-2°

Salute-Fitness

Parti: in Emilia Romagna uno su tre è con il cesareo

Parti: in Emilia Romagna uno su tre è con il cesareo
3

 L'Emilia-Romagna va, soprattutto nei grandi centri, un po' meglio del resto d’Italia, ma restano comunque troppi i parti che avvengono per taglio cesareo. Di questo tema si è discusso oggi pomeriggio al policlinico Sant'Orsola in una tavola rotonda organizzata dall’Onda(Osservatorio nazionale sulla salute della donna) in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.
Con il 30% di cesarei l’Emilia-Romagna è al sesto posto in Italia ma, dietro questo dato, si nascondono realtà molto differenziate: se i grandi ospedali con oltre 1000 nascite all’anno registrano, ad eccezione dei Riuniti di Parma, un calo di circa il 3%, i centri medio piccoli mantengono percentuali molto più alte, stabilmente sopra il 40% e, a volte, intorno all’80%. 

«La nostra attività – ha detto Francesca Merzagorapresidente di Onda – ha vari profili, da quello istituzionale,attraverso il gruppo trasversale di parlamentari che collaboracon noi, a quello informativo. All’interno della partnership conl'Oms partecipiamo ad incontri annuali per parlare di queste problematiche e promuovere mozioni, come quella approvata nel giugno 2009, che invitino governo e regioni italiane ad intraprendere azioni concrete contro l’abuso di cesarei».
Una posizione questa, condivisa da Mario Merialdi, deldipartimento di salute riproduttiva dell’Oms, che ha ricordatol'attività di monitoraggio e studio delle determinanti medichee culturali del cesareo che l’organizzazione svolge in tutto ilmondo.  «Noi agiamo come una sorta di lobby parlamentare per muoverele azioni legislative più velocemente – ha detto la senatrice Laura Bianconi, membro della commissione sanità – un lavoro chefunziona, come ha evidenziato anche il discorso che ieri il ministro Fazio ha tenuto in occasione del congresso nazionale dei ginecologi a Milano».

 «La nostra regione – ha detto Mariella Martini, neodirettrice generale della sanità dell’Emilia-Romagna -interviene da sempre con leggi e altre iniziative su tutto ilpercorso nascita. Il 30% di cesarei ci vede in buona posizionein Italia, ma i margini di miglioramento sono molti e contiamonei prossimi anni di ottenere risultati migliori».
 Il record di cesarei va alle case di cura private come laVilla Regina di Bologna (86%), un record a livello nazionale,seguita dalla Clinica Città di Parma (51%). Intorno al 30%,cioè con buoni risultati, vi sono il Sant'Orsola di Bologna(35%) e il Policlinico di Modena (29,2%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PAOLO

    16 Novembre @ 10.27

    Premesso, che ad ogni minimo dubbio, al giorno d'oggi, meglio fare un cesareo e evitare situazioni che possano degenerare e creare grossi problemi ( non mi sembra il caso che per lesinare un cesareo si prendano dei rischi eccessivi). Detto questo concordo con Maurizio, il dato sulle cliniche private insospettisce, sarà che secondo me la sanità deve essere solo pubblica e non privata!! ( è vero che nel pubblico ci sono sprechi, ma nel privato l'unica logica è il profitto e il denaro )

    Rispondi

  • alessandra

    16 Novembre @ 10.18

    Per forza fanno i cesari,mia cognata lo hanno tenuta 2 giorni in travaglio e dopo povera li hanno fatto cesareo.Ma se una donna non riesce a partorire basta fatte cesareo o al limite epidurale ma e a pagamento 1070euro ce gente che non se lo può permettere.

    Rispondi

  • Geronimo

    16 Novembre @ 09.53

    Dato che dovrebbe far riflettere, cliniche private che hanno percentuali record di cesarei. è la sanità pubblica o privata che non funziona? Diciamo la verità, nel privato si tende al cesareo perchè garantisce maggiori entrate statali.... Sulla pelle del paziente naturalmente

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

2commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

11commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria