22°

Salute-Fitness

I medici nel blog. Le tante facce della nuova sanità

I medici nel blog. Le tante facce della nuova sanità
Ricevi gratis le news
1

Monica Tiezzi
I medici  che fanno un blog per  scambiarsi informazioni  su  farmaci e terapie; la collaborazione  fra ospedale Maggiore e Ausl  per  seguire  i malati di tumore una volta terminata l'ospedalizzazione; i medici di famiglia che instaurano  un filo diretto con i radiologi del Maggiore per avere consulenze su  alcuni esami diagnostici .
 Ci sono anche questi fra i    37 progetti «targati» Parma,  su un totale di 83,  elencati  nel volume consegnato a tutti i partecipanti al convegno nazionale «Percorsi di innovazione nelle cure primarie»,  che ha visto venerdì la partecipazione del ministro della Salute Ferruccio Fazio e che si è concluso ieri all'Hotel Parma e Congressi. La pubblicazione, che riporta alcune fra le esperienze nazionali più significative di innovazione nelle cure primarie,  è servita anche come spunto di discussione   nelle sessioni parallele del convegno.
I tanti progetti presentati da Parma  -  collaudati,    in fase sperimentale o di avvio - testimoniano  il ruolo di «laboratorio» della nostra Ausl, come di  altre Ausl della Regione,   nella creazione di una sanità territoriale nuova, che deve fare i conti con il contrarsi delle risorse, con la riorganizzazione della rete ospedaliera e con  l'emergere di  richieste di salute diverse rispetto al passato.
Fra i 37 progetti parmigiani due  osservatori, per  i ricoverati in case-residenza, sui soggetti fragili e sulle lesioni da decubito;   svariati  progetti legati alla cura del diabete e delle sue complicanze; la formazione di familiari  nella gestione del paziente demente; la  cura ambulatoriale delle ulcere venose; un progetto fra Ausl e Maggiore per l'intercettazione dei codici bianchi sul territorio e il miglioramento dell'accesso ai servizi di pronto soccorso; uno screening sulle malattie tubercolari  in  carcere; una sperimentazione sulla gestione delle liste d'attesa per le urgenze differibili in otorinolaringoiatria e oculistica;  l'assistenza domiciliare per i non autosufficienti o i malati di SLA;  l'assistenza domiciliare  a madre e  neonato dopo le dimissioni. Solo alcuni esempi  che non rendono la complessità dei tanti temi e patologie trattati.
 Largo spazio, in molti progetti,  alle nuove tecnologie. Come il blog 2.0 dcfidenza.wordpress.com  cui aderiscono 20 nuclei di cure primarie, per un totale di 286  medici di medicina generale, «che ha consentito  lo scambio di informazioni  fra professionisti che operano in aree distanti e ha   creato una community  che si sta confrontando per ridurre la variabilità prescrittiva ed elaborare indicatori di qualità sul trattamento dei pazienti», spiega uno dei promotori, il medico  Paolo Rodelli.
C'è poi il progetto, partito a luglio e che coinvolge 30 medici di base, per l'appropriatezza delle urgenze differibili per tac, eco-addome  e risonanze magnetiche encefalo. «Il 60-70% di queste prestazioni sono inappropriate, a  volte  prescritte dal medico per le pressanti richieste del paziente - spiega Matteo Curti, medico di medicina generale e fra i promotori del progetto -  Grazie a due cellulari dedicati ed una procedura codificata, i medici di famiglia possono contattare gli specialisti della Radiologia del Maggiore e avere consulenze sull'esame più  giusto in base alla reale urgenza valutata dal medico di famiglia e alle condizioni del paziente. I primi tre mesi sono stati positivi: ci sono meno richieste,  e più appropriate».
Il progetto di continuità  assistenziale per i pazienti dell'Oncologia medica nasce dal «senso di abbandono» provato da tanti pazienti  dopo le dimissioni dal reparto per il termine della terapia o per la loro   sospensione, a volte  a causa di tossicità o complicanze. Il fine è limitare il ricorso inappropriato di questi pazienti al ps, o il ritorno in Oncologia.
 «Abbiamo strutturato un percorso di continuità assistenziale nel quale l'oncologo ospedaliero lavora con il medico di medicina generale per terapie di supporto - spiega Giuseppina Ciotti, direttrice del distretto di Parma dell’Ausl, fra le responsabili del progetto - L'oncologo è inoltre disponibile per consulti telefonici o a domicilio su richiesta del medico di famiglia». Il progetto, di prossimo avvio, coinvolgerà 60 pazienti e  sei medicine di gruppo, e avrà  la collaborazione dell'associazione «Verso il sereno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eudochia

    05 Dicembre @ 19.45

    salve-sono moldava,ho 42 anni e vivo da parecchi anni in pr,di Parma.Documenti in regola,lavorato sempre come beby sitter,badante e ultimamente a contratto determinato per 8 mesi acasa protetta di Varsi stessa provincia come assistente di base.Ho bisogno di lavoro anche da subito in pr.di Parma o provincia-grazie

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro