10°

Manchester

Schizofrenia, Filippo Varese si fa largo in campo mondiale

E' autore dell'innovativo studio sui rapporti tra psicosi e traumi subiti

Schizofrenia, Filippo Varese si fa largo in campo mondiale
0
 

Si è appena concluso, a Firenze, il congresso biennale che coinvolge i massimi esperti internazionali sulla schizofrenia. L’articolo più citato (apparso sulla rivista di settore Schizophrenia Bulletin) è stato il rapporto sulle ricerche condotte all’Università di Manchester. Il tema, una nuova frontiera della psicologia clinica: la relazione tra gravi psicosi (cioè stati maniacali depressivi, bipolarismo, sentire le voci) e i traumi subiti dai pazienti che le hanno sviluppate. La firma è quella di Filippo Varese, classe 1983. Partito da Parma con una laurea in Psicologia nel 2006, nell’arco di dieci anni ha scalato diversi Master con borse di studio, dottorati di ricerca, (da Liverpool a Bangor nel nord del Galles) per salire in cattedra a Liverpool con un incarico annuale. Oggi, insieme ai docenti che aveva scelto per le sue specializzazioni, è professore di Psicologia clinica a Manchester.

Manchester, che per il 2016 è città europea della scienza, è la più grande realtà universitaria del Regno Unito (10.000 dipendenti, 500 corsi di laurea). Il dipartimento dove opera il prof Volpe è un «russell group», cioè team di ricercatori altamente selezionati che ricevono importanti finanziamenti dal Regno Unito per sostenere la loro attività. «Le ricerche condotte a Manchester hanno dimostrato la relazione tra trauma e psicosi. Le persone sono più vulnerabili a seguito di un trauma. Il nostro lavoro ha spostato la prospettiva per la cura di pazienti con malattie psicotiche gravi. Per fare un paragone possiamo pensare alle maggiori probabilità per i fumatori di sviluppare un cancro. In pratica, subire traumi gravi, lutti in età precoce, violenze sessuali, atti di bullismo estremo, espone ad un rischio tre volte maggiore nei confronti della patologia psicotica. Se le violenze sono molteplici e subite in tenera età la probabilità aumenta fino a 100 volte. Ora, dopo anni di ricerche, questi dati sono riconosciuti dalla comunità scientifica, e verranno considerati in maniera più completa ed approfondita fattori di tipo psico-sociale.

I pazienti schizofrenici sono stati considerati a lungo affetti da disfunzioni cerebrali di probabile origine genetica, trattati esclusivamente con farmaci, che spesso aggiungono pesanti effetti collaterali. Pazienti «troppo malati», per i servizi sanitari, per ricevere terapie psicologiche. Una nuova frontiera, più bilanciata ed accurata, nella cura di malati spesso isolati dalla società si è sviluppata quindi grazie a studi mancuniani e Filippo Varese ne è stato parte attiva. «Mi sono avvicinato alla psicologia, per problemi che hanno avuto persone a me vicine. Ho lasciato Parma, dove mio padre gestisce la casa musicale Varese e mia madre, Silvia Magri, una bella boutique in centro, per seguire una professione completamente avulsa al mio ambito familiare. Manchester è stato il mio obiettivo da quando (durante il primo Erasmus in Portogallo, a Coimbra) sono venuto a conoscenza dei livelli di avanguardia, degli approcci pionieristici, che là stavano crescendo».

La selezione è dura, ma diversi italiani salgono in cattedra nelle università Oltremanica. «Il Regno Unito offre specializzazioni ad alto livello. Oggi ho la fortuna di essere collega dei miei ex docenti, di contribuire a ricerche che stanno cambiando aspetti importanti della psicologia clinica e di esercitare la professione di psicologo. Un ampio spettro di opportunità che, forse, in Italia non mi si sarebbero presentate. Di Parma mi mancano tante cose, ma vivo in un ambiente stimolante e dinamico, Manchester è la città più in espansione della Gran Bretagna».

Nei prossimi mesi, vista l’investitura di città europea della scienza, saremo coinvolti in un fiorire di iniziative di divulgazione delle ricerche e delle attività accademiche. C’è molto fermento e molto orgoglio per questo titolo. Per noi sono già di prassi appuntamenti fissi come i “cafè scientifiques” in cui alle famiglie, ai bambini, a chi non ha background specifici viene data la possibilità di accedere ai progessi in campo medico, scientifico o tecnologico. L’ambiente accademico è lontano dalle torri d’avorio, l’università sente la responsabilità sociale di coinvolgere la comunità nelle attività e nei progressi.” In mezzo ai tanti italiani, ricercatori e docenti, che hanno trovato in Inghilterra un ambiente fertile per sviluppare competenze e interessi, un parmigiano sta scrivendo una pagina nuova della psicologia: non è solo un cervello, ma anche un “cuore in fuga”. Attento ai metodi scientifici, ma anche a quelle relazioni umane che sono alla base della sua professione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Rissa con una lanciarazzi clandestina, arrestato 20enne tunisino

carabinieri

Arresto bis, dopo manco due mesi: 20enne tunisino è in via Burla

Protagonista di una rissa è stato trovato con lanciarazzi e droga. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

polizia

Targa falsa per commettere furti: presi  Video

Finanza

"Parmalat, il prezzo dell'opa non è adeguato": un'analisi per i soci di minoranza boccia Lactalis

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

2commenti

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

2commenti

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

1commento

lega pro

D'Aversa: "Il Feralpi, una buona squadra: un attacco forte" Video

lega pro

A Salò sarà invasione crociata: sold-out la curva (Tutte le info)

E per chi resta a Parma, diretta su Tv Parma e live sul sito

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

ITALIA/MONDO

Milano

Cade dal terrazzo del cinema, grave ragazza 14enne

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", il figlio di Mohammed Ali fermato in aeroporto

2commenti

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia