-1°

14°

Salute-Fitness

Aversa: "Fra qualche anno la leucemia non sarà più mortale"

Aversa: "Fra qualche anno la leucemia non sarà più mortale"
0

Laura Ugolotti
«Ancora qualche anno e la leucemia non sarà più una malattia mortale».
E’ un importante messaggio di speranza quello che, mercoledì sera all’Hotel Maria Luigia, ha voluto lanciare Franco Aversa, neodirettore di Ematologia e Centro trapianti midollo osseo dell’Ospedale Maggiore. Non una semplice promessa, né l’annuncio di uno dei numerosi progressi medici e scientifici, «ma la certezza che ora questi progressi possono tradursi in una vera guarigione». Ospite di un incontro organizzato dall’associazione femminile Soroptimist, Franco Aversa è un luminare dell’Ematologia e le sue affermazioni affondano le radici in un’esperienza pluriennale come medico e ricercatore.
«Per anni - ha spiegato - le nostre armi contro la leucemia sono state la chemioterapia e il trapianto: armi potenti ma spesso non sufficienti a salvare il paziente. La svolta è venuta dalla ricerca». Una ricerca che si è mossa su due fronti: i trapianti e i farmaci. «Il limite dei trapianti era la compatibilità - spiega -. Era una soluzione per pochi eletti: solo un paziente su 4 era trapiantabile. La scienza medica ha fatto grandi passi avanti negli ultimi anni e oggi siamo in grado di offrire praticamente a tutti i pazienti la possibilità di un trapianto».
Se non ci sono donatori compatibili nel registro mondiale, né tra i famigliari si può ricorrere all’autotrapianto o al trapianto di cellule staminali, da cordone ombelicale, di cui Aversa è stato un precursore. «La ricerca, poi, è riuscita a superare anche l’ultima barriera e a rendere possibile il trapianto tra soggetti non compatibili, che anzi in alcuni casi è il più indicato».
Tuttavia il trapianto non è l’unica soluzione. «Da quando siamo riusciti ad entrare nell’anima della cellula, nel suo dna, abbiamo finalmente potuto capire come e perché da sana diventa leucemica; è stata la chiave di volta. Non abbiamo più bisogno di distruggere le cellule malate: grazie ai progressi in campo farmaceutico possiamo ripararle e riportarle alla loro funzionalità originale». Questo accade già, oggi: «Ci sono pazienti affetti da forme di leucemia fino a pochi anni fa giudicate letali, che oggi conducono una vita praticamente normale grazie ad una semplice pillola. Al momento non esistono farmaci per tutte le leucemie, ma è solo questione di tempo».
Certo, per raggiungere il 95-96% di guarigioni, che è l’obiettivo che si è posto Franco Aversa, è necessario investire sulla ricerca: «Senza la ricerca, anche italiana, non saremmo arrivati dove siamo oggi e non potremo sconfiggere del tutto le leucemie». Risultati incoraggiando arrivano anche sul fronte dei linfomi: «Sono patologie più complesse rispetto alle leucemie, ma anche in questo campo esistono nuovi farmaci e nove metodologie di somministrazione che fanno ben sperare».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Scippo in via Farini

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

3commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

FISCO

Nel 2016 oltre 450mila liti pendenti per 32 miliardi

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia