Ricerca «made in Parma»

Lo stress fa male al cuore. Anche più del colesterolo

Lo stress fa male al cuore. Anche più del colesterolo
Ricevi gratis le news
0
 

Lo stress ha un ruolo fondamentale nell'insorgenza delle malattie cardiocircolatorie. L'abbiamo sempre saputo, ma oggi una pubblicazione scientifica «made in Parma» non solo lo conferma, ma evidenzia che stress, ansia e depressione potrebbero avere un impatto superiore a quello dei fattori di rischio finora giudicati essenziali nella genesi dei disturbi del cuore come sovrappeso, colesterolo, sedentarietà. La pubblicazione rappresenta un numero speciale della rivista scientifica internazionale «Neuroscience & biobehavioral reviews» intitolato «Stress, behavior and the heart» («Stress, comportamento e cuore»), curato da Andrea Sgoifo, professore associato di fisiologia e coordinatore del laboratorio di fisiologia dello stress dell'università di Parma.

Il fascicolo è il frutto di due anni di lavoro, al quale hanno contribuito esperti internazionali con competenze variegate e complementari: neuroscienziati, epidemiologi, cardiologi, fisiologi, farmacologi, psichiatri e psicologi. Ne è risultata una collezione di 19 articoli che fanno il punto sulle conoscenze più recenti riguardo al rapporto tra stress, comportamento e salute cardiovascolare.

Professor Sgoifo, qual è la novità più rilevante di questa pubblicazione?

«La ricerca clinica e preclinica su uomini e animali rafforza, dati oggettivi alla mano, il senso comune che assegna un legame stretto e inscindibile tra stati mentali e disturbi cardiovascolari. Condizioni di stress episodico e cronico, alterazioni psicologiche come ansia e depressione, caratteristiche di personalità come rabbia e ostilità sono fattori che influenzano significativamente tanto l’insorgenza quanto la progressione di patologie a carico del sistema cardiocircolatorio, come l’aterosclerosi, l’ipertensione, l’ictus e le aritmie. Ciò che colpisce, alla luce delle evidenze scientifiche più recenti, è il fatto che questi fattori psicologici hanno un impatto che è per lo meno pari, se non addirittura superiore, a quello dovuto ai fattori di rischio tradizionali come sovrappeso, elevati tassi di colesterolo, carenza di esercizio fisico».

Ci sono categorie sociali più colpite?

«Negli ultimi anni, molti studi internazionali hanno aggiunto tasselli importanti nella comprensione dei substrati neurobiologici, genetici ed epigenetici che mettono in relazione stress, comportamento e funzione cardiovascolare. Vi si riporta, ad esempio, che il rischio cardiovascolare è inversamente proporzionale allo status sociale e che questo legame dipende in larga parte dalla maggior frequenza di comportamenti poco salutari come il tabagismo, l’alimentazione scorretta, la carenza di esercizio fisico nella popolazione di basso rango sociale. Un’altra questione interessante è l’intima relazione tra depressione e malattia cardiovascolare. Una serie di studi rivela che la depressione aumenta il rischio cardiovascolare dell’80%. Anche in questo caso il ruolo della depressione è mediato da uno stile di vita poco salutare, che include anche l’uso eccessivo di alcol e la scarsa osservanza delle prescrizioni terapeutiche dei medici. Da un punto di vista biologico, la correlazione tra disturbi dell’umore e disfunzioni cardiovascolari sembra risiedere in disfunzioni del sistema nervoso autonomo, dell’asse neuroendocrino ipotalamo-ipofisi-corticosurrene e del sistema immunitario».

I problemi cardiovascolari cambiano a seconda del genere?

«Le differenze di genere sono un’altra questione di grande attualità che vengono esaminate in questo numero speciale. La donna è doppiamente più a rischio di disordini psichiatrici stress-correlati rispetto all’uomo (ansia, depressione, disturbi da stress post-traumatico) e questi disordini sono fortemente associati ad elevato rischio cardiovascolare. Eppure, la ricerca clinica e sperimentale continua a privilegiare protocolli focalizzati sul genere maschile, a raccogliere dati sul maschio e a proporre linee guida che poi vengono semplicisticamente traslate alla femmina, senza tenere in debito conto che tanto le cause di stress sociale quanto i substrati biologici delle alterazioni psicologiche e cardiovascolari sono tutt’altro che identici tra i generi».

Come si possono limitare i danni dello stress sul sistema cardiovascolare?

«La risposta a questa domanda è già in buona parte in quanto appena raccontato. Oltre ad affidarci agli specialisti (cardiologi e psichiatri) e alle terapie farmacologiche che ci potranno prescrivere, dobbiamo assumere un atteggiamento consapevole e responsabile sull’impostazione dei nostri rapporti interpersonali e dei nostri stili di vita in senso più generale. È opportuno ricorrere senza pregiudizi a figure professionali, spesso poco consultate, come gli psicologi e i nutrizionisti, che ci possono dare un aiuto fondamentale nel correggere e riorientare i nostri comportamenti sociali, alimentari e ricreativi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande