14°

commercio

Confesercenti: a Parma da gennaio più di 600 cessazioni

C’è invece un segnale positivo: tra settembre ed ottobre con la riapertura di nuove imprese

Un negozio con la saracinesca abbassata

Un negozio con la saracinesca abbassata

1

 

Non sono rincuoranti gli ultimi dati dell'Osservatorio di Confesercenti: in Italia si registra ancora un forte blocco economico si registrano oltre 60mila chiusure, per un saldo negativo di poco superiore alle 22mila unità. Anche i numeri che riguardano Parma e provincia seguono il trend negativo italiano, con qualche eccezione per quanto riguarda  il commercio di automobili, carni, articoli da regalo e per fumatori. Nel nostro territorio da gennaio a ottobre 2013 si sono annoverate oltre 600 cessazioni di attività con un saldo negativo di circa 200 unità. 
Sono in negativo quasi tutti i settori ma, in particolare, continua il tracollo del commercio al dettaglio e del turismo. Negli ultimi 10 mesi si sono registrate tra Parma e provincia 682 cessazioni di attività, di cui 213 riguardano il commercio al dettaglio, 150 le imprese di alloggio e somministrazione, 63 ristoranti, 74 bar, 59 esercizi di vendita abbigliamento e calzature e 42 venditori ambulanti, più contenute invece le chiusure di altre attività.  Per quanto riguarda le nuove aperture, sono aumentate da settembre a oggi e nel complesso per l'anno 2013 si sono annoverate 435 nuove attività. Il saldo rimane comunque negativo tra attività cessate e nuove imprese aperte. Nella nostra città i segnali positivi, seppure modesti, riguardano le imprese del commercio al dettaglio di automobili (+2), di carni (+5) e di articoli da regalo e per fumatori (+4). 
“L’emorragia di imprese – commenta Corrado Testa Presidente Confesercenti Parma – non si ferma, anche se si evidenzia qualche piccolo segnale di speranza. Commercio e turismo sono schiacciati dalla crisi dei consumi interni che è il segno distintivo di questa recessione italiana e che - insieme a una deregulation degli orari e dei giorni di apertura delle attività commerciali che non ha eguali in Europa, e che favorisce solo le grandi strutture - sta continuando a distruggere il nostro capitale di piccoli imprenditori. La crisi sta portando a un rapido rinnovamento generazionale: il 40% delle nuove imprese di Commercio e Turismo è giovanile. E’ la dimostrazione della voglia di non arrendersi dei nostri ragazzi che, di fronte a un tasso di disoccupazione dei giovani che macina record su record, scelgono la via dell’auto-impiego. Adesso cerchiamo di tenerli sul mercato, in primo luogo evitando batoste fiscali, a livello nazionale o locale: gli imprenditori sono “taglieggiati” in questo periodo dalla Tares che  nella maggior parte dei comuni italiani, è l’ultima “caporetto” dei negozi di vicinato, soprattutto per le attività di somministrazione come Bar, Ristoranti e alimentari in genere.
Non sono rincuoranti gli ultimi dati dell'Osservatorio di Confesercenti: in Italia si registra ancora un forte blocco economico si registrano oltre 60mila chiusure, per un saldo negativo di poco superiore alle 22mila unità. Anche i numeri che riguardano Parma e provincia seguono il trend negativo italiano, con qualche eccezione per quanto riguarda  il commercio di automobili, carni, articoli da regalo e per fumatori. Nel nostro territorio da gennaio a ottobre 2013 si sono annoverate oltre 600 cessazioni di attività con un saldo negativo di circa 200 unità. 
Sono in negativo quasi tutti i settori ma, in particolare, continua il tracollo del commercio al dettaglio e del turismo. Negli ultimi 10 mesi si sono registrate tra Parma e provincia 682 cessazioni di attività, di cui 213 riguardano il commercio al dettaglio, 150 le imprese di alloggio e somministrazione, 63 ristoranti, 74 bar, 59 esercizi di vendita abbigliamento e calzature e 42 venditori ambulanti, più contenute invece le chiusure di altre attività.  Per quanto riguarda le nuove aperture, sono aumentate da settembre a oggi e nel complesso per l'anno 2013 si sono annoverate 435 nuove attività. Il saldo rimane comunque negativo tra attività cessate e nuove imprese aperte. Nella nostra città i segnali positivi, seppure modesti, riguardano le imprese del commercio al dettaglio di automobili (+2), di carni (+5) e di articoli da regalo e per fumatori (+4). “L’emorragia di imprese – commenta Corrado Testa Presidente Confesercenti Parma – non si ferma, anche se si evidenzia qualche piccolo segnale di speranza. Commercio e turismo sono schiacciati dalla crisi dei consumi interni che è il segno distintivo di questa recessione italiana e che - insieme a una deregulation degli orari e dei giorni di apertura delle attività commerciali che non ha eguali in Europa, e che favorisce solo le grandi strutture - sta continuando a distruggere il nostro capitale di piccoli imprenditori. La crisi sta portando a un rapido rinnovamento generazionale: il 40% delle nuove imprese di Commercio e Turismo è giovanile. E’ la dimostrazione della voglia di non arrendersi dei nostri ragazzi che, di fronte a un tasso di disoccupazione dei giovani che macina record su record, scelgono la via dell’auto-impiego. Adesso cerchiamo di tenerli sul mercato, in primo luogo evitando batoste fiscali, a livello nazionale o locale: gli imprenditori sono “taglieggiati” in questo periodo dalla Tares che  nella maggior parte dei comuni italiani, è l’ultima “caporetto” dei negozi di vicinato, soprattutto per le attività di somministrazione come Bar, Ristoranti e alimentari in genere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PETER67

    28 Novembre @ 17.52

    MA COSA VOLETE CHE SIA??? TANTO HANNO APERTO PARMA RETAIL CHE DARA' TANTI POSTO DI LAVORO, MA PRECARIO PERO'!!! CHE SCHIFO!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia