-4°

Salute-Fitness

Quella scuola in Kenya che parla anche di Parma

Quella scuola in Kenya che parla anche di Parma
0

di Monica Tiezzi
Il disagio e l'emarginazione di casa nostra si combattono anche con progetti contro il disagio e l'emarginazione globale.  E' così che l'associazione parmigiana di promozione della salute mentale «Va' pensiero» e l'associazione nazionale «Parole ritrovate» (che riunisce operatori, pazienti e familiari nell'ambito della riabilitazione psichiatrica) hanno sponsorizzato e costruito (assieme a «Itake-Italia Kenia», gruppo  non governativo di cooperazione internazionale)  una scuola professionale  nel villaggio keniota di Muyeye.
La «Muyeye polytechnic school» è stata inaugurata il 17 febbraio nel villaggio a sette chilometri da Malindi alla presenza del ministro keniota  della cultura  Maina Kamanda, di studenti e genitori locali e di un   gruppo di italiani da 11 regioni  (Friuli, Veneto, Trentino, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna, Sicilia)  coinvolte nel progetto.
Un progetto  nato nel novembre del 2009, quando è iniziata -  con maestranze locali,  la supervisione di un tecnico italiano e il controllo di rappresentanti degli 11 gruppi regionali che si sono alternati a garanzia del corretto impiego dei fondi -  la costruzione della scuola, un istituto superiore  per  ragazzi dai 14 ai 18 anni. Già un anno fa una delegazione parmigiana  - composta  dall'educatore del servizio di salute mentale dell'Ausl di Parma Massimo Costa e da cinque utenti - era stata a Muyeye. Stavolta il gruppo parmigiano (formato da Costa, da Gianluca Bonaventura e Luciana Iotti di Va' pensiero e da un utente del servizio salute mentale), partito il 12 febbraio e tornato il 20,  ha potuto partecipare all'inaugurazione della scuola, 400 metri quadrati divisi in tre edifici destinati alla direzione e amministrazione, alle aule e ai laboratori.
Sono già una sessantina gli alunni kenioti che da settembre frequentano l'istituto, pur fra mille difficoltà. I sei corsi  - costruzioni, elettronica, sartoria, informatica, meccanica, italiano, e c'è in progetto anche un corso di pelletteria - non sono ancora tutti pienamente attivi per la mancanza di attrezzature. «Servono pc, macchine da cucire moderne, strumenti per la meccanica e arredi. I rappresentanti del governo keniota hanno promesso il loro impegno, speriamo» dice Massimo Costa. L'Italia ha fatto la sua parte finanziando il progetto  con 120 mila euro (60 mila da Parole ritrovate e 60 mila da Itake),  ma ora è importante che la scuola cominci a camminare sulle gambe degli africani.
Cosa non facile. «In un Paese  dove si vive con due euro al giorno, le tasse scolastiche ammontano a 120 euro l'anno e pochi genitori sono in grado di pagarle», dice Costa. E dei  sette insegnanti della scuola, solo quattro sono stati messi a disposizione - e pagati - dal governo.
Difficoltà che si spera di superare responsabilizzando i genitori,  che saranno comunque chiamati a contribuire secondo le loro possibilità. Intanto è importante che la scuola sia partita e che tanti ragazzi abbiano una prospettiva di istruzione e lavoro.
Il coinvolgimento di Parma nel progetto è partito mesi fa, anche con l'aiuto di Provincia,   Comune e Ausl che hanno contribuito al finanziamento dei viaggi di operatori e utenti. Ma non solo. «Abbiamo coinvolto una trentina di utenti del Servizio salute mentale con attività di raccolta fondi per la scuola: feste, proiezioni di film, vendita di simboliche ‘azioni’ pro Muyeye», spiega Costa. La partecipazione diretta di alcuni pazienti al viaggio del febbraio 2010 e   all'inaugurazione di due settimane fa   è stata la riprova della validità del progetto. «Si sono sentiti parte di un'iniziativa importante di solidarietà e volontariato ed è aumentata la loro autostima - spiega Rossella Cocconi, direttrice della Riabilitazione del Dipartimento  di salute mentale e dipendenze patologiche dell'Ausl -  Sul piano sociale e pubblico, queste iniziative riescono a sconfiggere tanti pregiudizi sulla malattia mentale».
«Muyeye è stata un'esperienza importante perchè per la prima volta siamo stati impegnati a fare qualcosa non per il mondo del disagio mentale, ma per  i più poveri», aggiunge Andrea Panizzi di Va' pensiero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paul McCartney contro la Sony: "Rivoglio i diritti dei Beatles"

musica

Paul McCartney contro la Sony: "Rivoglio i diritti dei Beatles"

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

7commenti

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Il Soccorso Alpino di Parma opera sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

4commenti

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

6commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

PGN

Tutti i concerti del 2017

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

4commenti

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

FRANCIA

Bimba di 14 mesi sbranata dal rottweiler della sua famiglia

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta