12°

Verso Expo

Parma e Piacenza fanno squadra per far fermare i treni speciali per l'Alta velocità in vista dell'Expo

Parma e Piacenza fanno squadra per far fermare i treni speciali per l'Alta velocità in vista dell'Expo
Ricevi gratis le news
29

Unione parmense degli industriali e Confindustria Piacenza, i sindaci e i presidenti delle due Province si sono riuniti a Palazzo Soragna per chiedere con forza alle Ferrovie la fermata di alcuni treni ad alta velocità in vista dell'Expo. "Le nostre province stanno organizzando numerose iniziative che crediamo debbano essere tenute in considerazione", ha detto in apertura il presidente dell'Upi Alberto Figna. 

Intanto Reggio Emilia non tarda ad esprimere la sua perplessità sull'ipotesi di treni AV in sosta a Parma e Piacenza. Il presidente della Provincia Giammaria Manghi - riferisce il Resto del Carlino Reggio - commenta: "Se andiamo a riarticolare le fermate provincia per provincia torniamo ai treni regionali", mentre la stazione Mediopadana, fa notare, è stata concepita come punto di riferimento per un intero territorio.  

 

ISTITUZIONI UNITE PER CHIEDERE PIU' TRENI: il comunicato stampa

Questa mattina presso la sede dell’Unione Parmense degli Industriali (Parma, Strada al Ponte Caprazucca, 6/a) il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il sindaco di Piacenza Paolo Dosi, il presidente della Provincia di Parma Filippo Fritelli, il presidente della Provincia di Piacenza Francesco Rolleri, il presidente dell’Unione Parmense Industriali Alberto Figna e il presidente di Confindustria Piacenza Emilio Bolzoni hanno messo a fuoco la richiesta dei due territori emiliani e del loro sistema imprenditoriale a Trenitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane), affinché vengano fatti fermare anche a Parma e Piacenza i treni speciali ad alta velocità che la società ha organizzato come potenziamento del collegamento con il capoluogo lombardo durante il periodo di svolgimento di EXPO Milano 2015.

L’offerta Trenitalia in occasione di Expo prevede infatti, per il territorio regionale, 14 Frecciarossa che fermano su Bologna e 11 su Reggio Emilia. Di queste, nessuna ferma a Parma o Piacenza e, al momento, nessun treno, né interregionale né regionale, è stato previsto in aggiunta a quelli ordinari già molto affollati. Unica opzione quindi per chi proviene da Parma e Piacenza e deve raggiungere il sito dell’Esposizione, resta il collegamento stradale, anche in questo caso utilizzando però i percorsi già esistenti, dal momento che nessun metro di strada è stato aggiunto sulla direzione nord-sud.

Su questi temi, è opinione condivisa tra le Istituzioni intervenute che un collegamento rapido su ferrovia tra le due città e Milano si configurerebbe come efficace proposta alternativa alla strada per visitatori ed operatori, evitando così che i flussi di persone provenienti da Piacenza e Parma e indirizzati a Rho possano generare incremento del traffico ed inquinamento.

La disponibilità di ulteriori strutture ricettive vicine al sito dell’Esposizione Universale rappresenta poi una necessità di rilievo per gli organizzatori di Expo allo scopo di accogliere i milioni di visitatori attesi; in tal senso, Piacenza e Parma rappresentano due territori prossimi a Milano e in grado di offrire un sistema di accoglienza di qualità.

I sistemi agroindustriali dei due territori emiliani esprimono poi, proprio sul tema del cibo e della nutrizione, eccellenze riconosciute in ambito mondiale con un potenziale di attrattività fortemente significativo.

Infine le fermate dei treni ad alta velocità nelle stazioni di Piacenza e Parma, che le attuali caratteristiche strutturali del tracciato ferroviario già rendono possibili, garantirebbero l’accessibilità da parte dei visitatori di Expo alle tante iniziative di rilievo che i due territori hanno pianificato per tutta la durata dell’Esposizione Universale, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ale

    15 Febbraio @ 18.40

    https://www.change.org/p/parma-piu-treni-alta-velocit%C3%A0-a-parma?utm_source=guides&utm_medium=email&utm_campaign=petition_tips#petition-letter

    Rispondi

  • Ale

    15 Febbraio @ 18.33

    @federicot e secondo te Reggio Emilia sarebbe una grande città? Ignoranza pura!

    Rispondi

  • marco850

    15 Febbraio @ 14.22

    ci credo che ci sia il parcheggio gratis: una stazione in mezzo ai campi in una landa desolata non ha questi problemi, ma quando una stazione si trova in centro è un po' più dura... comunque il cosiddetto parcheggio è una fangaia da camel trophy in grado di fare impantanare anche un land rover se solo cadono due gocce di pioggia

    Rispondi

  • Vercingetorige

    15 Febbraio @ 11.01

    UNA STAZIONE TAV A REGGIO EMILIA NON HA CAPO NE' CODA ! L' intersezione tra linea Milano - Bologna , che collega Nord e Sud Italia , e la linea Tirreno - Brennero , che collegherà il Mediterraneo con la Baviera , è prevista a Parma , e non a Reggio Emilia . I progettisti del Politecnico di Milano , che avevano fatto il primo progetto della TAV , avevano previsto la "Mediopadana" a Parma , non a Reggio Emilia , dov' è in seguito arrivata per qualche "papocchio" . Senza contare il resto , come , ad esempio , l' Università , con migliaia di iscritti da ogni parte d' Italia. Il "grande parcheggio" della TAV a Reggio Emilia è un pantano , Fino a poco tempo fa non c'era neanche un posto dove prendere un caffè .

    Rispondi

  • Daniele

    14 Febbraio @ 12.33

    Questa è bella e secondo i promotori di questa iniziativa per servire quattro gatti nella stazione di Parma (che tra l'altro potrebbero con la loro automobile in 20 minuti arrivare alla Mediopadana) si aumentano i tempi di percorrenza dei treni che collegano Italia e città di ben altre dimensioni e importazione come Torino Milano Firenze Roma e Napoli di 15-20 minuti??!?! ... ma per favore è arrivato il momento di scendere dal pero a mio parere, tutto ciò non ha senso dovevano pensarci prima quando è stata rifiutata la stazione (tanto Parma aveva l'aeroporto che vediamo che bella fine sta facendo) p.s.: per chi dice che la Mediopadana è inutile il parcheggio da 700 posti auto è sempre pieno

    Rispondi

    • sabcarrera

      14 Febbraio @ 16.37

      20 minuti? In 20 minuti non attraversi la città. Poi l'idea che hanno sempre venduto del treno è che uno va da centro a centro città, invece uno deve andare in mezzo alla nebbia della Bassa. A questo punto si fa prima ad andare in treno a Bologna e prendere il Tav la.

      Rispondi

      • Giuseppe

        14 Febbraio @ 19.34

        sabcarrera e l'auto dove la parcheggia,visto che a Parma non è stato previsto, al contrario di Reggio, un parcheggio adeguato e SOPRATUTTO gratuito ?

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS