12°

19°

commercio

Confesercenti: a Parma da gennaio più di 600 cessazioni

C’è invece un segnale positivo: tra settembre ed ottobre con la riapertura di nuove imprese

Un negozio con la saracinesca abbassata

Un negozio con la saracinesca abbassata

Ricevi gratis le news
1

 

Non sono rincuoranti gli ultimi dati dell'Osservatorio di Confesercenti: in Italia si registra ancora un forte blocco economico si registrano oltre 60mila chiusure, per un saldo negativo di poco superiore alle 22mila unità. Anche i numeri che riguardano Parma e provincia seguono il trend negativo italiano, con qualche eccezione per quanto riguarda  il commercio di automobili, carni, articoli da regalo e per fumatori. Nel nostro territorio da gennaio a ottobre 2013 si sono annoverate oltre 600 cessazioni di attività con un saldo negativo di circa 200 unità. 
Sono in negativo quasi tutti i settori ma, in particolare, continua il tracollo del commercio al dettaglio e del turismo. Negli ultimi 10 mesi si sono registrate tra Parma e provincia 682 cessazioni di attività, di cui 213 riguardano il commercio al dettaglio, 150 le imprese di alloggio e somministrazione, 63 ristoranti, 74 bar, 59 esercizi di vendita abbigliamento e calzature e 42 venditori ambulanti, più contenute invece le chiusure di altre attività.  Per quanto riguarda le nuove aperture, sono aumentate da settembre a oggi e nel complesso per l'anno 2013 si sono annoverate 435 nuove attività. Il saldo rimane comunque negativo tra attività cessate e nuove imprese aperte. Nella nostra città i segnali positivi, seppure modesti, riguardano le imprese del commercio al dettaglio di automobili (+2), di carni (+5) e di articoli da regalo e per fumatori (+4). 
“L’emorragia di imprese – commenta Corrado Testa Presidente Confesercenti Parma – non si ferma, anche se si evidenzia qualche piccolo segnale di speranza. Commercio e turismo sono schiacciati dalla crisi dei consumi interni che è il segno distintivo di questa recessione italiana e che - insieme a una deregulation degli orari e dei giorni di apertura delle attività commerciali che non ha eguali in Europa, e che favorisce solo le grandi strutture - sta continuando a distruggere il nostro capitale di piccoli imprenditori. La crisi sta portando a un rapido rinnovamento generazionale: il 40% delle nuove imprese di Commercio e Turismo è giovanile. E’ la dimostrazione della voglia di non arrendersi dei nostri ragazzi che, di fronte a un tasso di disoccupazione dei giovani che macina record su record, scelgono la via dell’auto-impiego. Adesso cerchiamo di tenerli sul mercato, in primo luogo evitando batoste fiscali, a livello nazionale o locale: gli imprenditori sono “taglieggiati” in questo periodo dalla Tares che  nella maggior parte dei comuni italiani, è l’ultima “caporetto” dei negozi di vicinato, soprattutto per le attività di somministrazione come Bar, Ristoranti e alimentari in genere.
Non sono rincuoranti gli ultimi dati dell'Osservatorio di Confesercenti: in Italia si registra ancora un forte blocco economico si registrano oltre 60mila chiusure, per un saldo negativo di poco superiore alle 22mila unità. Anche i numeri che riguardano Parma e provincia seguono il trend negativo italiano, con qualche eccezione per quanto riguarda  il commercio di automobili, carni, articoli da regalo e per fumatori. Nel nostro territorio da gennaio a ottobre 2013 si sono annoverate oltre 600 cessazioni di attività con un saldo negativo di circa 200 unità. 
Sono in negativo quasi tutti i settori ma, in particolare, continua il tracollo del commercio al dettaglio e del turismo. Negli ultimi 10 mesi si sono registrate tra Parma e provincia 682 cessazioni di attività, di cui 213 riguardano il commercio al dettaglio, 150 le imprese di alloggio e somministrazione, 63 ristoranti, 74 bar, 59 esercizi di vendita abbigliamento e calzature e 42 venditori ambulanti, più contenute invece le chiusure di altre attività.  Per quanto riguarda le nuove aperture, sono aumentate da settembre a oggi e nel complesso per l'anno 2013 si sono annoverate 435 nuove attività. Il saldo rimane comunque negativo tra attività cessate e nuove imprese aperte. Nella nostra città i segnali positivi, seppure modesti, riguardano le imprese del commercio al dettaglio di automobili (+2), di carni (+5) e di articoli da regalo e per fumatori (+4). “L’emorragia di imprese – commenta Corrado Testa Presidente Confesercenti Parma – non si ferma, anche se si evidenzia qualche piccolo segnale di speranza. Commercio e turismo sono schiacciati dalla crisi dei consumi interni che è il segno distintivo di questa recessione italiana e che - insieme a una deregulation degli orari e dei giorni di apertura delle attività commerciali che non ha eguali in Europa, e che favorisce solo le grandi strutture - sta continuando a distruggere il nostro capitale di piccoli imprenditori. La crisi sta portando a un rapido rinnovamento generazionale: il 40% delle nuove imprese di Commercio e Turismo è giovanile. E’ la dimostrazione della voglia di non arrendersi dei nostri ragazzi che, di fronte a un tasso di disoccupazione dei giovani che macina record su record, scelgono la via dell’auto-impiego. Adesso cerchiamo di tenerli sul mercato, in primo luogo evitando batoste fiscali, a livello nazionale o locale: gli imprenditori sono “taglieggiati” in questo periodo dalla Tares che  nella maggior parte dei comuni italiani, è l’ultima “caporetto” dei negozi di vicinato, soprattutto per le attività di somministrazione come Bar, Ristoranti e alimentari in genere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PETER67

    28 Novembre @ 17.52

    MA COSA VOLETE CHE SIA??? TANTO HANNO APERTO PARMA RETAIL CHE DARA' TANTI POSTO DI LAVORO, MA PRECARIO PERO'!!! CHE SCHIFO!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

AVEVA SOLO 48 ANNI

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa

Calcio

Parma, tre punti d'oro

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

Lunedì

A1, chiusura casello di Parma in entrata per MI e uscita per BO 4 notti Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va