13°

31°

Salute-Fitness

Starnuti e lacrime: allergie in agguato

Starnuti e lacrime: allergie in agguato
0

 Tra pochi giorni inizia la primavera, stagione che per
chi soffre di allergie ai pollini è caratterizzata da occhi che lacrimano, naso che cola, addirittura asma. Ma quali sono le armi a disposizione della popolazione allergica – a oggi il 25% del totale ma secondo gli esperti  in costante aumento – e come prevenire questa fastidiosa malattia, dovuta a un malfunzionamento del nostro sistema immunitario?
Ne parliamo con Patrizia Barcella, allergologa della Casa di cura Piccole Figlie, che sottolinea subito il suo punto di vista sull’argomento: «Deve diffondersi sempre di più la consapevolezza che esiste l’allergologia che non cura solo i sintomi ma prova a intervenire sulla causa delle allergie. Troppo spesso ci ritroviamo nei nostri ambulatori adulti asmatici che potevano invece essere curati da bambini. Il messaggio deve arrivare soprattutto alle mamme di oggi: se vostro figlio mostra anche lievi sintomi allergici, dalla dermatite atopica alla tosse, dalla rinite alla congiuntivite, portatelo dal pediatra e fatevi indirizzare all’allergologo. Una rinite allergica non curata può evolvere poi in asma; se si interviene subito con l’immunoterapia invece si evita di arrivare all’asma e si può avere la remissione sintomatologica. Non solo, non sono rari i casi in cui si sviluppa un’allergia a una sola sostanza e si finisce poi per diventare soggetti poliallergici: anche per queste persone una terapia precoce può evitare la comparsa di più allergie. O ancora, esistono le allergie incrociate, così chi è allergico alla betulla può essere allergico alla mela, chi è allergico alle graminacee può incorrere in reazioni spiacevoli dopo avere mangiato pesca, pomodoro, kiwi, melone o anguria, soprattutto se questi alimenti vengono ingeriti nella stessa stagione in cui sono presenti i pollini».
Numerosi  e diversi i pollini che possono provocare reazioni allergiche: per capire qual è la causa scatenante dell’allergia si può collegare il periodo in cui compaiono i sintomi con un calendario pollinico, in modo da sapere quali allergeni sono presenti in quel periodo.
Per esempio, se l’allergia inizia a febbraio o marzo si sarà sensibili ai pollini degli alberi (betulla, quercia, ontano, nocciolo), da aprile a giugno invece gli allergeni più diffusi sono i pollini delle graminacee, della lanciuola e della parietaria. Se l’allergia ha il suo picco ad agosto, il responsabile sarà l’assenzio, o l’ambrosia.
Secondo Barcella, il ricorso ad antistaminici o a cortisonici per alleviare i sintomi dell’allergia non agisce sulla causa della malattia, ma solo sui suoi sintomi.
 «L’allergia infatti è una disregolazione del sistema immunitario.  Possiamo immaginare il sistema immunitario di una persona allergica come un soldato in trincea che sta sbagliando l’obiettivo:  invece di sparare contro i nemici rivolge le sue armi contro i commilitoni. Così, nei soggetti allergici si creano anticorpi di tipo IgE contro sostanze innocue, come i pollini, invece che contro i virus o i batteri. Le IgE provocano poi in particolari cellule dette mastociti il rilascio dell’istamina, la sostanza che è responsabile di tutti i sintomi dell’allergia, dalla rinite, alla congiuntivite all’asma fino (nel caso delle allergie alimentari) allo shock anafilattico. A questo punto, quando viene rilasciata l’istamina, a noi allergologi non rimane che somministrare ai pazienti farmaci antistaminici o cortisonici. La strada migliore, l’unica terapia che agisce sulla causa dell’allergia, prima che l’istamina venga rilasciata e prima che si attivino gli anticorpi, è quella dell’immunoterapia specifica (il cosiddetto “vaccino”)».
I vaccini per l’allergia contengono la sostanza allergizzante, unita a particolari sostanze dette adiuvanti che potenziano la risposta immunitaria: la terapia – che può durare dai tre ai cinque anni – prevede la somministrazione di dosi crescenti di allergene.
 «I due  modi più diffusi di somministrazione sono le iniezioni oppure la terapia sublinguale, che è molto utilizzata nei bambini» aggiunge Barcella, «In campo immunologico poi si stanno sperimentando strade sempre nuove, dai peptidi, a nuove vie di somministrazione: dai vaccini intralinfonodali eco guidati, alla possibilità di una somministrazione transdermica per le allergie alimentari: in questo campo non si è mai abbastanza all’avanguardia».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro"

la storia

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Incidente

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Ancora furti. Stavolta nella palestra della Magik

Bertolucci, telecamere spente. E sparisce una bici al giorno

1commento

baseball in lutto

Lo sport di Parma piange Davide Bassi

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

32commenti

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

15commenti

PARMA

Trasporto pubblico: Tep fa ricorso contro BusItalia Video

Sollevate contestazioni sul piano formale e sulla sostenibilità del piano economico-finanziario

4commenti

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

scuola

Bando integrazione scolastica, le critiche degli educatori Video

PARMA

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: studente ricoverato al Maggiore

Il ragazzo, minorenne, è in buone condizioni di salute

5commenti

Carabinieri

Spaccio a domicilio: arrestato 30enne a Sorbolo

1commento

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

PARMA

Cassa espansione del Baganza: assemblea dei comitati per un progetto alternativo Video

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

GRAN BRETAGNA

Custode dello zoo sbranata da una tigre

l'allarme

Troppo facile comprare armi su internet Video

SOCIETA'

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

MEDIO ORIENTE

"Bombardiamo l'odio con l'amore": spopola il video del Kuwait contro i kamikaze

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione