto che avevo bisogno di un trapianto di cuore - continua Roberto - Per i 13 anni successivi sono stato costretto a prendere manciate di pillole ogni giorno, fino al 2005. Quell'ultimo anno è trascorso passando da un ricovero all’altro. Erano 50 giorni ormai che non mi alzavo più dal letto dell’ultimo ricovero quando, il 9 dicembre, hanno deciso di trasferirmi dall’ospedale di Parma a quello di Bologna, dove avrebbero dovuto attaccarmi a un cuore artificiale. Hanno attrezzato un’ambulanza e alle 15.30 sono partito, con la consapevolezza di non avere davanti a me più di 48 ore di vita».
Ha lasciato Parma senza sapere se sarebbe tornato prima o poi nella sua casa, se sarebbe riuscito a vedere ancora una volta giocare allo stadio la sua squadra del cuore, quella della sua città.
«Ero quasi arrivato a Bologna, quando è squillato il mio 
cellulare. Dall’altra parte del telefono c'era un medico, che voleva sapere dove mi trovassi. Due ore dopo sono stato portato in sala operatoria». 
Perché ad attenderlo a Bologna c'era infatti il dono di un ragazzo  che non aveva mai conosciuto ma che, nonostante questo, aveva deciso di offrire il bene più prezioso che avesse, il suo cuore. 
«L'intervento è stato lungo e difficoltoso: la preparazione, durata ore, è terminata a mezzanotte e l’intervento si è prolungato fino alle sei del mattino. Il 5 gennaio sono finalmente tornato a casa. All’inizio non è stato facile: ho avuto qualche problema a riprendere la mia vita, a ripartire ma, a un mese dall’intervento, sono riuscito a percorrere addirittura 15 chilometri in bicicletta. Ho ripreso una vita normalissima, senza più un problema, e dopo sei mesi ho ricominciato anche a lavorare».
E' una vita nuova quella che 
da cinque anni ha iniziato Roberto, tanto nuova quanto inaspettata. «All’inizio non riuscivo neanche a parlare dell’intervento, del trapianto. Appena sono uscito dall’ospedale ho cercato però di lasciarmi tutto alle spalle, di voltare pagina. Un’esperienza del genere ti cambia, è inevitabile». 
Perché  a cambiare è stato soprattutto il modo di affrontare la vita, di apprezzarla. Le cose prima scontate improvvisamente  non lo sono più, come la consapevolezza di avere dentro di sé un cuore che batte. «Oggi mi sento bene - continua -. E' come se questo cuore fosse mio,  come se lo fosse sempre stato.  A volte sento l’esigenza di mettermi in contatto con i famigliari del mio donatore, ovviamente in forma anonima, come stabilisce la legge, ma è la paura a frenarmi. Sarebbe troppo dura». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Video Gigi Pacifico Fidenza

fidenza

"Io non so" l'ultimo video di Gigi Pacifico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Duc, si lavora per riaprirlo

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

CALCIO

Parma, i conti tornano

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

AL CAMPUS

Elio e le Storie Tese in forma per l'Europa

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

RUGBY

Zebre, altro mesto rinvio

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti Foto Video

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

4commenti

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

anteprima gazzetta

Ranieri esonerato: "Pro e contro", tra sport e costume

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

11commenti

tg parma

Parma, rinnovi per Baraye e Nocciolini. Scaglia in attacco a Salò?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

IL CASO

Troppo sport fa male al desiderio

1commento

svezia

Sesso in pausa pranzo: proposta choc in un comune artico

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia