11°

Salute-Fitness

Pubblicato su rivista internazionale studio parmigiano su influenza A (H1N1)

Ricevi gratis le news
0

COMUNICATO

È stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica PLoS ONE di uno studio dell'Università di Parma sul ruolo del sistema citoscheletrico dei microtubuli nella modulazione dell’infettività dello stipite umano NWS/33 di virus influenzale A (H1N1) in cellule di mammifero (http://dx.plos.org/10.1371/journal.pone.0041207).
L'importante studio è stato realizzato dalla prof.ssa Flora De Conto in collaborazione con i proff. Carlo Chezzi, Adriana Calderaro, M. Cristina Arcangeletti e M. Cristina Medici e con la dott.ssa Enrica Di Lonardo della Sezione di Microbiologia del Dipartimento di Patologia e Medicina di Laboratorio.
Il modello sperimentale studiato rientra in un progetto di ricerca scientifica di base volto a mettere in luce l’intervento di fattori/funzioni dell’ospite nella modulazione di fasi precoci del ciclo replicativo di stipiti di virus influenzale, al fine di acquisire nuove conoscenze sul complesso rapporto che intercorre tra virus e cellula ospite, come anche di individuare “interruttori” cellulari che potrebbero essere determinanti nell’instaurare una condizione di resistenza all’infezione virale. E’, del resto, noto come le conoscenze sulle strategie messe in atto dai virus influenzali per utilizzare strutture e funzioni vitali della cellula ospite, quali i recettori di superficie, il citoscheletro, le attività endocitiche, il corredo enzimatico e, soprattutto, l'elaborata macchina biosintetica, siano, a tutt’oggi, ancora frammentarie ed incomplete. In tale ottica, il tema di ricerca affrontato risulta di grande attualità e rilevanza in ambito di sanità pubblica, anche alla luce del fatto che le infezioni causate dai virus influenzali sono ad elevata morbilità e mortalità.
Tra le componenti cellulari direttamente coinvolte in una o più tappe del ciclo replicativo dei virus influenzali è di notevole interesse il citoscheletro cellulare. Tre sono i principali sistemi citoscheletrici citoplasmatici delle cellule eucariote: i microtubuli, formati prevalentemente da tubulina, i filamenti intermedi, variabili da un tipo cellulare ad un altro, ed i microfilamenti, costituiti principalmente da actina e da numerose proteine ad essa correlate. La dinamica di questi sistemi e le loro interazioni risultano di fondamentale importanza per l’espressione di funzioni cellulari già classicamente riconosciute come, ad esempio, la contrazione muscolare, la divisione cellulare e l’ancoraggio della cellula ad un substrato. In realtà, oltre a funzioni connesse all’organizzazione architetturale della matrice citoplasmatica, al citoscheletro compete anche la trasduzione di segnali ad attività regolatoria sull’espressione genica, sulla sintesi di RNA e proteine, sulla modulazione del livello intracellulare degli ioni calcio e, infine, sulla proliferazione cellulare.
Sebbene sia stato dimostrato un ruolo regolatorio dei microtubuli sulle funzioni di trasporto citoplasmatico di organuli e virus, risultano scarsamente noti gli effetti esercitati a livello sub-cellulare da modificazioni strutturali di tale componente del citoscheletro. I risultati ottenuti evidenziano come la presenza di un assetto altamente stabile dei microtubuli, riscontrato solo in alcuni modelli cellulari e determinato dall’interazione con proteine MAP e/o processi post-traduzionali di acetilazione, induca una condizione di resistenza all’infezione da virus influenzale A (H1N1).
L’aspetto innovativo della ricerca consiste nel mettere in luce l’“unicità” di ciascuna interazione che intercorre tra virus influenzale e cellula ospite, poiché essa risulta strettamente dipendente da peculiari funzioni/fattori dell’ospite che rendono ardua la generalizzazione delle conclusioni scientifiche ottenute. Inoltre, tale studio rende ragione dell’importanza della ricerca scientifica di base che, seppur con tempi più lunghi rispetto a ricerche di tipo applicativo, rappresenta un mezzo indispensabile per accrescere le attuali conoscenze. In tale ottica, lo studio svela come alcune specie, rispetto ad altre, potrebbero avere nel tempo acquisito una condizione naturale di resistenza all’infezione da virus influenzale e, al contempo, rappresenta un’utile premessa per la messa a punto di nuove strategie ad azione antivirale.
Questi risultati, che sono frutto di un’attività sperimentale svoltasi esclusivamente presso la Sezione di Microbiologia del Dipartimento di Patologia e Medicina di Laboratorio e, peraltro, con limitati mezzi a disposizione, dimostrano che nel nostro Ateneo esistono grande entusiasmo e competenze specifiche che consentono di raggiungere risultati scientifici riconosciuti a livello internazionale.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

Meteo: le previsioni comune per comune

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

AUTOSTRADE

Scontro fra due camion: mattinata di disagi attorno a Bologna

Sicilia

Perquisizioni nelle case dei fiancheggiatori di Messina Denaro: impegnati 200 agenti

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS