12°

22°

San Leonardo

Una lettrice: "Circondati da uomini in bici vicino al garage"

Cronache di quotidiana criminalità

Foto d'archivio

Ricevi gratis le news
17

Una coppia rincasa dopo le 23 nel quartiere San Leonardo. L'auto rallenta avvicinandosi alla rampa del garage e si ritrova circondata da 6 persone in bicicletta, "con fare poco amichevole", che lanciano insulti alla coppia. Lo racconta la lettrice Serena Montagna, che ci scrive denunciare l'episodio e i continui episodi legati alla criminalità nel quartiere. "Non poi tantissimi anni fa, vivevo in una città civile, pulita, sicura", dice la signora, che auspica più sicurezza in città. 

Ecco la lettera di Serena Montagna: 

E' diventata ormai cronaca quotidiana l’incuria che pervade alcuni quartieri della nostra città, abbandonati e ignorati da un’Amministrazione che non ritiene legittime di tutela le sempre più insistenti richieste di aiuto della cittadinanza.
Le riferisco l’ultimo episodio che mi ha riguardato personalmente.

Ieri sera tornavo a casa in auto con mio marito intorno alle 23.15. Risiediamo nel quartiere San Leonardo, da qualche anno enclave prediletta da criminali e spacciatori.
Non è rassicurante vedere questi individui appostati agli angoli delle strade in bicicletta, protetti dall’oscurità e dalla totale assenza di controlli da parte delle forze dell’ordine; non è tranquillizzante essere seguiti e misurati con sguardo rapace, intento a intercettare potenziali clienti.
Ieri sera siamo andati oltre queste ormai consuete schermaglie.

Avendo rallentato in prossimità della rampa del garage, io e mio marito siamo stati circondati da 6 persone in bicicletta che, con fare decisamente poco amichevole, ci hanno rivolto insulti e hanno tentato di impedirci l’ingresso. Abbiamo subito bloccato le portiere dell’automobile e cercato di allontanarci velocemente, col risultato di venire inseguiti dalle biciclette per parecchie centinaia di metri.
Solo aspettando un tempo ragionevole, per dare tempo a questi soggetti di spostarsi di qualche metro (pur restando nei paraggi) siamo riusciti ad accedere al garage e rientrare in casa.
La domanda sorge inevitabile: che cosa sta diventando questa città?
Dove vogliamo arrivare? Come può difendersi il cittadino non solo dal progressivo degrado del proprio quartiere ma addirittura da tentativi di aggressione alla propria incolumità fisica? Perché nessuno interviene? Per quale motivo le istituzioni preposte alla sicurezza voltano la testa dall’altra parte? A chi conviene tanto avvilimento?
E, soprattutto: se oggi siamo arrivati fin qui, cosa saremo domani?

Ricordo che, non poi tantissimi anni fa, vivevo in una città civile, pulita, sicura. E’ pura utopia sperare di ritrovarla?
Vorrei rispondere - a chi mi obietterà che il problema non sussiste ovunque - che la ricetta vincente non è confinare il degrado in una o due zone della città (che poi nel frattempo sono già diventate tre o quattro). Il vuoto, l’assenza di intervento, l’indifferenza, la noncuranza generano una reazione a catena che conduce a un’espansione esponenziale della delinquenza. Se non troviamo soluzioni efficaci per salvare la dignità dei nostri quartieri e la sicurezza delle persone che vi abitano, molto presto il problema non sarà di qualche migliaio di cittadini che hanno avuto la strampalata idea di comprare casa in un quartiere poco nobile, ma anche dei residenti nelle zone bene della nostra amata città.
La cittadinanza comincia ad essere stanca, insofferente. A pretendere adeguate risposte ad un problema che sta dilagando a dismisura.

Risposta che non può essere quella recentemente suggerita da eminenti politici locali durante un convegno sul tema della sicurezza: rassegnarsi ed imparare a convivere con la criminalità. Non è questo che meritano i cittadini. Non è così che si affronta il problema.
Rassegnarci non ci sta bene. Vogliamo sconfiggere il degrado e riappropriarci della nostra città, senza dover temere il coprifuoco dopo il tramonto.
La cosa ci riguarda tutti.
Sta accadendo oggi, sempre di più, sotto i nostri occhi impotenti.
E’ ora di correre ai ripari.

Serena Montagna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    14 Aprile @ 21.04

    mandra_sala@libero.it

    Ma Cosa ha messo in campo Casa per risolvere il problema ? Son passati 4 anni.... è Andora colpa di Vignali ? O della crisi ? O di Renzi che esiste solo da 2 anni ? Oppure.... è colpa della zanzara tigre ????

    Rispondi

  • filippo

    14 Aprile @ 17.14

    Basterebbe smettere di votare per chi in parlamento fa INDULTI, SVUOTACARCERI E BLOCCO ESPULSIONI....altrimenti sono tutte chiacchiere

    Rispondi

  • gianlucapasini

    14 Aprile @ 10.54

    Orban tracciò la strada giusta e l'Austria lo sta seguendo. Il problema si chiama estracomunitari disonesti e nullafacenti. Mancano rimpatri ed espulsioni di massa! Non lavori? Via, si espelle.

    Rispondi

  • jeffroy

    14 Aprile @ 10.13

    Signora, ha percepito male lei sulla base dei suoi pregiudizi rasiali, senofobi e fassisti, se alcune risorse l'hanno circondata per avere il suo codice fiscale e cominciare a pagare la pensione sua e di suo marito; ha percepito male quando ha deciso di andare a vivere in una zona senza prevedere come si sarebbe trasformata nel tempo accogliendo risorse multietniche e mancando lei di adattarsi a loro; lei è forse per i muri ? I muri non sono la soluzione, lo dice anche Mattarella, cui nemmeno lui crede, e lo dice Avramopoulos, nonostante la soluzione ancora non sia indicata, se non quella di elargire miliardi di euro alla musulmana turchia che anela all'UE. Insomma, vada a vivere altrove se il nuovo mondo di quel neoumanesimo sui generis propugnato da media e politica emozionali, non le sta bene; l'importante però è che continui a pagare le tasse.

    Rispondi

  • Roberto19

    14 Aprile @ 10.07

    Sarebbe ora di dire Basta a tutto questo ma le autorità dove sono?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

«Anziana scippata, evento traumatico»

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

VIAGGI NELLA FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

FIDENZA

Muore a 51 anni 11 giorni dopo l'incidente in bici

SORBOLO

«Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»