10°

Salute-Fitness

Il medico risponde dei danni al paziente?

0

Prosegue la rubrica curata dall'assessorato alle Politiche per la Salute del Comune che intende rispondere a quesiti su tematiche di carattere sanitario. Per sottoporre le proprie domande si può chiamare, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, il numero 0521-218639. La e-mail è: agenziasanitariarisponde@comune. parma.it. Per posta, l'indirizzo è: Agenzia alla Sanità, Politiche per la Salute e rapporti con le Aziende Sanitarie - strada Repubblica 1 - 43121 Parma. I lettori troveranno questa rubrica il primo lunedì di ogni mese con la risposta ai quesiti pervenuti. Inoltre trimestralmente con la Gazzetta verrà distribuito un opuscolo riassuntivo di quesiti e risposte.

E’ vero che in caso di problemi medici di particolare difficoltà il medico risponde solo in caso di dolo o colpa grave?
 Risponde l’avvocato Lorenzo Isoppo

L’art. 2236 del nostro codice civile prevede   che il prestatore d’opera (nel caso al nostro esame il medico) non risponda dei danni se non in caso di dolo o colpa grave ove  la prestazione implichi problemi tecnici di speciale difficoltà. Potrebbe pertanto aversi limitazione di responsabilità nel caso del medico che abbia trattato un caso clinico ancora non sufficientemente studiato ed oggetto di contrastanti trattamenti terapeutici da parte della letteratura medica. Quanto detto contrariamente all’atto medico, di facile esecuzione, da effettuarsi in ossequio alle  regole tecniche di consolidata sperimentazione dell’arte medica. La riconducibilità degli atti medici (siano essi diagnostici o terapeutici) alla categoria di  quelli di difficile esecuzione anzichè, routinari ha inoltre massima rilevanza al fine di stabilire su chi gravi in giudizio l’onere della prova. Circostanza esplicitata da una chiarissima sentenza della Cassazione civile,  III sezione, 4 febbraio 1998, n. 1127 la quale ha chiarito: Al fine di stabilire a chi compete l'onere della prova in tema di responsabilità per danni da intervento chirurgico occorre distinguere l'ipotesi in cui l’intervento operatorio sia di difficile esecuzione, da quello in cui l'intervento sia di facile o routinaria esecuzione; nel primo caso, una volta provato dal professionista che la prestazione implica problemi tecnici di particolare difficoltà, è il paziente che deve dimostrare, ai fini dell'accertamento della responsabilità del predetto, in modo preciso e specifico, le modalità - ritenute non idonee - di esecuzione dell'atto e delle prestazioni postoperatorie; nel secondo caso, provata dal paziente la non difficile esecuzione dell'intervento richiesto, incombe al professionista l’onere di dimostrare - al fine di andare esente da responsabilità - che l’insuccesso dell'operazione non è dipeso dal difetto di propria diligenza o perizia. Ricordiamo, infatti, come il concetto di diligenza per il professionista intellettuale  non sia sovrapponibile a quello ordinario cosiddetto “del buon padre di famiglia”, ma quello del debitore qualificato ai sensi dell'art. 1176 secondo comma cod. civ., il quale comporta il rispetto degli accorgimenti e delle regole tecniche obiettivamente connesse all'esercizio della professione e ricomprende anche la perizia. Di ciò risponderà,  anche per colpa lieve, il sanitario ove il caso clinico non presenti le difficoltà di cui sopra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

CALCIO

Parma, i conti tornano

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

AL CAMPUS

Elio e le Storie Tese in forma per l'Europa

RUGBY

Zebre, altro mesto rinvio

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

foto dei lettori

Fontana di Barriera Repubblica

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", figlio Mohammed Ali fermato in aeroporto

Cina

Incendio in un hotel, almeno tre morti e 10 feriti Video

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia