22°

Salute-Fitness

Addio alla sigaretta, grazie ai Centri antifumo

Addio alla sigaretta, grazie ai Centri antifumo
1

 Un giovane studente chiede: «Esistono dei percorsi per smettere di fumare? Quali?»  

 
Risponde  il dottor Fabrizio Pallini, delegato del sindaco alla Sanità  
Il fumo di tabacco, nelle sue varie forme, non solo è un’abitudine, un piacere, un modo per rilassarsi, ma costituisce di fatto una dipendenza patologica da sostanze, seppur con minor impatto sociale di altri tipi di dipendenze.  Il meccanismo è identico: all’inizio l’assunzione della sostanza psicoattiva, in questo caso la nicotina, può essere addirittura spiacevole ma, per i suoi effetti sulla psiche, sull’umore, sull’attenzione e sulla concentrazione, in poco tempo diventa un comodo aiuto in tante situazioni, fino ad arrivare a sembrare indispensabile in molti momenti della giornata. 
Alla fine la sua assenza produce effetti negativi a cui si pone rimedio accendendo un’altra sigaretta. La Regione Emilia-Romagna pubblica ogni anno un rapporto su «Consumo e dipendenze da sostanze», in cui la dipendenza da fumo è ampiamente trattata e tenuta sotto stretta osservazione.
Diciamo però che se il 66% della popolazione ha provato a fumare sigarette almeno una volta nella vita, «solo» il 35%, cioè poco più della metà, ha continuato a fumare. Le differenze fra uomini e donne si fanno sempre minori. Dopo una prima iniziale diminuzione dei consumi di tabacco, anche per effetto della legge Sirchia - introdotta nel 2003 per regolamentare il fumo in tutti i locali chiusi pubblici e privati (compresi i luoghi di lavoro e le strutture del settore dell’ospitalità), efficace soprattutto per la riduzione del pericolo costituito dal fumo passivo, particolarmente nocivo e pericoloso per gli «organismi in crescita», come bambini e ragazzi, in cui l’immaturità dei meccanismi di protezione naturali rende ancor più suscettibili di malattia i tessuti e gli organi bersaglio -, oggi assistiamo ad un aumento dei fumatori: negli ultimi 12 mesi, tra i 25-34enni si è notato un incremento dei consumi dal 32 al 41% nelle femmine e dal 36 al 45% nei maschi.
Le malattie correlate al fumo di tabacco sono note e le riassumiamo rapidamente: sono di natura tossica e cancerogena e coinvolgono non solo l’apparato respiratorio, ma anche il cuore e il circolo legati come sono dalla necessità di ossigenazione del sangue.
 Se l’abitudine o la dipendenza è difficile da vincere, chi voglia - o debba - smettere di fumare può contare oggi sull’aiuto dei «Centri antifumo»,  strutture sanitarie attive anche a Parma che attuano un vero e proprio trattamento di disassuefazione dopo aver raccolto le abitudini del fumatore, aver valutato il grado di dipendenza da nicotina e il suo stato di salute complessivo.  Tale trattamento ha durata variabile, ma mediamente di un anno data l’effettiva difficoltà di ottenere risultati duraturi. Dal 2007 la Regione Emilia Romagna ha ritenuto di ampliare il contrasto al tabagismo attraverso l’adozione di diverse misure fra cui quella di agevolare l’accesso ai Centri antifumo, rendendo completamente gratuito il percorso di disassuefazione.
Il Centro antifumo di Parma è attivo all’Ospedale Rasori, lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 19.30, tel. 0521/703494 per informazioni e prenotazioni. Per accedere basta l’impegnativa del medico curante, senza il pagamento di ticket.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • biba

    14 Febbraio @ 22.32

    Forse il Dr. Pallini non sa che contattare il centro antifumo presso l'ospedale Rasori è impossibile, nei giorni di apertura, come indicato nell'articolo, non c'è nessuno e altrettanti, cioè nessuno, risponde al telefono!!!! Provato e riprovato più volte, e se si chiedono informazioni sul posto bocche cucite, non sanno niente!!! Peccato, quando c'è la volontà spesso mancano gli aiuti tanto acclamati.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon