13°

Salute-Fitness

Starnuti e lacrime: allergie in agguato

Starnuti e lacrime: allergie in agguato
Ricevi gratis le news
0

 Tra pochi giorni inizia la primavera, stagione che per
chi soffre di allergie ai pollini è caratterizzata da occhi che lacrimano, naso che cola, addirittura asma. Ma quali sono le armi a disposizione della popolazione allergica – a oggi il 25% del totale ma secondo gli esperti  in costante aumento – e come prevenire questa fastidiosa malattia, dovuta a un malfunzionamento del nostro sistema immunitario?
Ne parliamo con Patrizia Barcella, allergologa della Casa di cura Piccole Figlie, che sottolinea subito il suo punto di vista sull’argomento: «Deve diffondersi sempre di più la consapevolezza che esiste l’allergologia che non cura solo i sintomi ma prova a intervenire sulla causa delle allergie. Troppo spesso ci ritroviamo nei nostri ambulatori adulti asmatici che potevano invece essere curati da bambini. Il messaggio deve arrivare soprattutto alle mamme di oggi: se vostro figlio mostra anche lievi sintomi allergici, dalla dermatite atopica alla tosse, dalla rinite alla congiuntivite, portatelo dal pediatra e fatevi indirizzare all’allergologo. Una rinite allergica non curata può evolvere poi in asma; se si interviene subito con l’immunoterapia invece si evita di arrivare all’asma e si può avere la remissione sintomatologica. Non solo, non sono rari i casi in cui si sviluppa un’allergia a una sola sostanza e si finisce poi per diventare soggetti poliallergici: anche per queste persone una terapia precoce può evitare la comparsa di più allergie. O ancora, esistono le allergie incrociate, così chi è allergico alla betulla può essere allergico alla mela, chi è allergico alle graminacee può incorrere in reazioni spiacevoli dopo avere mangiato pesca, pomodoro, kiwi, melone o anguria, soprattutto se questi alimenti vengono ingeriti nella stessa stagione in cui sono presenti i pollini».
Numerosi  e diversi i pollini che possono provocare reazioni allergiche: per capire qual è la causa scatenante dell’allergia si può collegare il periodo in cui compaiono i sintomi con un calendario pollinico, in modo da sapere quali allergeni sono presenti in quel periodo.
Per esempio, se l’allergia inizia a febbraio o marzo si sarà sensibili ai pollini degli alberi (betulla, quercia, ontano, nocciolo), da aprile a giugno invece gli allergeni più diffusi sono i pollini delle graminacee, della lanciuola e della parietaria. Se l’allergia ha il suo picco ad agosto, il responsabile sarà l’assenzio, o l’ambrosia.
Secondo Barcella, il ricorso ad antistaminici o a cortisonici per alleviare i sintomi dell’allergia non agisce sulla causa della malattia, ma solo sui suoi sintomi.
 «L’allergia infatti è una disregolazione del sistema immunitario.  Possiamo immaginare il sistema immunitario di una persona allergica come un soldato in trincea che sta sbagliando l’obiettivo:  invece di sparare contro i nemici rivolge le sue armi contro i commilitoni. Così, nei soggetti allergici si creano anticorpi di tipo IgE contro sostanze innocue, come i pollini, invece che contro i virus o i batteri. Le IgE provocano poi in particolari cellule dette mastociti il rilascio dell’istamina, la sostanza che è responsabile di tutti i sintomi dell’allergia, dalla rinite, alla congiuntivite all’asma fino (nel caso delle allergie alimentari) allo shock anafilattico. A questo punto, quando viene rilasciata l’istamina, a noi allergologi non rimane che somministrare ai pazienti farmaci antistaminici o cortisonici. La strada migliore, l’unica terapia che agisce sulla causa dell’allergia, prima che l’istamina venga rilasciata e prima che si attivino gli anticorpi, è quella dell’immunoterapia specifica (il cosiddetto “vaccino”)».
I vaccini per l’allergia contengono la sostanza allergizzante, unita a particolari sostanze dette adiuvanti che potenziano la risposta immunitaria: la terapia – che può durare dai tre ai cinque anni – prevede la somministrazione di dosi crescenti di allergene.
 «I due  modi più diffusi di somministrazione sono le iniezioni oppure la terapia sublinguale, che è molto utilizzata nei bambini» aggiunge Barcella, «In campo immunologico poi si stanno sperimentando strade sempre nuove, dai peptidi, a nuove vie di somministrazione: dai vaccini intralinfonodali eco guidati, alla possibilità di una somministrazione transdermica per le allergie alimentari: in questo campo non si è mai abbastanza all’avanguardia».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Sciame sismico in Appennino, le scosse avvertite in tutta la provincia

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 14 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

4commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

1commento

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

Polizia

Raffica di furti negli appartamenti

Bici rubate e in attesa dei proprietari

Eccellenze

Il Parmigiano trionfa agli "Oscar del formaggio" a Londra

Risultato stellare: porta a casa 38 medaglie

1commento

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

La Samp sgambetta la Juve, bianconeri battuti 3-2

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto