20°

Salute-Fitness

La colpa medica e la cura che non ha funzionato

La colpa medica e la cura che non ha funzionato
0

Un cittadino ci chiede cosa si intende per “colpa medica” e se sussiste sempre o meno responsabilità da parte del medico nel caso non si verifichi il risultato sperato dal paziente.

Risponde l’avvocato Lorenzo Isoppo
E’ bene chiarire come con l’uso corrente dell’espressione «colpa medica» non si intenda una particolare sotto categoria di «colpa», bensì si descriva il comportamento (meglio sarebbe parlare di condotta) in cui si evidenzi la violazione di diligenza “qualificata” richiesta nelle obbligazioni tipiche del professionista intellettuale (nel caso specifico il medico), secondo i criteri dettati dall’art. 2236 c.c. e 1176 c.c. Al fine di meglio comprendere i termini del problema dobbiamo tuttavia  premettere  che l’obbligazione del medico è generalmente di mezzi e non di risultato, tranne casi particolari quali ad esempio la chirurgia estetica, in cui il chirurgo si impegna espressamente a fornire un determinato risultato estetico precedentemente richiesto. Il paziente dovrà, in ogni caso, essere posto nelle condizioni di ricevere una prestazione rispettosa di tutte le regole della «buona arte medica» e il sanitario sarà tenuto ad adempiere con perizia e diligenza. In tal senso la Giurisprudenza di Cassazione:
«la responsabilità del medico trova titolo nell’inadempimento delle obbligazioni in base al combinato disposto degli art.li 1176 c.c. comma 2 e 2236 c.c. … trattandosi di obbligazione professionale ... la diligenza richiesta al medico è non già quella ordinaria, del buon padre di famiglia bensì quella ordinaria del buon professionista».
Cass Civ.  31 maggio 2006 Conseguentemente, sebbene l’inadempimento del professionista non possa essere desunto automaticamente dal mancato risultato (utile e sperato dal paziente), lo stesso inadempimento dovrà essere valutato proprio sulla base della possibile violazione dei doveri di diligenza. Da ultimo ricordiamo che se la prestazione richiesta risulti di natura «routinaria» il medico risponderà addirittura per colpa lieve e non per colpa grave. L'art. 2236 c.c. (che, nei casi di prestazione che implichino la soluzione di problemi tecnici particolarmente difficili, limita la responsabilità del professionista ai soli casi di dolo o colpa grave) non trova applicazione per i danni ricollegabili a negligenza o imprudenza, dei quali il professionista risponde anche solo per colpa lieve. Motivo per cui  l'applicazione dell'art. 2236 c.c. è circoscritta ai casi di imperizia ricollegabili alla particolare difficoltà di problemi tecnici che l'attività professionale in concreto renda necessario affrontare.

Ci telefona un cittadino: «Sono soddisfatto della possibilità che mi ha dato il progetto ‘Salute per Parma’ di sottopormi a visita e accertamenti diagnostici per un dolore alla spalla che avrei creduto serio, e che invece, tempestivamente arginato, si è risolto con mia soddisfazione e con poca spesa».

Risponde il dottor Fabrizio Pallini, delegato del sindaco alla Sanità, Politiche per la salute:
Quanto rilevato dal nostro concittadino rappresenta uno degli obiettivi propri del progetto «Salute per Parma tariffe agevolate» e cioè la possibilità di accesso, a tariffe agevolate appunto, a quelle prestazioni non inserite nei Lea (Livelli essenziali di assistenza) come le cure fisioterapiche, odontoiatriche, termali, sportive, ecc. che non salvano la vita, ma, migliorandone la qualità, la allungano. Ciò porta ad una riduzione dei costi per le terapie mediche, i ricoveri ecc. inducendo pertanto un notevole risparmio per il Servizio sanitario nazionale, che può così impegnare le risorse risparmiate a favore di altri settori. Ai risparmi vanno aggiunti poi quelli della spesa dell’Inps per le malattie e delle imprese per le giornate di astensione dal lavoro. Il sistema Paese ne guadagna anche attraverso una maggiore produttività e ne guadagna la comunità di Parma con una maggiore competitività.
Una ricerca del Censis del dicembre 2009 dice che il 30% della popolazione in Italia, per effetto della crisi economica, si è dovuta astenere dal curarsi. Ne consegue, oltre al resto, che questa situazione porterà ad un aumento nel medio-breve della spesa sanitaria pubblica.
«Salute per Parma» persegue gli obiettivi sopra citati, tutto ciò senza porsi in contrasto o in concorrenza con il Ssn, ma a supporto laddove i tempi per le prestazioni siano troppo lunghi e non soddisfino le aspettative e le necessità delle persone facilitando l’accesso alle prestazioni sanitarie a pagamento con una tariffa agevolata ed attraverso un sistema di prenotazione semplice ed efficiente puntando in particolare sulle agevolazioni tariffarie di quelle prestazioni escluse dai Lea (livelli essenziali di assistenza).
Ed in effetti la richiesta di prestazioni di questo tipo da parte degli utenti, sempre raccomandata da tutti i medici come «prevenzione» di effetti più gravi e a volte invalidanti, è attualmente attestata su numeri alti. Questa Agenzia sta completando l’elaborazione delle prestazioni finora erogate da «Salute per Parma» che comunque si attestano ben oltre i 25mila accessi con ampia prevalenza per la fisioterapia e le cure odontoiatriche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «Vivo a Bixio, lavoro e ho tanti amici»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «Vivo a Bixio, lavoro e ho tanti amici»

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo finisce sull'elicottero

Formaggio

La grana del grana

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

4commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

2commenti

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

17commenti

TRAVERSETOLO

Sorpreso ad abbandonare rifiuti, rimedia ripulendo la discarica

Colto in flagranza dai vigili. Ha anche realizzato una staccionata a sue spese

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Schiaffo a Trump: non ha i voti per abolire l'Obamacare

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

2commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery