Oculistica

Occhi senza lacrime

Occhi senza lacrime
Ricevi gratis le news
0

Monica Tiezzi

Occhi arrossati, palpebre gonfie, bruciore, prurito e sensazione di sabbia, fatica a sopportare le fonti di luce? Potreste soffrire di quello che comunemente - e spesso erroneamente - viene definito «occhio secco» e che è in realtà la Sindrome da disfunzione lacrimale o Lds (Lacrimal dysfunction syndrome), patologia in aumento, che può compromettere la guida notturna, la lettura, il lavoro al pc, anche la visione della tv e nelle forme più gravi causare danni alla superficie oculare. Ne parliamo con Pierangela Rubino, dirigente medico della Clinica oculistica dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Parma.

Quali sono le cause della Lds?

Una visione normale dipende da un film lacrimale ben distribuito sulla superficie oculare che è pertanto ben lubrificata. Questo a sua volta dipende da un’adeguata quantità e composizione delle lacrime, dalla loro distribuzione sulla superficie oculare, da una normale ammiccamento e chiusura delle palpebre, e da un turnover del film lacrimale. Se sono presenti tali alterazioni può insorgere la patologia perchè si verifica un’instabilità del film lacrimale a causa di alterazioni qualitative e quantitative. Non solo le lacrime non riescono più a svolgere la loro funzione protettiva e lubrificante, ma possono diventare tossiche perché le sostanze infiammatorie in esse contenute e i detriti non sono «spazzati» via dalla superficie oculare e la loro permanenza è la causa del danno. Il paziente presenterà un’infiammazione della superficie oculare che, se non trattata, innescherà un circolo vizioso che potrà portare ad erosioni corneali.

Chi è più colpito dal problema?

Le stime della prevalenza della Lds vanno dal 10% al 20% della popolazione adulta. I pazienti più frequentemente colpiti sono prevalentemente donne, nel periodo post-menopausale: circa il 20% delle donne nel post-menopausa soffrono di occhio secco, soprattutto se utilizzano come terapia sostitutiva i soli estrogeni.

Ci sono fattori predisponenti?

L’utilizzo di lenti a contatto, il tipo e l'ambiente di lavoro. Per esempio i videoterminalisti, o comunque coloro che durante la loro attività sono costretti a tenere gli occhi aperti, presentano una maggiore evaporazione delle lacrime per la riduzione dell’ammiccamento. Altri pazienti a rischio sono i pazienti con cheratocongiuntivite allergica, i pazienti glaucomatosi o comunque quelli in trattamento farmacologico cronico, soprattutto se con colliri conservati, i pazienti con infezioni, quelli con blefariti e meibomiti e i pazienti sottoposti a chirurgia sia del segmento anteriore che posteriore.

Lo stile di vita dei pazienti e alcune abitudini alimentari possono causare un deficit di vitamina A e di grassi omega 3, causando una maggiore predisposizione alla Lds. Trattamenti farmacologici con diuretici, beta bloccanti, antistaminici, inibitori della pompa protonica (anti-H1), ansiolitici, la chemioterapia e la radioterapia sono altri fattori di rischio. Infine alcune patologie autoimmuni, oltre alla nota sindrome di Sjogren sia primaria che secondaria ad artrite reumatoide, possono essere la causa di Lds, come la colangite stenosante e la cirrosi biliare primitiva. Anche i pazienti affetti da epatite C possono sviluppare Lds.

Come si cura la Lds?

Abbiamo a disposizione diverse armi, che vanno dalle lacrime artificiali agli antinfiammatori e agli integratori. La terapia deve mirare a migliorare l’instabilità del film lacrimale. Il trattamento deve essere costante, completo e duraturo nel tempo e deve essere effettuato più volte al giorno, pertanto devono essere preferiti i farmaci non conservati per limitare gli effetti tossici del conservante sulla superficie oculare. Il paziente deve prendere coscienza che si tratta di una malattia cronica e che anche la terapia deve essere cronica. Ci vorranno diverse settimane o mesi prima di ottenere miglioramenti. Per stabilizzare il film lacrimale è importante migliorare il volume delle lacrime che tende a ridursi per l’eccessiva evaporazione. L’acido ialuronico rappresenta il metodo principale del trattamento della patologia. Si tratta di un polisaccaride che presenta un insieme di cariche negative che hanno la funzione di legare grandi quantità d’acqua. Presente fisiologicamente nelle lacrime normali, è uno dei primi sostituti lacrimali, usato già dalla metà degli anni ’80. Ci sono diverse formulazioni di colliri a base di acido ialuronico e la scelta dipende dalle condizioni di partenza della superficie oculare. Per contrastare l’infiammazione, spesso presente, utile è talvolta l’uso di antinfiammatori: devono essere somministrati per periodi più o meno lunghi e scalati molto lentamente. Utile anche la ciclosporina A topica, ma il suo effetto non è immediato.

Altri trattamenti o precauzioni?

Occorrerebbe migliorare le condizioni ambientali che favoriscono la patologia, trattare la blefarite e la meibomite con impacchi caldi associati ad antibiotici topici e/o sistemici a base di tetracicline, quest’ultimi se necessari. Non da ultimi i trattamenti chirurgici che mirino a correggere i difetti di chiusura palpebrale o le mal-apposizioni palpebrale. Nei casi in cui l’epitelio corneale è gravemente danneggiato, sono utili i trattamenti con bendaggi compressivi, lenti a contatto o l’uso della membrana amniotica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande