12°

ARTE E STORIA

«A scuola nei musei»: dai banchi alle lezioni sul campo

«A scuola nei musei»: dai banchi alle lezioni sul campo
Ricevi gratis le news
0

«A scuola nei musei: dalla preistoria all'età moderna», progetto didattico di Fondazione Cariparma con Artificio società cooperativa, sta per ricominciare. Tutte le classi di scuola dalla terza elementare alle superiori possono partecipare.

Ecco il programma completo.

A SCUOLA NEI MUSEI: DALLA PREISTORIA

ALL’ETÀ MODERNA

STORIA DELL’ARTE

PERCORSI DIDATTICI PER LE CLASSI 3° DELLA

SCUOLA PRIMARIA

Personaggi in cerca d’autore

(1 incontro, Galleria Nazionale)

Come provetti investigatori i piccoli visitatori

dovranno indovinare l’autore di un quadro. Saranno

aiutati nell'arduo compito dagli artisti e dalle opere

esposte in Galleria Nazionale. Un viaggio davvero

affascinante tra generi pittorici, artisti e curiosi

indovinelli per risolvere il mistero.

PERCORSI DIDATTICI PER LE CLASSI 3°, 4° E 5°

DELLA SCUOLA PRIMARIA

Sei un mito! (1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso ripercorre brevemente la storia dei miti,

da "misteriose leggende" che raccontano la nascita

del mondo a "esempi di vita", e, attraverso l'analisi

delle rappresentazioni ottocentesche conservate

nelle collezioni di Palazzo Bossi Bocchi, sottolinea

l'importanza che il mito, con variazioni e mutamenti,

ha conservato nel corso dei secoli.

Colore, luce e gesto: la pittura si svela

(2 incontri- Galleria Nazionale)

Guardare un dipinto può essere davvero

emozionante! Obiettivo del percorso sarà osservare

come attraverso la rappresentazione dei gesti, delle

espressioni e l’uso dei colori i pittori da sempre

siano riusciti a comunicarci il significato più

profondo di un’opera. Al termine del secondo

incontro i ragazzi si cimenteranno in una breve

interpretazione di un dipinto tra quelli esaminati.

Il mondo intorno: il paesaggio

(1 incontro- Galleria Nazionale)

Il percorso approfondisce l'evoluzione del paesaggio

che, da semplice sfondo per altri generi, acquisisce

sempre più importanza fino a divenire soggetto

autonomo.

Tratti e ritratti (1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso didattico intende approfondire le

peculiarità proprie del genere del ritratto e ne

analizza la storia e le sue funzioni, sia in rapporto

alla mera rappresentazione della figura umana, sia

all'immagine altra che l'individuo vuole dare di sé.

Indovina chi viene a cena?

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso propone un viaggio alla scoperta del cibo

visto con gli occhi degli artisti che nei secoli l’hanno

diversamente rappresentato. Contestualizzando gli

elementi raffigurati, i ragazzi ne potranno cogliere i

molteplici significati, le possibili simbologie in

rapporto alle istanze culturali e sociali dei vari

periodi storici.

L’ABC dei quadri (1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

“Leggere” un’opera d’arte significa acquisire gli

strumenti per decodificarla, interpretarla e farla

propria. Attraverso l’analisi guidata, i giovani

“lettori” si avvicinano al linguaggio pittorico ed alle

sue componenti, cercando anche chiavi di lettura

“personali”.

ARCHEOLOGIA

Scopriamo l’archeologo

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Introduzione al mestiere dell’archeologo condotta

attraverso testimonianze e manufatti esposti nella

collezione preistorica. Il percorso si concluderà con

un gioco a tema.

Passeggiando per la Preistoria

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Percorso guidato nelle sale dedicate alla preistoria

per conoscere la più antica storia dell’uomo a

partire dai Neanderthaliani sino alle civiltà dell’età

del Bronzo. L’incontro può prevedere specifici

approfondimenti su alcuni momenti o produzioni

peculiari della Preistoria da concordare con

l’operatore.

Materia e mani del passato: la Preistoria

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Attraverso alcune immagini e i reperti esposti in

museo si svelano materiali e antiche arti per

scoprire come l’uomo nella Preistoria ha forgiato la

materia per dar forma a manufatti di uso

quotidiano, ma anche ad oggetti speciali.

Curiosando tra sarcofagi, mummie e scarabei

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Attraverso i reperti esposti in museo si

percorreranno diversi aspetti dell’antica civiltà

egizia. Ne scopriremo la religione, i miti, la vita

quotidiana con i suoi rituali, l’arte e la scrittura.

Dei o animali?

(1 incontro-Museo Archeologico Nazionale)

Guidati dalla dea gatto Bastet, conosceremo le

principali divinità egizie, nella loro forma umana o

animale, apprendendone il mito e l’iconografia.

Percorso guidato alla mostra “Alla scoperta della

Cisa romana. La Sella del Valoria” (Parma, Palazzo

Bossi Bocchi, 7 ottobre - 17 dicembre 2017)

La ricorrenza dei 2200 anni dalla fondazione di

Parma viene celebrata con la presentazione dei

risultati degli scavi archeologici alla Sella del Valoria

(2012-2015). Fino a poco tempo prima delle indagini

si dava per scontato che il valico romano della via

che collegava Parma a Luni fosse il passo della Cisa,

ma le recenti scoperte hanno rivelato una realtà ben

più complessa.

Vivere Veleia: percorso nell’area archeologica

(1 incontro- area archeologica di Veleia)

L’esplorazione di Veleia, iniziata più di due secoli fa,

ha portato alla luce una città romana con la sua

struttura, i suoi edifici e le tracce di alcuni suoi

cittadini. Il percorso sarà un viaggio nel passato che

darà la possibilità ai bambini di conoscere da vicino

come gli antichi abitanti vivevano e quali erano le

loro consuetudini. (I costi di trasporto

dell’operatrice e della classe sono a carico della

scuola) Il percorso è attivo da aprile.

La moda dei Romani tra tuniche, toghe e gioielli

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Un tuffo nel passato per riscoprire i vestiti, le

calzature e gli ornamenti di uomini, donne e

bambini di età romana e alcune abitudini legate alla

cura della persona. Alla fine del percorso è prevista

un’attività laboratoriale.

STORIA DEL LIBRO E DELLA STAMPA

Il libro e la sua storia:

1. Il manoscritto

(1 incontro- Biblioteca Palatina)

In assenza dell'odierna tecnologia i libri erano creati

esclusivamente dalla mano dell'uomo: dal taglio

delle pagine alla loro scrittura, dalla decorazione alla

rilegatura. Il percorso accompagna i ragazzi alla

scoperta della magia di questa creazione. Il percorso

è attivo dalla primavera.

2. Da Gutenberg all’e-book (2 incontri-

Biblioteca Palatina e Museo Bodoniano)

Alla metà del XV secolo Johann Gutenberg inventò la

stampa e tutto cambiò. L’incontro parte proprio

dall’invenzione dei caratteri mobili e del torchio

tipografico fino ad arrivare agli odierni supporti

multimediali, analizzando le fasi produttive, le

tecniche e i materiali del libro a stampa, oggetto che

rivoluzionò il diffondersi delle idee e nel contempo

la vita stessa dell’uomo. Il percorso è attivo dalla

primavera.

A SCUOLA NEI MUSEI: DALLA PREISTORIA

ALL’ETÀ MODERNA

PERCORSI DIDATTICI PER LE CLASSI DELLA SCUOLA

SECONDARIA DI I GRADO

STORIA DELL’ARTE

Sulle tracce Maria Luigia (2 incontri- Galleria

Nazionale e Palazzo Bossi Bocchi)

Attraverso la lettura delle testimonianze di epoca

Luigina presenti presso la Galleria Nazionale e

Palazzo Bossi Bocchi si ricostruirà storicamente la

vicenda personale di Maria Luigia, dapprima

imperatrice a fianco di Napoleone, quindi duchessa

di un piccolo stato politicamente legato all'impero

asburgico; si individueranno quindi gli interventi

urbanistici ed architettonici realizzati nel trentennio

Luigino attraverso la lettura di alcuni documenti

iconografici. Ci si soffermerà infine anche su un altro

aspetto fondamentale degli interventi luigini, le

cosiddette munificenze, opere a prevalente

carattere assistenziale destinate a dotare la città di

servizi e strutture di tipo moderno nell'ambito di

una politica del consenso particolarmente attenta

agli aspetti sociali della gestione del potere.

La Camera della Badessa

(1 incontro- Camera di San Paolo)

Il percorso è dedicato alla storia del Monastero

Benedettino femminile di San Paolo, che durante il

Rinascimento fu un importante centro culturale

della città, grazie alla personalità della badessa

Giovanna da Piacenza, colta e illuminata

committente del bellissimo affresco realizzato dal

Correggio in una stanza del suo appartamento

privato.

Il Teatro Farnese compie gli anni 1618-2018

(1 incontro- Teatro Farnese)

Un viaggio a ritroso nel tempo per conoscere da

vicino l'affascinante Teatro Farnese,

ripercorrendone le vicende storiche, la struttura

costruttiva e gli allestimenti degli spettacoli barocchi

realizzati con complessi ed ingegnosi macchinari

scenici.

Le tecniche pittoriche

(2 incontri- Galleria Nazionale)

Affresco, tempera su tavola, olio su tela sono alcuni

fra i modi con cui il pittore si esprime e comunica,

concretizza la propria idea. Il tema si focalizzerà

sulle metodologie, i materiali, gli strumenti storici

del fare pittura... perché l'opera d'arte non è solo

immagine, ma è materia che si fa immagine.

Arte e illusione (2 incontri- Galleria Nazionale e

Camera di San Paolo)

Per gli artisti dipingere una storia non è

semplicemente soddisfare le esigenze della

committenza, significa soprattutto raccogliere la

sfida di trasferire un mondo infinito sulla superficie

bidimensionale di una tavola, di una tela o di una

volta: il percorso mira a cogliere le differenze del

“racconto pittorico” nelle diverse epoche e culture.

Il secondo incontro si svolgerà nella Camera di San

Paolo

Il mondo intorno: il paesaggio

(1incontro- Galleria Nazionale)

Il percorso approfondisce l'evoluzione del paesaggio

che, da semplice sfondo per altri generi, acquisisce

sempre più importanza fino a divenire soggetto

autonomo.

Gioco di sguardi: il ritratto in pittura

(2 incontri- Galleria Nazionale e Palazzo Bossi

Bocchi)

Un percorso dedicato al genere del ritratto, al fine di

coglierne le molteplici finalità, che variano dal

semplice riconoscimento fisionomico, all'indagine

interiore, al ritratto celebrativo, allegorico o a quello

ideale. Oltre alle connotazioni psicologiche e

sociologiche, saranno analizzati gli aspetti tecnicoformali

come l'inquadratura, il rapporto tra sfondo e

figura, la posa del soggetto, l'uso della luce.

Indovina chi viene a cena?

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso propone un viaggio alla scoperta del cibo

visto con gli occhi degli artisti che nei secoli l’hanno

diversamente rappresentato. Contestualizzando gli

elementi raffigurati, i ragazzi ne potranno cogliere i

molteplici significati, le possibili simbologie in

rapporto alle istanze culturali e sociali dei vari

periodi storici.

Testa o croce (1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Cosa sono i soldi? Quando sono nati? Perché alcuni

sono di metallo e altri di carta? Ripercorrendo la

storia dalle origini della moneta alla nascita della

banconota, l’incontro darà modo di comprendere

come il denaro sia stata una delle invenzioni più

geniali e nel contempo artistiche dell’uomo e come

il suo uso, per noi oggi gesto quotidiano e naturale,

sia il frutto di un processo storico durato millenni.

NoveC’entro! (1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

A Palazzo Bossi Bocchi la pittura del '900 si racconta

attraverso le opere di eccellenti maestri del

panorama artistico locale: Barilli, Bocchi, Zoni,

Padova... La scoperta guidata di queste collezioni

darà ai ragazzi l'opportunità di avvicinarsi, con uno

sguardo attento ed analitico, ai nuovi linguaggi espressivi ed agli esperimenti materici dell'arte

contemporanea.

Il mito fra leggenda e storia

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso ripercorre brevemente la storia dei miti,

da "misteriose leggende" che raccontano la nascita

del mondo a "esempi di vita", e, attraverso l'analisi

delle rappresentazioni ottocentesche conservate

nelle collezioni di Palazzo Bossi Bocchi, sottolinea

l'importanza che il mito, con variazioni e mutamenti,

ha conservato nel corso dei secoli.

La pittura della Resistenza: dipingere le barricate

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi e luoghi cittadini

della Resistenza)

Ricordare il passato può dare origine a intuizioni

pericolose, e la società stabilita sembra temere i

contenuti sovversivi della memoria. (Herbert

Marcuse) “È il 4 agosto del 1922. La gente

dell'Oltretorrente si è preparata a resistere. Alla

testa degli arditi del Popolo c'è Guido Picelli,

memorabile protagonista della storia dei Borghi di

Parma”… I fatti leggendari di quell'anno rivivranno

nelle opere di pittori parmigiani capaci di raccontare

con semplice, ma fervido realismo la storia delle

Barricate di Parma, la vera essenza della lotta e gli

umori degli abitanti dei quartieri più popolari della

città. La conoscenza dei fatti di cronaca sarà

agevolata quindi dalla lettura di alcuni racconti che

ci accompagneranno nel percorso. Sarà così

possibile calare le rivolte nella topografia della città,

seguire il loro svolgersi tra strade e piazze, seguire i

tracciati dei cortei o delle folle tumultuose, ritrovare

luoghi e modalità di mobilitazione costanti e

ricorrenti pur a distanza di anni.

ARCHEOLOGIA

Percorso guidato alla mostra “Alla scoperta della

Cisa romana. La Sella del Valoria”

(Parma- Palazzo Bossi Bocchi, 7 ottobre - 17

dicembre 2017)

La ricorrenza dei 2200 anni dalla fondazione di

Parma viene celebrata con la presentazione dei

risultati degli scavi archeologici alla Sella del Valoria

(2012-2015). Fino a poco tempo prima delle indagini

si dava per scontato che il valico romano della via

che collegava Parma a Luni fosse il passo della Cisa,

ma le recenti scoperte hanno rivelato una realtà ben

più complessa.

Una città romana: Veleia

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Alla scoperta della vita e delle abitudini di una città

romana ancora oggi visibile, attraverso i reperti

esposti in museo: dalle grandi statue alla Tabula

Alimentaria, agli oggetti di uso quotidiano.

Parma: 2200 anni dalla fondazione romana

(2 incontri- Palazzo Bossi Bocchi + centro città)

Tito Livio racconta che nel 183 a.C., con duemila

coloni ciascuna, vennero fondate le colonie di diritto

romano di Parma e Modena. Durante il primo

incontro, che si svolgerà presso Palazzo Bossi Bocchi,

verranno analizzati il contesto storico della nascita

della città e le varie tappe della sua evoluzione, con

un’attenzione particolare alla struttura urbanistica

di età imperiale. Nel secondo incontro gli alunni

verranno condotti per le strade della città moderna,

alla scoperta dei luoghi più significativi di Parma in

età romana.

STORIA DEL LIBRO E DELLA STAMPA

Bodoni e il suo carattere

(1 incontro- Museo Bodoniano)

I libri a stampa di Giambattista Bodoni erano

considerati esteticamente perfetti e preziosi,

desiderati e richiesti dalle corti del tempo. Il

percorso svela il lavoro della tipografia bodoniana,

come venivano prodotti i punzoni, come si batteva

la matrice, come venivano fusi i caratteri e come

veniva usato il torchio tipografico per stampare gli

eleganti volumi, che divennero famosi in tutta

Europa. Inoltre i ragazzi avranno modo di conoscere

le varie parti del libro e di confrontare gli splendidi

esemplari presenti in museo con i testi che usano

quotidianamente. Il percorso sarà attivato dalla

primavera.

Topi di biblioteca (1 incontro- Biblioteca Palatina)

Nel contesto della Biblioteca Palatina, fondata nel

Settecento e con una storia assolutamente

d’eccezione nel panorama abituale delle istituzioni

bibliotecarie “antiche”, si analizzano le scelte messe

in atto al momento della sua istituzione e si

individuano i punti di contatto e di divergenza con la

biblioteca moderna. Il percorso sarà attivato dalla

primavera.

PERCORSI DIDATTICI PER LE CLASSI DELLA SCUOLA

SECONDARIA DI II GRADO

STORIA DELL’ARTE

1618-2018: la Grande Macchina va in scena!

(1 incontro- Teatro Farnese)

In occasione dei 400 anni dalla sua realizzazione, il

Teatro Farnese diventa il fulcro di un confronto con

la grande tradizione italiana del teatro di corte di cui

rappresenta una testimonianza straordinaria quanto

eccentrica.

La pittura della Resistenza: dipingere le barricate

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi + luoghi cittadini

della Resistenza)

Ricordare il passato può dare origine a

intuizioni pericolose, e la società stabilita

sembra temere i contenuti sovversivi della

memoria. (Herbert Marcuse) “È il 4 agosto del

1922. La gente dell'Oltretorrente si è

preparata a resistere. Alla testa degli arditi del

Popolo c'è Guido Picelli, memorabile

protagonista della storia dei Borghi di

Parma”… I fatti leggendari di quell'anno rivivranno

nelle opere di pittori parmigiani capaci di raccontare

con semplice, ma fervido realismo la storia delle

Barricate di Parma, la vera essenza della lotta e gli

umori degli abitanti dei quartieri più popolari della

città. La conoscenza dei fatti di cronaca sarà

agevolata quindi dalla lettura di alcuni racconti che

ci accompagneranno nel percorso. Sarà così

possibile calare le rivolte nella topografia della città,

seguire il loro svolgersi tra strade e piazze, seguire i

tracciati dei cortei o delle folle tumultuose, ritrovare

luoghi e modalità di mobilitazione costanti e

ricorrenti pur a distanza di anni.

La pittura racconta

(2 incontri- Galleria Nazionale e Palazzo del

Giardino /Camera di San Paolo)

L’ipotesi è quella di scoprire, attraverso opere scelte

secondo un percorso storico-cronologico, la

vocazione narrativa dell’arte individuando modi,

tempi, temi e repertori del racconto per immagine.

Nati sotto Saturno. La figura dell’artista fra mito e

mestiere (2 incontri- Galleria Nazionale)

L’idea dell’artista come artigiano, che lavora usando

la sapienza di una tecnica e di un mestiere, ha

ceduto nel tempo all’immagine del genio saturnino,

dotato del dono della pura creazione, che ci è

inevitabilmente cara. Questo radicale

rovesciamento iniziato con il Rinascimento è

arrivato oggi – complici l'idealismo e certi esiti

dell'arte contemporanea - ad avvalorare l’artista

come figura lontana dalla professionalità

riconosciuta ai comuni mestieri. Una trasformazione

con molte conseguenze, che indagheremo negli

incontri attraverso testi pittorici e scritti: dall’incerta

collocazione sociale dell’artista, alle fasi - e ai

protagonisti - di un accidentato e contraddittorio

percorso.

Laboratorio d’artista

(2 incontri- Galleria Nazionale)

Laboratorio dell'artista è prima di tutto il suo studio

o bottega, il luogo dei materiali, della polvere e della

techne, ma anche, o prima, laboratorio d'artista è la

sua mente, il suo cuore, il non luogo dove nascono

le idee e le inventioni... un percorso che consenta

l'accesso per ragazzi curiosi di qualsiasi età o

formazione a questi luoghi solitamente chiusi e

preclusi.

Occhi sulla città (2 incontri- Palazzo Bossi Bocchi)

Una lettura della città come momento di riflessione

sul rapporto complesso, talora irrisolto, tra i segni

della storia e quelli della contemporaneità.

Dettagli di stile, moda, costume, società

(2 incontri- Galleria Nazionale e Palazzo Bossi

Bocchi)

Importante elemento di comunicazione, l’abito aiuta

a svelare la parte più “intima” e quotidiana della

Storia. Analizzare i dipinti con un’attenzione

particolare a questo codice linguistico significa

rintracciare concezioni della vita e della morte, del

potere e della bellezza altrimenti per noi

inaccessibili.

Infinito viaggiare

(2 incontri- Palazzo Bossi Bocchi e Galleria

Nazionale)

Il viaggio è un’esperienza costante nella vita

dell’uomo. Non c’è quindi da stupirsi se scrittori e

artisti di ogni tempo e di ogni lingua riflettano

questa esperienza, muovendosi non solo in un

contesto spazio temporale, lasciandoci, cioè,

descrizioni di viaggi reali che ci permettono di

ricostruire i luoghi visitati e le loro caratteristiche,

ma anche in un piano simbolico, espressione

dell’inquietudine dell’uomo e della sua sete di

conoscenza, del suo bisogno di mettersi alla prova

sfiorando l’ignoto, dell’itinerario della sua

maturazione spirituale o di tutta la sua stessa

esistenza. Il primo incontro avrà luogo presso

Palazzo Bossi Bocchi.

I Farnese e l’arte (2 incontri- Palazzo Bossi Bocchi e

Palazzo del Giardino)

La finalità della proposta tematica vuole essere

quella di focalizzare l’interesse e la curiosità dei

ragazzi nei confronti di una dinastia, quella dei

Farnese, che ha profondamente segnato gli eventi

politici e culturali della Roma post-rinascimentale, i

mutamenti del collezionismo e del mecenatismo, i

rapporti con i letterati, e naturalmente la storia del

ducato di Parma. Seguendo queste tracce, il discorso

si svilupperà inquadrando le personalità più rilevanti

della famiglia (da Paolo III al cardinale Alessandro,

da Ottavio al figlio Alessandro, governatore delle

Fiandre e duca, da Ranuccio a Elisabetta …) indagati

attraverso le vicende storiche che li hanno visti

protagonisti, la ritrattistica, le prestigiose

committenze.

1850 La ”macchia”…. accademici e antiaccademici

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso pone l’accento su un importante

momento storico in cui un clima di “rivoluzioni”

interiori, sociali e politiche, porterà alcuni giovani

artisti ad “osare”, allontanandosi dalle rigide regole

accademiche per creare qualcosa di realmente

innovativo.

I Miti: storie prodigiose di un tempo passato

(1 incontro- Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso ripercorre brevemente la storia dei miti,

da "misteriose leggende" che raccontano la nascita

del mondo a "esempi di vita", e, attraverso l'analisi

delle rappresentazioni ottocentesche conservate

nelle collezioni di Palazzo Bossi Bocchi, sottolinea

l'importanza che il mito, con variazioni e mutamenti,

ha conservato nel corso dei secoli.

ARCHEOLOGIA

Alla conquista della grande pianura: dai mitici

cacciatori alle prime civiltà contadine

(1 incontro- Museo Archeologico nazionale)

Percorso guidato nelle sale della Preistoria che

ospitano molti dei più antichi reperti rinvenuti nel

territorio di Parma, dal Paleolitico alla fine dell’età

del Bronzo.

Percorso guidato alla mostra “Alla scoperta della

Cisa romana. La Sella del Valoria”

(Parma, Palazzo Bossi Bocchi, 7 ottobre - 17

dicembre 2017)

La ricorrenza dei 2200 anni dalla fondazione di

Parma viene celebrata con la presentazione dei

risultati degli scavi archeologici alla Sella del Valoria

(2012-2015). Fino a poco tempo prima delle indagini

si dava per scontato che il valico romano della via

che collegava Parma a Luni fosse il passo della Cisa,

ma le recenti scoperte hanno rivelato una realtà ben

più complessa.

Il municipium di Veleia

(1 incontro- Museo Archeologico Nazionale)

Grazie agli scavi che si sono succeduti nel tempo, gli

archeologi hanno portato alla luce una grande

quantità di reperti, tramite i quali è possibile

ricostruire alcuni importanti aspetti della vita e della

quotidianità di un’antica città romana.

Veleia: percorso nell’area archeologica

(1 incontro- area archeologica di Veleia)

L’esplorazione di Veleia ebbe inizio nel 1760 in

seguito al ritrovamento fortuito

dell’importantissima Tabula alimentaria traianea ed

è proseguita per più di due secoli. Durante il

percorso nel sito sarà possibile scoprire il frutto di

queste indagini e analizzare i vari aspetti della vita di

una cittadina romana. (I costi di trasporto

dell’operatrice e della classe sono a carico della

scuola). Il percorso è attivo da aprile.

“Eodem anno Mutina et Parma coloniae civium

Romanorum sunt deductae ”: 2200 anni dalla

fondazione di Parma (2 incontri- Palazzo Bossi

Bocchi – centro città)

E’ con queste parole che Tito Livio tramanda la

notizia della fondazione di Parma, avvenuta nel 183

a.C. Durante il primo incontro, da svolgersi presso

Palazzo Bossi Bocchi, partendo proprio dalle fonti

storiche e letterarie, verranno delineati il contesto

storico della nascita della città e le varie tappe della

sua evoluzione, con un’attenzione particolare allo

studio della struttura urbanistica e degli edifici

pubblici della città in epoca imperiale. Nel secondo

incontro, da svolgersi nel centro cittadino, i ragazzi

verranno condotti per le strade della città moderna

alla scoperta della Colonia Iulia Augusta Parmensis.

Introduzione all’epigrafia latina

(3 incontri- Palazzo Bossi Bocchi)

Durante il primo incontro verrà presentata la

disciplina dell’epigrafia e saranno forniti gli

strumenti per l’analisi e la comprensione di

un’epigrafe. Nel secondo incontro un’attività

laboratoriale a gruppi permetterà agli alunni di

cimentarsi nella materia. Il terzo incontro sarà

dedicato alla verifica e alla valutazione degli

elaborati prodotti.

STORIA DEL LIBRO E DELLA STAMPA

La Biblioteca Palatina tra storia, arte e cultura

(1 incontro- Biblioteca Palatina)

Nel contesto della Biblioteca Palatina, fondata nel

Settecento e con una storia assolutamente

d’eccezione nel panorama abituale delle istituzioni

bibliotecarie “antiche”, si analizzano le scelte messe

in atto al momento della sua istituzione e si

individuano i punti di contatto e di divergenza con la

biblioteca moderna. Il percorso sarà attivo dalla

primavera.

Giambattista Bodoni: quando il libro diventa opera

d’arte (1 incontro- Museo Bodoniano)

Convenienza e proporzione: in questo consisteva il

bello per Bodoni che, non solo portò la stamperia di

Parma ad altissimi livelli, ma divenne famoso

soprattutto per la creazione di nuovi tipi, considerati

modello dei caratteri moderni. L’incontro ripercorre

le fasi di produzione, dal progetto alla fusione del

carattere, fino a mostrare il libro finito nelle sue

parti specifiche. Attraverso gli strumenti, i materiali

e i testi presenti in museo i ragazzi avranno modo di

ripercorrere il lavoro della tipografia di Bodoni e di

conoscere l’importanza rivoluzionaria dei libri a

stampa. Il percorso sarà attivo dalla primavera.

INFORMAZIONI GENERALI

PRENOTAZIONI

L'attività didattica è rivolta alle scuole di Parma e

provincia. Tutti i percorsi sono articolati su uno o

due incontri a seconda del tema scelto e vengono

svolti nelle seguenti fasce orarie :

Galleria Nazionale e Palazzo Bossi Bocchi

9:00-10:30; 10:30-12:00; 14:00-15:30

Museo Archeologico Nazionale

9:00-10:15; 10:15-11:30; 11:30-12:45

Biblioteca Palatina e Museo Bodoniano

9:00-10:15; 10:15-11:30; 11:30-12:45.

L'attività didattica si svolgerà fino alla fine dell'anno

scolastico.

Le richieste di prenotazione dovranno pervenire per

via telematica preferibilmente entro il 31 ottobre

all'indirizzo e-mail percorsi.artificio@gmail.com

Nella e-mail di richiesta vanno specificati: i titoli dei

percorsi prescelti, il nome della scuola, la classe e la

sezione, il nome dell'insegnante, il numero degli

alunni, il numero di telefono e l'indirizzo e-mail a cui

si vuole ricevere risposta, l'indicazione del giorno

della settimana e della fascia oraria preferenziali.

Tali preferenze sono da ritenersi indicative e non

vincolanti. La segreteria si impegna a comunicare,

via e-mail e in tempo utile, la data, la fascia oraria e

il nominativo dell'operatrice che condurrà il

percorso. Per ulteriori informazioni si prega di

inviare un'e-mail all'indirizzo

percorsi.artificio@gmail.com o contattare il

seguente numero di telefono 338 9225086, attivo

da lunedì a mercoledì dalle 9:00 alle 14:00.

A scuola nei musei: dalla preistoria all’età moderna 2017/2018

COSTI

Per soddisfare il maggior numero possibile di

richieste, anche per quest’anno è previsto un

contributo da parte delle classi di 25,00 euro a

classe per incontro.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Artificio Società Cooperativa

Mail: percorsi.artificio@gmail.com

Tel. 338 9225086

Web: www.artificiocooperativa.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

Un fotogramma che mostra il lancio di una bottiglia contro la troupe.

striscia

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

2commenti

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

GAZZAFUN

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

Fausto Leali sui social, "io derubato da 4 slavi"

MONZA BRIANZA

Fausto Leali sui social: "Derubato da quattro slavi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Lite

Via Pedretti: foto d'archivio da Google Street View

PARMA

Lei non lo ama, lui la minaccia e dà coltellate al portone per entrare

Serata di follia in via Pedretti: denunciato un 31enne

La testimonianza

«Plagiata e poi schiavizzata: vi racconto il mio incubo»

Il Giardino

Il Parco Ducale «occupato» da spacciatori e alcolizzati

17commenti

Traversetolo

Tre anni di carcere al bullo che rapinava i coetanei

1commento

Shopping

Black Friday, scatta la corsa agli acquisti anche a Parma Ecco cos'è

VERSIONE DIGITALE

Black Friday: la Gazzetta a 0,50€ al giorno

Tribunale

Pusher tentò di uccidere un carabiniere: condannato a 7 anni

3commenti

Calcio

Insigne, fratelli da primato

1commento

Borgotaro

Tre furti in tre abitazioni lo stesso giorno

PARMA

Stanziati 930mila euro per il "Lauro Grossi"

Via libera della giunta comunale al progetto definitivo per interventi di ristrutturazione della tribuna coperta e degli spogliatoi del Centro di atletica

BASSA

Lavori al passaggio a livello: chiuso il ponte sull'Enza a Sorbolo

Domenica disagi per chi viaggia da Parma verso Brescello

MUSICA

Gli Snakes cantano per beneficenza

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

REGGIOLO

Omicidio nel Reggiano: 31enne cutrese ucciso a colpi di pistola

CASTEL SAN GIOVANNI

Black Friday: i dipendenti di Amazon di Piacenza in sciopero presidiano i cancelli Foto

SPORT

SUDAFRICA

Pistorius: pena aumentata a 13 anni in appello

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

HOLLYWOOD

Molestie: anche Uma Thurman contro Weinstein

FIORENZUOLA

Prostituta legata, imbavagliata e gettata fuori dall'auto: arrestato 52enne

MOTORI

motori

Confronto tra KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery