17°

30°

Salute-Fitness

"Overeaters", quando il cibo è un'ossessione

"Overeaters", quando il cibo è un'ossessione
3

Laura Birra
Entrando nel gruppo di Overeaters anonymous alcuni sono riusciti a controllare la dipendenza dal cibo. Come Francesca: «A 10 anni pesavo 75 chili - dice -. A 18 avevo raggiunto i 105. Le mie compagne di scuola mi raccontavano l’amore, io sentivo di non poterlo neanche sognare. Ma non era solo l’estraneità a quello che vivevano le ragazze della mia età a rendermi insofferente: era il senso di colpa che provavo per la mia smoderata voglia di mangiare».
 Francesca le aveva provate tutte: dalle diete prescritte dai professionisti a quelle «fai da te». Eppure la sua dipendenza dal cibo non è scomparsa: «Di solito iniziavo la dieta il lunedì, dopo le grandi abbuffate della domenica. Mi concedevo quell'ultimo giorno: "Domani smetto", mi dicevo». E’ un po' come l’ultima sigaretta che fumava Zeno nel romanzo di Kafka: i buoni propositi rimanevano solo quello, propositi.
Due anni fa Francesca è arrivata a pesare 125 chili. Oggi ha 34 anni e sta imparando a tenere sotto controllo la sua malattia: «Da poco più di un anno sono Francesca, mangiatrice compulsiva. Questa ammissione mi sta salvando la vita: ho preso coscienza della mia dipendenza e mi astengo giorno dopo giorno dal mangiare compulsivo. Ho perso 33 chili, sono più positiva, vesto colorato e - sorride - ho comprato una macchina verde brillante».
Isabella, invece, è arrivata ad Overeaters anonymous tre anni fa, ha iniziato con il gruppo di Reggio-Emilia: «Ero depressa, infelice, arrabbiata con me stessa e col mondo. Avevo spesso degli scatti d’ira - dice -. Frequentando Overeaters anonymous ho capito che questa rabbia era legata all’ossessione per il cibo. Mi sentivo una fallita: lottavo per ottenere il controllo sul cibo e non ci riuscivo. Lottavo per ottenere il controllo sulla mia vita ma questa mi sfuggiva di mano. Stavo rinunciando a vivere, allontanavo le amicizie perché non uscivo di casa. Ascoltando l’esperienza degli altri membri del gruppo ho ritrovato la speranza. Overeaters anonymous non mi impone obiettivi come fa un dietologo: mi è stato detto che c'è un metodo, che funziona. E l’ho visto sulla pelle degli altri, ho capito che è vero. Prima mi svegliavo al mattino e il mio primo pensiero era mangiare. Oggi faccio tre pasti al giorno e non dover più pensare al cibo tra un pasto e l’altro mi ha regalato tanto tempo per vivere la mia vita».
Quell'ossessione che avvolge la mente tutto il giorno l’ha conosciuta anche Carlotta e anche lei sta imparando a lasciarsela piano piano alle spalle.
«Avevo un’amica anoressica - spiega - e la invidiavo, perché riusciva a non mangiare. E mi sentivo in colpa per questo. Cercavo su internet i metodi per vomitare, per avere quello che aveva lei, e cioè il riuscire a non assimilare cibo. Eppure nessuna dieta, nessuna volta in cui ho vomitato ha cancellato la mia ossessione. Il mio cammino in Overeaters anonymous non è stato semplice: all’inizio non riuscivo a seguire il programma, ma vedere che intorno a me c'erano tanti altri che ce la facevano
mi dava speranza. E oggi tengo sotto controllo la mia ossessione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ROBERTA

    23 Settembre @ 18.22

    MEETING OBESITA ROMA 8 OTTOBRE SIETE TUTTI INVITATI nn e vero che l'operazione è complicata in una settimana 15 gg sei in forma certo che devi abituarti a mangiare in maniera diversa daltra parte il tuo stomaco nn ne accetta di piu. parlo per esperienza e adesso sono felice e diversa

    Rispondi

  • Franca

    22 Settembre @ 17.58

    Il problema dell'obesità ha mille facce: Francesca ha trovato la sua strada, per altre persone funziona meglio la psicoterapia individuale, a volte è opportuno assumere farmaci SSRI che riducono la fame nervosa; per i grandi obesi la chirurgia può essere una soluzione, anche se un intervento chirurgico comporta sempre dei rischi e il post operatorio è lungo e impegnativo per quanto riguarda l'assunzione di cibo. Se la persona operata riprende le abbuffate, si torna al punto di partenza. L'importante è non scoraggiarsi, trovare la cura adatta per sé, mettere in conto qualche ricaduta nelle abbuffate senza farne una tragedia, non comprare schifezze su internet e non aspettarsi miracoli, ma obbiettivi da raggiungersi con tanto impegno.

    Rispondi

  • ROBERTA

    21 Settembre @ 20.48

    ma basta con questi falsi ideologici perche continuare a soffrire per ottenere un risultato veramente efficace esiste la chirurgia bariatrica. su questa nuova scoperta dovete fare informazione che invece nn si sa perche viene sempre evitata.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

PLAY-OFF

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

Nocciolini: "Nel mio gol, cross da Serie A di Scaglia" (Video)Grossi: "Finalmente il Parma" Videocommento - Baraye: "L'importante è non mollare mai" - Domani alle 15.30 il sorteggio, mercoledì l'andata. Passano Alessandria, Lucchese, Livorno, Lecce, Pordenone, Cosenza e Reggiana

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

8commenti

tg parma

Ladri e vandali al Palaciti Video

Incursione nella notte al palazzetto. I malviventi mettono tutto a soqquadro , danneggiano uffici e spogliatoi poi fuggono con scarpette da ginnastica e tute

1commento

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

2commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

2commenti

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

Traversetolo

E sotto il futuro Conad spunta un villaggio neolitico

Lo scavo sotto il Torrazzo porta alla luce 32 strutture e 4 tombe risalenti al V millennio avanti Cristo

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

19commenti

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

CICLISMO

Giro, tappa a Rolland. Dumoulin sempre in rosa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

2commenti

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

CALCIO

Due a zero all'Ajax: il Manchester United vince l'Europa League

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare