15°

Focus - Tariffe online a confronto

Rc auto, gli affari corrono sul web

La politica sta ancora cercando una soluzione per abbattere le tariffe più salate d'Europa (mediamente +30%). Ma i preventivi su internet riservano già qualche sorpresa

4

 

Tagli all’Rc Auto? Se ne riparla, semmai, nel futuro. Nel frattempo, salderemo con pazienza la solita, vecchia, «cara» Rc, di gran lunga (+30%) la più salata d’Europa. Stralciato dal decreto Destinazione Italia l’articolo 8, quello appunto con oggetto le polizze automobilistiche, sfuma il progetto di riformare i contratti di assicurazione obbligatoria in tempi rapidi.

 La Responsabilità civile autoveicoli è passata invece a un ddl apposito, così da sottoporre la materia - questa è la tesi dei suoi sostenitori - a un esame più approfondito. Mentre altre forze politiche e associazioni, tra cui la stessa Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici), rimpiangono l’occasione mancata e si aspettano ora un percorso parlamentare assai più lungo. Le premesse del pacchetto Rc Auto incluso in Destinazione Italia (che intanto mercoledì ha avuto il semaforo verde dal Senato), d’altra parte, avevano ingolosito e non poco sia le compagnie di assicurazione, che intravedevano la strada per combattere caro prezzi, evasione e pirateria stradale, sia soprattutto i cittadini-automobilisti, che sul premio annuo avrebbero risparmiato fino al 23%. Uno sconto, quello calcolato sulla base dei prezzi in vigore, frutto della somma di molteplici fattori. La «scatola nera», innanzitutto: trattasi di quel dispositivo telematico che registra momento per momento diverse variabili come velocità del veicolo, marcia inserita, pressione frenante, etc., e che in caso di sinistro agevola sensibilmente la perizia di un esperto. Se il cliente avesse accettato di installarla a bordo, l’assicuratore avrebbe praticato un primo sconto del 7%. 

Ulteriore «bonus» dal 5 al 10% qualora l’assicurato avesse accettato il risarcimento in forma specifica presso carrozzerie convenzionate, in alternativa quindi alla via economica. Altri 7 punti percentuali di abbuono alla firma di una clausola per prestazioni medico-sanitarie rese da professionisti individuati dalle imprese stesse. Sconto infine del 4% per il divieto di cessione del diritto al risarcimento, per un totale del 23% in meno sul prezzo intero.
Nell’attesa, un giorno, di pagare 770 euro una polizza dal valore di 1.000 euro, ecco un prospetto dei costi ai quali devono far fronte tre differenti esempi di automobilisti tipo, in comune la residenza a Parma, un’auto nuova di zecca e il desiderio di interrogare il mercato per sapere che aria tira................................
Il sondaggio e i raffronti sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    27 Febbraio @ 11.52

    Egregio Dr. Centenari, il suo articolo mi spinge a scriverle per chiarire argomenti che sembrano riportati copia-incollando cantilene ripetute da altre testate, comodamente e caldamente in-poltronati davanti alla tastiera di un laptop, senza alcuna esperienza diretta di ciò di cui si scrive. Lontani anni luce dalla realtà dei fatti. Chi insinua nella pubblica opinione la paura degli aumenti RCAuto strumentalizzando statistiche di un quinquennio fino al 2012, tradisce lo spirito e la correttezza dell'informazione che divulga perché tralascia colpevolmente i mutamenti di un mercato che ha azzerato negli ultimi due anni il divario esistente rispetto ai mercati degli altri paesi europei e le aspettative di miglioramento che il settore industriale a ciclo inverso riverbererà nei prossimi anni. Così facendo si disinforma gli assicurati/consumatori e si danneggia i circa 20.000 Agenti di Assicurazione professionisti che trainano complessivamente un settore merceologico più o meno di 250.000 operatori, tra dipendenti e collaboratori. Come Agente di assicurazione mi onoro di svolgere una professione nell’interesse del cliente e nel rispetto di quelle relazioni personali-professionali costruite insieme. Siamo gli unici in grado di tutelare e difendere il consumatore dal rischio dell'intermediazione di massa poco professionale, anonima, fatta di numeri verdi, codici, IBAN, dissuadenza. Ma la nostra professionalità viene sistematicamente attaccata da campagne demagogiche e populiste che sembrano pianificate a tavolino per favorire i canali distributivi diretti e gli aggregatori (comparatori) per l'appunto, quelli che ai primi posti dei loro motori di ricerca posizionano delle compagnie più "vicine". A tutela dei consumatori, mi sarei aspettato di leggere nell'articolo in questione la notizia dell’indagine contro i comparatori avviata dall’IVASS con comunicato del 11/12/2013. Invece lei esalta i comparatori fino a indicare esplicitamente i nomi dei siti più attivi, alimentando una convinzione VECCHIA ma ancora pruriginosa, secondo la quale l'uomo è considerato superfluo e inutile nell’era digitale, è un costo produttivo da eliminare o da sostituire con il web. Ma non è così! L'uomo non è solo un costo. E' il capitale umano, la vera risorsa, il valore in più, nell'erogazione dei servizi di qualità. Mi fa semplicemente rabbrividire l'idea che un cliente protegga il proprio rischio da circolazione, assicurato con un massimale di 6 milioni di euro, sceglien

    Rispondi

  • marco850

    22 Febbraio @ 08.13

    Comunque io da anni sono passato alle compagnie "telefoniche" e posso assicurarvi che il risparmio è consistente e che il gioco vale la candela; certamente bisogna vincere la ritrosia nel confrontarsi con un call center invece che con una persona fisica ma dopo 11 anni di esperienza posso dire che anche sul piano del servizio sono rimasto completamente soddisfatto; sul piano economico (a parità di condizioni) con due auto assicurate sono arrivato a risparmiare fino a 950 € l'anno....mica bruscolini, almeno per me!

    Rispondi

  • ixxo

    21 Febbraio @ 13.38

    X Goldwords Le compagnie telefoniche sono compagnie che fanno parte di gruppi assicurativi "tradizionali" . Quindi il modo più elemetare per verificare il prezzo è quello di vedere il costo con quella telefonica (o Internet) e poi dalla corrispondente agenzia dello stesso Gruppo. Io non direi mai all'agente che mi sta succhiando il sangue in quanto lui ha tariffe imposte dalle compagnie e di suo può fare molto poco. In seconda analisi faccia il giro di alcune agenzie di gruppi diversi e verifichi i prezzi con uno che le cose le sa spiegare perchè il prezzo è paragonabile solo se all'origine la polizza è identica altrimenti si paragona il costo del prosciutto con quello della mortadella. I contratti assicurativi sono complicati, ma molto meno di quelli del gas della luce o del telefono (o telefonino), solo che quelli non si pensa mai a leggerli o a confrontarli. Provi a confrontare due proposte di compagnie di energie e allora il contratto assicurativo diventerà all'acqua di rose.. In bocca al lupo.

    Rispondi

  • Goldwords

    21 Febbraio @ 10.34

    Chiedo a chi ne sa più di me, perché nel marasma di queste fumose assicurazioni, penso che con 3 lauree, non si capisca. Io ho provato, come penso molti di voi, a mettere targa e età, su un sito qualsiasi assicurativo e mi risulta che sto pagando il doppio, di quello che pago ora, ma non dall'assicurazione "speriamo vadatuttobene" ma da un nome importante, alche mi chiedo: ma l'assicuratore, che conosco da 1.500 anni e che mi ha sempre fatto l'assicurazione, mi ha sempre succhiato sangue o c'è qualcosa sotto, tra le righe della polizza via web?

    Rispondi

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Timbri
la parola all'esperto: notaio

Seconde nozze e figli attenti alla successione

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

enti

Allarme Provincia: "Rischiamo di non chiudere il bilancio" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti