21°

31°

Salute-Fitness

La medicina personalizzata nelle malattie respiratorie

La medicina personalizzata nelle malattie respiratorie
0

La diversa risposta  dei trattamenti standard nei pazienti affetti da asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è  uno dei più dibattuti interrogativi medici. L’edizione 2012 di «Respiration Day» - oggi  all'auditorium Paganini, organizzata da Chiesi e Fondazione Chiesi con l'Università di Parma -   vuol  fornire a clinici e ricercatori le più attuali conoscenze sull’applicazione della medicina personalizzata alle malattie respiratorie.
«Respiration Day», giunto all'ottava edizione,  è un evento internazionale di elevato spessore scientifico  per  clinici e ricercatori che annualmente, condividendo esperienze ed idee,  confrontano   le più recenti acquisizioni scientifiche nel campo delle malattie respiratorie. L'obiettivo è contribuire a una sempre migliore comprensione dei meccanismi patofisiologici di tali malattie, favorendo lo scambio d’idee sulle più recenti esperienze,  per  far convergere i punti di vista del clinico, del ricercatore e del paziente.
«Respiration Day» ha visto la luce nel 2005 grazie alla collaborazione tra l’Università di Parma e la Fondazione Chiesi. Sono numerosi gli argomenti discussi nelle passate edizioni: dalla scelta dei migliori parametri per valutare l’efficacia dei trattamenti o per una diagnosi precoce ed accurata,  a come trasferire efficacemente le informazioni degli studi randomizzati controllati alla pratica clinica, a come la fenotipizzazione clinica di asma e BPCO possa contribuire a una migliore gestione del paziente. Quest’anno più di 700 clinici e ricercatori arrivano a Parma da tutto il mondo per discutere di un argomento di crescente interesse: la medicina personalizzata.
Le relazioni introduttive verteranno sui concetti di base della medicina personalizzata e della sua applicazione ad asma e BPCO. La comprensione delle basi genetiche di malattie quali asma e BPCO può certamente apportare sensibili benefici. Primo, e più importante, in grado di fornire informazioni sui passaggi-chiave nella patogenesi della malattia, è l’identificazione dei geni coinvolti nell’insorgenza e nella progressione della malattia. Attualmente la stratificazione biologica è impiegata per selezionare i pazienti asmatici eleggibili per la terapia con anti-IgE, e, nei pazienti con BPCO, per il trattamento con alfa-1-antitripsina.  È   meritevole di ulteriore approfondimento la possibilità di utilizzare l’informazione genetica allo scopo di definire sottogruppi di pazienti che potrebbero meglio rispondere alle nuove terapie respiratorie.
Le due successive sessioni saranno dedicate alla possibile applicazione di terapie mirate in pazienti affetti da malattie respiratorie ostruttive al fine di migliorare la loro gestione e decorso clinico. Sono già stati compiuti notevoli progressi specialmente nel trattamento di asma severa e difficile da trattare. Infatti, da un lato, la somministrazione di anticorpi monoclonali (hMab) diretti verso specifiche interleuchine (IL-5, IL-13) e, dall’altro, la termoplastica, hanno fornito incoraggianti risultati in ben definiti gruppi di pazienti.
Sebbene la presenza di numerosi fenotipi clinici e patologici di BPCO sia ben riconosciuta, non è ancora ben chiaro come questo possa impattare sul trattamento. Per esempio, non vi sono attualmente differenze terapeutiche fra pazienti che presentano un predominante coinvolgimento delle vie aeree periferiche e quelli con predominanza di enfisema. La ricerca genetica, proteomica e metabolomica potrebbe fornire a breve altre evidenze sul processo infiammatorio alla base della BPCO, facilitando l’identificazione di specifici bersagli per una terapia più personalizzata.
L’ultima sessione verterà sui pazienti con segni e sintomi sia di asma sia di BPCO. Asma e BPCO sono malattie eterogenee, con origini sia genetiche sia ambientali. Esistono differenze fra asma e BPCO nella loro presentazione clinica, età d’insorgenza, sintomatologia ed evoluzione della malattia. Tuttavia, la coesistenza di asma e BPCO nello stesso paziente è   ampiamente riconosciuta, anche se non ancora ben descritta. La predisposizione genetica alla deviazione di certi processi biochimici potrebbe aiutare a definire sottogruppi di pazienti con asma e BPCO. Questo potrebbe  consentire di stratificare i pazienti secondo il loro patrimonio genetico, aprendo  nuove prospettive terapeutiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

Piazza Dalla Chiesa

Ancora risse davanti alla stazione

1commento

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

2commenti

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse