10°

Salute-Fitness

La maternità al giorno d'oggi

Ricevi gratis le news
0

Madri non si nasce ma si diventa. Questo il punto di partenza, la motivazione che sta alla base degli attuali percorsi di accompagnamento al parto che trovano un rinnovato interesse nell’odierna cultura puerocentrica caratterizzata da una positiva attenzione verso i figli e da una crescente complessità di vissuti ed esperienze.
Epidurale o parto naturale? Allattamento al seno, misto o artificiale? Asilo nido, baby sytter o tagesmutter? Rientro al lavoro immediato o posticipato…?
Questi i quesiti su cui negli ultimi anni frequentemente si interrogano le coppie e  la donna in attesa.
I giornali, le riviste specializzate del settore fanno eco lasciando frequentemente la donna sola in una moltitudine  disorientante o viceversa «indirizzata» da un’informazione incasellante, schiacciante.
Le madri di oggi, infatti, non sono più le madri di ieri, sono cambiate. Come mutate sono le circostanze sociali in cui si realizza la maternità.
Nella società moderna più che mai l’identità  materna non è più considerata  un fatto naturale ma un’identità che si costruisce attraverso l’acquisizione e l’esercizio di abilità e competenze non riducibili alle sole abilità di gestione quotidiana del proprio bambino.
Divenire madri nel 2011 comporta una più complessa e precisa coscienza, richiede responsabilità e consapevolezza del ruolo familiare e sociale con cui ci si relaziona.
L’Associazione «Maternamente» con il suoi corsi cerca di dare risposta  alle molteplici e diversificate richieste della genitorialità di oggi attraverso la creazione di un percorso appositamente dedicato alla nascita e al post-parto. La creazioni di gruppi di neomamme e di neopapà  sono pensati per coloro che desiderano avvicinarsi al mondo del bambino ed interrogarsi sul significato del divenire genitori.
Si vuole offrire non solo uno specialistico  supporto formativo, ma soprattutto creare un’occasione di scambio emotivo in questo delicato momento di crescita personale e di coppia.
Il progetto crede fermamente che l’identità di ruolo si costruisca attraverso piccoli step, attraverso l’ascolto, la disponibilità, l’apertura al confronto, la consapevolezza dei propri limiti, l’attesa, la pazienza, il coraggio di intraprendere scelte in autonomia.
Si tratta di un cammino che coglie la possibilità di un dialogo, di uno scambio interattivo tra le molteplici parti protagoniste di questo scenario, di uno spazio in cui genitori e operatori si confrontano per sostenersi reciprocamente nelle difficoltà che la crescita di un figlio comporta e che molti versi trasforma. 
Maternamente non vuole sottovalutare né tantomeno dimenticare l’aspetto naturale legato alla maternità, desidera salvaguardare gli aspetti più sani e profondi attraverso l’ascolto degli istinti che dovrebbero sottendere certe scelte piuttosto di altre. Tutto ciò può avvenire solo nell’ottica di   un continuo e incessante confronto tra esigenze e possibilità che ciascuna realtà singolare prospetta, appoggiando la scelta più vicina e percorribile che si presenta di volta in volta e per ciascuno in maniera diversa, con l’attenzione, la criticità  e la flessibilità che ciascun contesto relazionale e familiare richiede.
In questo modo ha sostenuto la scelta di alcuni professionisti (psicologi, ostetriche, fisioterapisti, ginecologi, pediatri) che hanno permesso di pensare all’evento nascita come ad un momento esclusivo, trasformativo ma soprattutto anche naturale senza incappare necessariamente nella tentazione di promuovere procedure di facile e pronto utilizzo che non tengano in buon conto appunto delle reali possibilità che ciascuna singola realtà ha davanti a sé.
Non si può delegare a procedure sbrigative, preconfezionate ed omologate la complessità di questo antico evento bio-psicologico sacrificandone la molteplicità espressiva.
In questo Maternamente vuole offrire quel contributo originale e un po’ alternativo ai normali prodotti di settore già presenti sul mercato.
Il progetto vuole infine aprire la strada a nuove ed analoghe iniziative nella convinzione che crescere in un mondo nel quale adulti e bambini possono dialogare, cosi come genitori e figli, genitori e personale sanitario, è un’esperienza possibile.
RobertaBianchi
Elisa Mazzola
Psicologhe dell'associazione Maternamente
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video