-5°

Salute-Fitness

Trapianti: verso organi "in provetta" contro le liste d'attesa

Trapianti: verso organi "in provetta" contro le liste d'attesa
0

Ansa/Pierdavid Malloni

 
ROMA - Dalla trachea ottenuta dalle staminali dello stesso paziente che ne ha bisogno a interi organi come cuore, fegato, polmoni il passo non è poi così lungo. Lo afferma un articolo pubblicato dalla rivista The Lancet, scritto dal ricercatore italiano Paolo Macchiarini con i colleghi Stephen Badylak, Daniel Weiss e Arthur Caplan, secondo cui presto sarà possibile superare il problema delle liste d’attesa dei trapianti con gli organi preparati 'in provettà.
I tessuti descritti da Macchiarini, che ha già impiantato due trachee ottenute in questo modo, crescono su una matrice di tessuto decellularizzato a partire dalle staminali prelevate dal paziente. Le prime applicazioni sui pazienti, descritte nell’articolo, sono gi… documentate per trachea, vescica, arteria aortica, pelle e valvole cardiache, ma secondo Macchiarini questo è solo il primo passo: "Rimangono ancora problemi da risolvere – spiega – compresa l’identificazione delle cellule staminali ottimali da usare per i diversi organi e dei metodi per la ricellularizzazione delle strutture vascolari per gli organi interi. Ma sono stati riportati risultati positivi per tessuti una volta considerati impossibili da ricostruire, come pancreas, cervello e occhi, e se questi progressi continuano i prossimi obiettivi raggiunti saranno organi interi e tessuti complessi".
Uno step intermedio molto promettente è l’utilizzo della rigenerazione per 'ripararè i tessuti: "La sostituzione completa degli organi è complicata – afferma Pier Giulio Conaldi, Direttore dell’unità di medicina rigenerativa e tecnologie biomediche dell’Ismett di Palermo – ma questo tipo di studi potrebbe portare a sfruttare le staminali per poter riparare l’organo prima che degeneri al punto da richiedere il trapianto. Al momento un fegato o un rene completo sono lontani, mentre per il polmone le prospettive a breve sono più interessanti. In tempi brevi sarà difficile avere risultati tali da sostituire i trapianti tradizionali, ma per il futuro questa tecnica è la più promettente".
Dei due pazienti su cui Macchiarini ha impiantato la trachea 'bioartificialè uno, che ha subito l’intervento lo scorso giugno, è in buona salute, mentre l’altro, operato a novembre, è morto per cause ancora da chiarire pochi giorni fa. Nel campo dell’ingegneria tissutale gli italiani sono stati e sono tutt'ora pionieri, anche se gli investimenti sempre più importanti necessari sono proibitivi: "Per sapere se e in quanto tempo questa tecnica permetterà di arrivare a organi interi servirebbe la sfera di cristallo – spiega Ranieri Cancedda dell’università di Genova – per tessuti semplici ci sono già però risultati importanti, come i trapianti di epitelio corneale che sono un fiore all’occhiello italiano grazie al lavoro dell’università di Modena. Per quelli più complessi ci sono ancora problemi grandi da risolvere, a partire dal trovare l'ambiente ideale per rigenerare i tessuti".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

2commenti

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Camion in fiamme: tangenziale bloccata in direzione Noceto

Parma

Camion in fiamme: tangenziale bloccata in direzione Noceto

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

4commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

21commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

7commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

TV PARMA

Primarie del centrosinistra: i candidati scenderanno a tre? Video

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

4commenti

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

16commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

5commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Gran Sasso

Il salvataggio a Rigopiano: le foto

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

Calcio

LegaPro: tre partite rinviate per maltempo

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta