11°

27°

Salute-Fitness

Emicrania: chirurgia anziché farmaci

Emicrania: chirurgia anziché farmaci
0

Sconfiggere l’emicrania con un intervento chirurgico in anestesia locale. Sembra aprire a questa prospettiva il tipo di intervento - unico sul piano internazionale e con una percentuale di successo assai elevata - perfezionato in questi mesi presso la Sezione di Chirurgia Plastica del Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Parma.
«La procedura - racconta Edoardo Raposio, direttore della Sezione di Chirurgia Plastica del Dipartimento chirurgico - consiste nell’effettuazione in anestesia locale di una piccola incisione a livello dello scalpo, zona in cui sono presenti i capelli e nella quale eventuali cicatrici non sono visibili. Con l’utilizzo di un particolare endoscopio, si procede in maniera mini-invasiva a sezionare, al di sotto della cute, i sottili muscoli presenti, in base alla sede dell’emicrania. Si interviene nella regione della fronte in prossimità delle sopracciglia, sui muscoli depressore e corrugatore del sopracciglio e il muscolo procero, mentre nella regione occipitale si agisce sul muscolo occipitale».
La contrazione di tali muscoli - la cui attività è appositamente indebolita dall’intervento - risulta infatti essere la causa, in molti pazienti, dell’irritazione di alcuni nervi responsabili dello scatenamento degli attacchi di emicrania.
L'intervento dura circa 45 minuti, si completa con un punto di sutura e la degenza è di soltanto un giorno.
«Nei primi 15 pazienti operati – sottolinea Raposio - si è registrata una percentuale di successo pari al'80% dei pazienti trattati, con una completa scomparsa dell’emicrania o una significativa diminuzione del numero, della gravità, e della durata degli attacchi».
L'idea dell’intervento è nata dall’osservazione casuale - riportata per primo da Bahman Guyuron della Case Western University di Cleveland nel 2000 - che pazienti affetti da emicrania sottoposti per ragioni estetiche a chirurgia endoscopica volta al lifting del terzo superiore del volto riportavano, quale conseguenza dell’intervento, anche una riduzione o scomparsa degli attacchi di emicrania.
Da lì l’idea - sempre di Guyuron - di effettuare in pazienti affetti da emicrania parte del medesimo intervento di ringiovanimento della fronte non più a fini estetici ma terapeutici.
 «Tale approccio è stato validato da numerosi studi scientifici» spiega Raposio.
«Il nostro gruppo di ricerca ha migliorato la tecnica intervenendo in anestesia locale e totalmente per via endoscopica mediante una sola piccola incisione cutanea. A questo proposito abbiamo appena terminato la stesura di un lavoro riportante la nostra tecnica e casistica. Inoltre abbiamo ottenuto riscontri positivi in occasione di presentazioni scientifiche sia al Congresso Nazionale Congiunto della Società Italiana dei Chirurghi Universitari (Sicu), della Società Italiana Ricerche in Chirurgia (Sirc) e dell’American College of Surgeons - Italian Chapter, sia al XXVII Congresso Nazionale della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee (Sisc), svoltosi nei giorni scorsi a Perugia». Gli obiettivi più immediati del gruppo di ricerca guidato da Raposio sembrano essere la validazione o meno della tecnica anche per la terapia delle cefalee tensive, ma, più importante, la divulgazione di tale possibilità terapeutica attualmente poco conosciuta.
«I pazienti candidabili - sottolinea Raposio - sono quelli affetti da emicranie farmaco-resistenti, ovvero pazienti nei quali non si riesce a ottenere una risposta terapeutica soddisfacente mediante i trattamenti farmacologici tradizionali, così come in pazienti nei quali la presenza di controindicazioni od effetti collaterali importanti impongono la ricerca di trattamenti alternativi. Risultati preliminari incoraggianti sono stati ottenuti anche in alcuni casi di cefalea tensiva, mentre per gli altri tipi di cefalea (quali la cefalea "a grappolo" o altre forme di cefalea secondarie) non vi sono indicazioni al trattamento chirurgico».
L’intervento apre a nuovi scenari anche sul versante del contenimento delle spese sanitarie.
«I risparmi economici correlati ai casi di successo dell’intervento sono rilevanti - sottolinea Raposio - sia in termini di riduzione della spesa sanitaria - correlata ad una diminuzione o sospensione della terapia farmacologica e visite specialistiche correlate – sia, soprattutto, in termini di riduzione o eliminazione di assenze lavorative e mancata produttività ad esse correlata. Non da ultimi vanno citati i benefici in termini di miglioramento di qualità della vita dei pazienti trattati con successo, conseguenti alla diminuzione o scomparsa dei sintomi e degli effetti collaterali dei farmaci».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima