10°

19°

Salute-Fitness

La "tenda del cuore" per una settimana in piazza Garibaldi

La "tenda del cuore" per una settimana in piazza Garibaldi
0

Monica Tiezzi
Parma e provincia hanno la più alta incidenza regionale di infarto miocardico (640 casi per milione di abitanti) e, a distanza di un anno dal ricovero in ospedale,  metà dei pazienti  non prende  più   i farmaci salvavita prescritti. Però abbiamo anche la più bassa mortalità in Regione a un mese dalle dimissioni (il 9%) e -  dice Ettore Brianti, direttore sanitario dell'Ausl -  negli ultimi  tre anni la «diligenza» degli infartuati alle terapie è decisamente aumentata.
La cardiologia  a Parma   ha raggiunto ottimi risultati  nella fase acuta (si riesce   a formulare in alta percentuale la diagnosi da infarto anche prima dell'arrivo del paziente in ospedale,  spiega  Luca Sircana, direttore sanitario dell'ospedale Maggiore), ma  ora occorre  concentrarsi   sulla prevenzione.
 Per questo è un appuntamento importante la settimana «Sette di cuore»  organizzata da ospedale Maggiore e  Ausl  con la collaborazione di   Aarc (Associazione per l’assistenza e la ricerca in cardiochirurgia) e  il patrocinio del Comune, che per il quinto anno consecutivo  offrirà   visite gratuite, incontri con i cittadini e occasioni di formazione  per  medici ed infermieri.
Dall'11 al 17 febbraio nella «tenda del cuore»  in  piazza Garibaldi,   allestita dalla Croce Rossa,  gli specialisti della  Cardiologia del Maggiore incontreranno i cittadini non cardiopatici per fornire informazioni sui   fattori di rischio (fumo, alcol, inattività fisica, alimentazione non sana), la cui eliminazione, in Emilia-Romagna   potrebbe prevenire l’80% delle malattie cardiache premature. Sarà possibile anche prenotare  visite gratuite (75 i posti disponibili) che si svolgeranno nel fine settimana negli ambulatori Ausl o ospedalieri. 
«A un anno dall'infarto un paziente su due  ha già smesso di prendere le statine,  farmaco salvavita,  e  il 70% dei fumatori ha ripreso a fumare. Il risultato è che, 12 mesi dopo il ricovero in urgenza all'ospedale,   un quarto dei pazienti sperimenta una recidiva e a cinque anni i due terzi hanno un altro episodio» spiega Diego Ardissino, direttore della Cardiologia dell'ospedale Maggiore.
Il problema? «Le visite specialistiche periodiche a volte  diventano un momento ‘burocratico’: si può fare prevenzione meglio», dice    Claudio Reverberi, responsabile del coordinamento attività specialistiche ambulatoriali cardiologiche del Maggiore. «A lungo la responsabilità della prevenzione è caduta sul paziente o sulla famiglia, che si sono destreggiati  fra visite dal medico di famiglia, dagli  specialisti e prenotazione di analisi. Ora il percorso  deve essere  governato dal sistema sanitario», aggiunge Mario De Blasi, responsabile della cardiologia territoriale del distretto Ausl di Parma.
Una «rivoluzione copernicana» per alcuni aspetti già avviata. Brianti ricorda un progetto regionale con i pazienti infartuati dell'ospedale di Vaio; programmi sui   trapiantati e  sul reinserimento nel mondo del lavoro di chi ha subito un infarto; uno screening  sui fattori di rischio negli uomini over 45 e nelle donne over 55, partito nel quartiere Molinetto,  che dovrà estendersi a tutti i 21 nuclei di cure primarie. Ma soprattutto «l'inaugurazione entro l'anno del centro per le patologie cardiovascolari all'ex Dus, dove troverà spazio anche una Casa della salute e la struttura complessa di medicina dello sport», dice Brianti.
Un ruolo fondamentale, spiega Ardissino, lo dovranno giocare gli infermieri, nei quali i pazienti ripongono credito e fiducia, e a volte   in forte sintonia con i bisogni dei malati.  Per questo sta per partire in Emilia Romagna un programma di prevenzione  che coinvolgerà 1.500 pazienti (di cui 400 arruolati a Parma) con sindrome coronarica acuta, che vede centrale il ruolo dell'infermiere, anche come figura di raccordo fra la cardiologia ospedaliera e quella ambulatoriale. «Ci aspettiamo in cinque anni una riduzione del 14% di recidive, ictus e  decessi», spiega Giorgia Paoli, specialista della Cardiologia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Occhiello

230317 Notizia 8

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery