15°

Salute-Fitness

Parma città della scienza - Parma becomes science capital

Parma città della scienza - Parma becomes science capital
0

Oggi Parma sarà capitale della ricerca scientifica internazionale. Nella nostra città, infatti, si sono dati appuntamento oltre 750 pneumologi, provenienti da ogni parte del mondo, per partecipare alla settima edizione del Respiration Day, evento di grande rilevanza scientifica, organizzato dall’Università di Parma e dalla Fondazione Chiesi in programma a partire dalle 9 all’Auditorium Paganini. L'edizione 2011 è dedicata, in particolare, ai progressi nella gestione di asma e BPCO (bronco pneumopatia cronica ostruttiva), con l’obiettivo di aggiornare gli specialisti che prenderanno parte al convegno, sulle opzioni terapeutiche più avanzate, incluse le tecniche relazionali per migliorare la compliance del paziente.

Le patologie respiratorie croniche rappresentano un problema sanitario di dimensioni planetarie. L’asma bronchiale è considerata una delle principali patologie respiratorie dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal GARD (Global Alliance against Chronic Respiratory Diseases) e riguarda 235 milioni di persone nel mondo, tra bambini e adulti. La stessa Oms stima che attualmente la BPCO interessi 210 milioni di persone nel mondo, 44 dei quali nella sola Europa. «La diffusione di queste patologie è tale da richiedere una particolare attenzione alla comunità medico-scientifica - sottolinea Paolo Chiesi, presidente della Fondazione -. I temi che saranno oggetto del dibattito in questa edizione, in particolare i cambiamenti morfologici dei tessuti e delle cellule nei pazienti con asma e BPCO, l’individuazione dei fenotipi a rischio e le comorbilità, aprono nuove opportunità per migliorare il controllo di queste patologie anche nelle loro forme più severe».

«Lo scopo di questo congresso è di fornire ai clinici e ai ricercatori gli ultimi aggiornamenti sulla fisiopatologia dell’asma e della BPCO e di sottolineare come queste informazioni possano aiutarli nella quotidiana gestione del paziente» spiega il professor Dario Olivieri (Dipartimento di Scienze Cliniche dell’Università di Parma). I temi che verranno trattati durante i lavori del convegno comprendono sia gli aspetti fisiopatologici delle malattie respiratorie a carattere degenerativo, sia le loro implicazioni sul piano clinico. Thais Mauad (Dipartimento di Patologia dell’Università di San Paolo, Brasile) e Manuel G. Cosio (Respiratory Division, Royal Victoria Hospital di Montreal - Quebec, Canada) approfondiranno le anomalie strutturali dei tessuti e delle cellule nei pazienti con asma e con BPCO.

«L'interesse verso questi argomenti deriva dall’idea che il rimodellamento possa essere associato con il progredire dell’ostruzione delle vie aeree fisse e con la gravità della patologia - afferma Thais Mauad -. Ciò è ancora più rilevante in quanto si ipotizza che i cambiamenti prodotti da queste alterazioni compaiono precocemente e possano verificarsi indipendentemente dall’infiammazione». Non solo. «Nei pazienti con BPCO le anomalie patologiche dei tessuti tendono a ridurre il diametro delle piccole vie aeree e a limitare la capacità contrattile del parenchima - sottolinea il professor Cosio - con il risultato di ridurre il flusso respiratorio».

Discutendo di fenotipi associati ad asma e BPCO, Klaus Rabe (Dipartimento di Pneumologia dell’Università di Kiel, Germania) evidenzia come «alcuni pazienti con asma severa sono difficilmente controllabili con i farmaci standard; all’interno di questo gruppo di asmatici gravi, la fenotipizzazione della malattia diventa determinante per la comprensione di questa patologia multifattoriale negli adulti e nei bambini. Siamo fiduciosi che gli algoritmi di fenotipizzazione più affidabili potranno rivelarsi utili nello sviluppo di farmaci, con immediati benefici per i pazienti». E non è tutto. «La bronco-pneumopatia cronica ostruttiva è una patologia multi fattoriale che caratterizza differentemente i pazienti - sostiene il professor Alvar Agustì, (direttore del Thorax Institute di Barcellona) - ed è quindi importante identificare i vari sottogruppi che mostrano caratteristiche similari e indirizzarli verso uguali trattamenti».

L'approccio clinico alle comorbilità nell’asma è il tema affrontato da Paul M. O'Byrne del dipartimento di Medicina della McMaster University di Ontario, il quale afferma da un lato l’importanza di una attenta valutazione dei pazienti con asma non controllato, dall’altro sottolinea come sia essenziale educare il paziente circa la patologia, le sue cause e il suo efficace trattamento. «Le comorbilità più frequenti nei pazienti affetti da BPCO sono le malattie cardiovascolari, l’osteoporosi e la depressione - precisa il professor Jørgen Vestbo (Università di Copenhagen) - ma una continua attività fisica può essere considerata un’efficace riabilitazione polmonare. Un approccio politerapeutico sarà opportuno per questi pazienti, mentre assai spesso precauzioni non necessarie rischiano di precludere loro il trattamento ottimale».

English version
Parma becomes science capital
Today Parma will be the capital of international scientific research. Our city is to play host to over 750 lung specialists from all over the world, who are to attend the seventh edition of Respiration Day.

The event, which is of great scientific importance and jointly organised by the University of Parma and the Chiesi Foundation, is scheduled to begin at 9am at the Paganini Auditorium. The 2011 edition is mainly dedicated to the progress made in the management of asthma and COPD (chronic obstructive pulmonary disease), with the aim of informing the 600 lung specialists expected to attend the event about the most advanced treatment options available, including communication techniques to improve patient compliance.Chronic respiratory disease is a health problem at worldwide level. Bronchial asthma is considered one of the main respiratory diseases both by the World Health Organisation and the GARD (Global Alliance against Chronic Respiratory Diseases), and affects 235 million children and adults globally. The WHO estimates that there are currently 210 million COPD sufferers worldwide, with 44 million in Europe alone.

«The fact that this disease is so widely found means that particular attention is required from the medical-scientific community, commented Paolo Chiesi, president of the Foundation. The issues which will be addressed at this year's edition - morphological changes to tissue and cells in asthma and COPD sufferers, identifying the phenotypes at risk and comorbidity - will provide new opportunities for improving the control of these diseases even when they are severe». «The aim of this congress is to update clinicians and researchers on the latest developments in the physiopathology of asthma and COPD and to highlight how this information can help them in the daily management of the patient - says Professor Dario Olivieri (Department of Clinical Sciences, University of Parma).

The topics discussed at the conference will include both the physiopathological aspects of degenerative respiratory diseases and their implications from a clinical point of view. Thais Mauad (Department of Pathology at the University of San Paulo, Brazil) and Manuel G. Cosio (Respiratory Division, Royal Victoria Hospital in Montreal - Quebec, Canada) will look in greater depth at the structural anomalies in the tissue and cells of asthma and COPD sufferers. «Interest in these issues has arisen from the idea that remodelling may be associated with the progressive obstruction of the fixed airways and the severity of the disease - confirms Thais Mauad. This is even more crucial as it is believed that the changes brought about by these variations appear earlier and may come about regardless of the inflammation». Not only this.

«In COPD sufferers the pathological anomalies in tissue tend to reduce the diameter of the small airways and limit the ability of the parenchyma to constrict - underlines Professor Cosio - which results in reduced respiratory flow». Discussing about phenotypes associated with asthma and COPDA Klaus Rabe (Department of Pneumology at the University of Kiel, Germany) underlines that «severe asthma in some patients is difficult to control using standard drugs; within this group of severe asthmatics, phenotyping the disease becomes a key step towards understanding this multifactor disease in children and adults. We are confident that the more reliable phenotype algorithms may be useful for developing drugs, and provide immediate benefits for patients». And that's not all.

«Chronic obstructive pulmonary disease is a multifactor disease whose symptoms vary among different patients - believes Professor Alvar Agustì (Director of the Thorax Institute, Barcelona, Spain) - and it is therefore important to identify the various subgroups that evidence similar characteristics and begin recommending similar treatment».

The clinical approach to comorbidity in asthma is addressed by Paul M. O'Byrne (Department of Medicine at the McMaster University - Ontario, Canada) who on the one hand highlights the importance of a careful evaluation of patients whose asthma is not being controlled, whilst on the other stresses the need to educate the patient about the disease, its causes and how it can be treated effectively. «The most common comorbidities in COPD sufferers are cardiovascular diseases, osteoporosis and depression - explains Professor Jørgen Vestbo at the University of Copenhagen - although continual physical activity can be considered effective lung rehabilitation. A multi-therapeutic approach is appropriate for these patients, whereas precautions that are often unnecessary may hinder their effective treatment».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia