12°

24°

Salute-Fitness

Protesi francesi: ordinanza di Balduzzi per censimento

Ricevi gratis le news
0

Ansa/Manuela Correra

ROMA – Stretta del ministero della Salute al fine di delineare una "mappa" dell’utilizzo delle protesi mammarie francesi Pip, considerate a rischio, su tutto il territorio nazionale. Un’ordinanza emanata questa sera dal ministro Renato Balduzzi «impone a tutte le strutture ospedaliere e ambulatoriali pubbliche e private, accreditate o autorizzate, di redigere entro 15 giorni (nel pieno rispetto della privacy), un elenco nominativo di tutti i casi riguardanti l’impianto di P.I.P. a partire dall'1 gennaio 2001». Le Asl di riferimento dovranno ricevere tali segnalazioni e le Regioni avranno 10 giorni di tempo per notificare i dati al ministero. Ulteriori attività di controllo sono state conferite ai Carabineri del Nas.
Recepite tutte le segnalazioni, si potrà dunque sapere con esattezza quante protesi a rischio sono state impiantate in Italia e dove. Premessa necessaria per poter valutare eventuali azioni successive, dopo che la Francia ha già consigliato nei giorni scorsi l’espianto «cautelativo» per circa 30.000 donne.
Secondo le stime sarebbero circa 4.300 le donne con impianto Pip in Italia, ed il ministero – sulla scorta del parere del Consiglio superiore di sanità del 22 dicembre – ha fatto sapere che si farà carico degli interventi di espianto delle Pip "laddove vi sia una indicazione clinico-medica specifica".
In attesa di ulteriori sviluppi, cresce intanto la preoccupazione delle donne con impianti di protesi, che in centinaia in questi giorni stanno contattando medici e centri. Ad ogni modo, rileva il chirurgo plastico Marco Gasparotti, «la rottura eventuale della protesi non comporta rischi di vita, ma è fondamentale sottoporsi ad un controllo preventivo attraverso ecografia mammaria e prestare attenzione a possibili mutamenti nella forma della protesi, primo campanello d’allarme».
Le protesi Pip, la cui produzione è iniziata nel 2001 da parte dell’azienda francese Poly Implant Prothese (Pip), sono finite sotto accusa in Francia nel marzo 2010 – con il conseguente stop alla produzione – poichè composte da materiali non corrispondenti agli standard e perchè a maggior rischio di rottura, e per questo sono state ritirate dal mercato italiano dal 2010. Avendo un costo minore, il maggiore utilizzo, affermano vari esperti, sarebbe stato in centri non altamente qualificati e che spesso non rilasciano cartella clinica. Ma le Pip, regolarmente registrate con marchio CE, sono state utilizzate anche in centri pubblici. All’Istituto europeo di oncologia (Leo) di Milano ne sono state impiantate 621, me le pazienti sono già state tutte ricontattate per controlli nel 2010. Molti centri e Istituti di ricovero e cura a carattere oncologico (Irccs) – dal Pascale di Napoli al Regina Elena di Roma all’Istituto tumori di Milano – hanno però precisato di non aver mai usato le Pip.
A finire sotto accusa sono anche gli organismi di controllo europei: «Come è possibile che una volta elargita un’autorizzazione alla commercializzazione ad un certo tipo di protesi se ne controlli la qualità solamente dopo 10 anni, ed esclusivamente in seguito a segnalazioni di complicazioni?», rileva l’Associazione italiana chirurgia plastica estetica (Aicpe). E il senatore del Pd Ignazio Marino sottolinea come la metodologia dell’immissione in commercio di dispositivi da parte della Ue «non è purtroppo alla stessa all’altezza» di quella dell’autorità regolatoria statunitense Fda.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricoverato Sobral, vincitore Eurovision 2017

Eurovision 2017

Salvador Sobral ricoverato in gravi condizioni

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

L'evento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

3commenti

in serata

Rapina con coltello nella farmacia di via Trieste: due ladri in fuga

anteprima gazzetta

Caso Villa Alba: nuovi sospetti

I prossimi avversari

Non solo ottimismo in laguna: "Parma, nuova rivalità"

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

arezzo

Furto di una collana d'oro, auto affittata a Parma. 27enne nei guai

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

8commenti

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

10commenti

nel pomeriggio

Incidente auto-minicar in p.le Volta: un 38enne al pronto soccorso

Sant'Ilario d'Enza

Si appostano in strada con ascia e coltello per un regolamento di conti: denunciati due russi

Ai carabinieri, i due uomini hanno detto "Siamo di passaggio". In realtà, da oltre un'ora si aggiravano per il paese

1commento

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Danza

Rebecca Bianchi nominata ètoile dell'Opera di Roma

gazzareporter

"Scena giornaliera del Maria Luigia"

AGROINDUSTRIA

Rainieri e Fabbri: “Il Ceta danneggia l’agricoltura dell’Emilia-Romagna”

PARMA

Incidente in via Rondizzoni

Sul posto il personale del 118 e i vigili del fuoco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

ITALIA/MONDO

Francia

E' morta Liliane Bettencourt, lady L’Oreal: la donna più ricca del mondo aveva 94 anni

legge elettorale

Presentato il Rosatellum bis. Come funziona Video

SPORT

Aragon

Vale "idoneo", sarà in pista. L'arrivo in stampelle Video

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

fotografia

Gazzareporter "Vacanze": vince un romantico paesaggio

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte