ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

Se Toto Cutugno canta «L’italiano» in cinese Video
curiosità

Se Toto Cutugno canta «L’italiano» in cinese... Video

 
"Non solo cibo" in Galleria
LENTE DI INGRANDIMENTO

"Non solo cibo" in Galleria

 
Keira Kgnithtley è diventata mamma
CINEMA

Keira Kgnithtley è diventata mamma

 
Salso centro universitario? Fritelli: «Si può fare»
La proposta

Salso centro universitario? Fritelli: «Si può fare»

 
FABER IN SARDEGNA

FABER IN SARDEGNA

 
Ambiente, il Rondani e il Bocchialini
GAZZETTASCUOLA

Ambiente, il Rondani e il Bocchialini

 
Bonusmalus
gazzarock

Bonusmalus

 
La Autieri pizzaiola: il campionato ha la sua madrina
gusto

La Autieri pizzaiola: il campionato ha la sua madrina

 
Fanny torna ma detta le condizioni
Gossip Sportivo

Fanny torna ma detta le condizioni

 
LA STORIA

Mustangmania.it: la passione diventa un sito

 
fontanellato labirinto
FONTANELLATO

I Labirinto si svela ai suoi abitanti

 
La top 5 delle donne più potenti dell'hi-tech
hi-tech

La top 5 delle donne più potenti dell'hi-tech

 
Offerte di lavoro a cura di Puliedi
LAVORO

Offerte di lavoro a cura di Puliedi

 
Associazione famiglie cerebrolesi: dopo il terremoto una nuova sede
VOLONTARIATO

Associazione famiglie cerebrolesi: dopo il terremoto una nuova sede

 
I ragazzi di Giordani e Sanvitale a «caccia» di un nuovo welfare
SCUOLA

I ragazzi di Giordani e Sanvitale a «caccia» di un nuovo welfare

 
La Madonna Pellegrina  di Fatima atterra dal cielo
CHIESA

La Madonna Pellegrina di Fatima atterra dal cielo

 
Venti nuove offerte di lavoro
OCCUPAZIONE

Venti nuove offerte per chi cerca lavoro

 
Il dialetto? E' più «forte» degli anolini
UNIVERSITA'

Il dialetto? E' più «forte» degli anolini

 
polizia municipale
POLIZIA MUNICIPALE

Senza patente fugge all'alt: denunciato

 
Andrea Maestri vince il concorso
fotografia

Andrea Maestri vince il concorso

 
Timidi segnali di ripresa. Ma per ora tira solo l'export
economia

Timidi segnali di ripresa. Ma per ora tira solo l'export

 
Cicladi, ecco perchè vederle
la domenica

Cicladi, ecco perchè vederle

 
Al Mulino

Al Mulino

 
Gisele: ultima sfilata
MODA

Gisele: ultima sfilata Video

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 

C inema

SHINING

SHINING

Genere Horror

Durata 116

 

Salute-Fitness

Protesi al seno "incriminate" - Corradi: in regione sono 331

Protesi al seno "incriminate" - Corradi: in regione sono 331
4

BOLOGNA – Sono solo 331 in Emilia-Romagna le protesi mammarie della ditta francese sotto accusa per aver usato silicone industriale, così il consigliere regionale leghista Roberto Corradi chiede che la Regione si uniformi «al principio di precauzione, consentendo a tutte le interessate la possibilità di rimuovere le protesi».

Presentando una risoluzione per sollecitare la Giunta regionale, Corradi sottolinea che le 331 protesi 'incriminatè censite (126 a Rimini, 124 a Bologna, 59 a Ravenna, 15 a Parma, cinque nella provincia di Forlì-Cesena e due a Modena) potrebbero non essere un numero definitivo, per l’assenza in Italia di un Registro delle protesi mammarie (mentre esiste ad esempio per le protesi all’anca che ha permesso un più preciso intervento regionale). Corradi stigmatizza così che «dal 2009 sia fermo in Parlamento un disegno di legge voluto dall’allora sottosegretario leghista alla sanità, on.Francesca Martini», proprio per istituire quel registro, che ha permesso al ministero francese (dopo aver appurato otto casi di tumori) un piano che offre gratuitamente la rimozione di quella protesi.
L'Emilia-Romagna «ha deciso – prosegue Corradi – di non procedere ad una rimozione generalizzata delle protesi, limitando gli espianti ai soli casi in cui emergano gravi evidenze cliniche», ma così secondo lui si rinuncia alla prevenzione e si espongono a 'gravi rischì centinaia di donne: invita così la Regione a seguire il 'modello francesè, confermando «la rimozione gratuita per le donne sottoposte ad impianti per ragioni sanitarie», ma non per chi l’ha fatto per ragioni estetiche, da chiamare «a contribuire ai costi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 4
  • wolf

    11 Febbraio @ 11.27

    Bravo Corradi. Più che giusto: a chi ha rifatto il seno per ragioni sanitarie dove essere rimossa la protesi gratuitamente, ma chi l'ho fatto solo per ragioni estetiche se la pagano di propria tasca. Chi bella vuole apparire deve soffrire.. anche nel portafoglio.

    Rispondi

  • andrea

    10 Febbraio @ 20.18

    solo 331? mmm, non mi fido, voglio toccare con mano!

    Rispondi

  • roberto

    10 Febbraio @ 19.32

    Meglio 2 tette cadenti che 2 buoni motivi per mettere a rischio la propria salute!!!

    Rispondi

  • gigi

    10 Febbraio @ 18.13

    la prossima volta la protesi al cervello....magari si potra' ottenere un migliore risultato......forse questo insegnerà a molte galline a non pensare solo al risparmio ..... tutto ha un prezzo ed il low cost della salute per apparire è molto molto pericoloso..!

    Rispondi