Salute-Fitness

Parti: in Emilia Romagna uno su tre è con il cesareo

Parti: in Emilia Romagna uno su tre è con il cesareo
3

 L'Emilia-Romagna va, soprattutto nei grandi centri, un po' meglio del resto d’Italia, ma restano comunque troppi i parti che avvengono per taglio cesareo. Di questo tema si è discusso oggi pomeriggio al policlinico Sant'Orsola in una tavola rotonda organizzata dall’Onda(Osservatorio nazionale sulla salute della donna) in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.
Con il 30% di cesarei l’Emilia-Romagna è al sesto posto in Italia ma, dietro questo dato, si nascondono realtà molto differenziate: se i grandi ospedali con oltre 1000 nascite all’anno registrano, ad eccezione dei Riuniti di Parma, un calo di circa il 3%, i centri medio piccoli mantengono percentuali molto più alte, stabilmente sopra il 40% e, a volte, intorno all’80%. 

«La nostra attività – ha detto Francesca Merzagorapresidente di Onda – ha vari profili, da quello istituzionale,attraverso il gruppo trasversale di parlamentari che collaboracon noi, a quello informativo. All’interno della partnership conl'Oms partecipiamo ad incontri annuali per parlare di queste problematiche e promuovere mozioni, come quella approvata nel giugno 2009, che invitino governo e regioni italiane ad intraprendere azioni concrete contro l’abuso di cesarei».
Una posizione questa, condivisa da Mario Merialdi, deldipartimento di salute riproduttiva dell’Oms, che ha ricordatol'attività di monitoraggio e studio delle determinanti medichee culturali del cesareo che l’organizzazione svolge in tutto ilmondo.  «Noi agiamo come una sorta di lobby parlamentare per muoverele azioni legislative più velocemente – ha detto la senatrice Laura Bianconi, membro della commissione sanità – un lavoro chefunziona, come ha evidenziato anche il discorso che ieri il ministro Fazio ha tenuto in occasione del congresso nazionale dei ginecologi a Milano».

 «La nostra regione – ha detto Mariella Martini, neodirettrice generale della sanità dell’Emilia-Romagna -interviene da sempre con leggi e altre iniziative su tutto ilpercorso nascita. Il 30% di cesarei ci vede in buona posizionein Italia, ma i margini di miglioramento sono molti e contiamonei prossimi anni di ottenere risultati migliori».
 Il record di cesarei va alle case di cura private come laVilla Regina di Bologna (86%), un record a livello nazionale,seguita dalla Clinica Città di Parma (51%). Intorno al 30%,cioè con buoni risultati, vi sono il Sant'Orsola di Bologna(35%) e il Policlinico di Modena (29,2%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PAOLO

    16 Novembre @ 10.27

    Premesso, che ad ogni minimo dubbio, al giorno d'oggi, meglio fare un cesareo e evitare situazioni che possano degenerare e creare grossi problemi ( non mi sembra il caso che per lesinare un cesareo si prendano dei rischi eccessivi). Detto questo concordo con Maurizio, il dato sulle cliniche private insospettisce, sarà che secondo me la sanità deve essere solo pubblica e non privata!! ( è vero che nel pubblico ci sono sprechi, ma nel privato l'unica logica è il profitto e il denaro )

    Rispondi

  • alessandra

    16 Novembre @ 10.18

    Per forza fanno i cesari,mia cognata lo hanno tenuta 2 giorni in travaglio e dopo povera li hanno fatto cesareo.Ma se una donna non riesce a partorire basta fatte cesareo o al limite epidurale ma e a pagamento 1070euro ce gente che non se lo può permettere.

    Rispondi

  • Geronimo

    16 Novembre @ 09.53

    Dato che dovrebbe far riflettere, cliniche private che hanno percentuali record di cesarei. è la sanità pubblica o privata che non funziona? Diciamo la verità, nel privato si tende al cesareo perchè garantisce maggiori entrate statali.... Sulla pelle del paziente naturalmente

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

incidente

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

3commenti

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)