16°

30°

Eridania

I prezzi risalgono: riapre lo zuccherificio di San Quirico

Associazioni bieticole, Eridania ci ripensi
Ricevi gratis le news
0

Sadam «riprende la raccolta di offerte di coltivazione per la campagna bieticolo saccarifera 2017/2018, coerentemente con quanto dichiarato a gennaio». Allora, annunciando la sospensione per la campagna 2016 per pesanti perdite nel biennio 2014/2015, Sadam aveva spiegato che «la conservazione dell’intero apparato tecnico-impiantistico e organizzativo, relativo alla trasformazione dello zucchero presente nell’impianto di San Quirico di Sissa Trecasali, viene comunque garantita in modo da consentire un’eventuale ripresa dell’attività».
La notizia della ripresa dell'attività all'Eridania era circolata con insistenza negli ambienti agricoli. Ora la conferma. Grazie alla ripresa del prezzo dello zucchero e agli ulteriori efficientamenti apportati, infatti, la società saccarifera del gruppo Maccaferri ha deciso, «pur in un contesto difficile», di sottoscrivere offerte di coltivazione in un raggio massimo di 90 chilometri dallo zuccherificio di San Quirico, cioè in un’aerea che comprende il tradizionale bacino dello stabilimento parmense: le province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Cremona e Mantova.
Il prezzo che verrà proposto nella campagna saccarifera sarà sicuramente superiore a quello del 2015 (ultimo anno di coltivazione per San Quirico) e a quello proposto per il 2016. Il gruppo, parallelamente, continua nell’attività di studio per lo sviluppo dello stabilimento di San Quirico in una bio-raffineria. La ripresa delle attività dello stabilimento ha anche l’obiettivo di mantenere viva la produzione di barbabietola nel bacino storico dello stabilimento. «Per il futuro resta fondamentale il supporto delle istituzioni, in primis quello del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, che ha sempre dedicato particolare attenzione al settore bieticolo-saccarifero» conclude la nota. 

Le reazioni

LA REGIONE: "RIAPERTURA MOLTO POSITIVA PER L'INTERO SETTORE NAZIONALE". “La riapertura dalla campagna 2017 dello zuccherificio di San Quirico annunciata dalla società proprietaria Sadam è un un fatto molto positivo per l’agricoltura regionale e per l’intero settore bieticolo-saccarifero nazionale”. Così l’assessore regionale all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna, Simona Caselli, ha commentato la notizia della ripresa dell’attività dello storico impianto, che lo scorso anno era stata sospesa. “Una decisione niente affatto scontata - prosegue Caselli - alla luce del difficile scenario internazionale; ora che la situazione è mutata il mio auspicio e che tutti gli attori della filiera facciano il possibile perché l’attività si mantenga nel tempo e si possa conservare una produzione, quella bieticolo-saccarifera, che ha un’importanza strategica per l’agricoltura dell’Emilia-Romagna non solo in termini economici, ma anche per gli effetti positivi sulla fertilità del terreno, sull’ambiente e sulle altre colture nell’ambito di corrette rotazioni colturali”.
“La Regione – conclude l’assessore - non mancherà di garantire il proprio sostegno alla filiera, perché sono convinta che occorre fare il possibile per salvaguardare la bieticoltura nei nostri bacini agricoli e per mantenere in Italia una quota di produzione di zucchero. Non solo per non dipendere completamente dall’estero per un materia prima comunque fondamentale ma anche, in prospettiva, per le opportunità di valorizzazione che potrebbero cogliere diverse filiere a valle del prodotto. Infine guardiamo con grande interesse ai progetti innovativi che ha in cantiere il Gruppo Maccaferri che, tra l’altro, potrebbero creare nuovi interessanti sbocchi di mercato alle produzioni regionali”. 

ROMANINI (PD): "SARA' DETERMINANTE LA TRATTATIVA SUI PREZZI"

«La notizia del pieno ritorno all’attività dello stabilimento Eridania Sadam di San Quirico è molto positiva. Lo è per l’azienda, per il comparto bieticolo-saccarifero nazionale, per gli agricoltori e per i lavoratori fissi e stagionali che hanno saputo tener duro nonostante la sospensione della campagna 2016». Così il deputato Giuseppe Romanini (Pd) commenta la riapertura della campagna saccarifera per il 2017 nello storico impianto del parmense.
«Il gruppo Maccaferri, con cui in questi mesi ho mantenuto costanti contatti - prosegue il deputato - con il supporto del Ministero delle Politiche Agricole, ha mantenuto gli impegni presi per la valorizzazione e il rilancio dello stabilimento di Sissa Trecasali. L’avvio della campagna 2017 è di buon auspicio ma le difficoltà del comparto, esito purtroppo di scelte sbagliate del passato, non scompaiono di certo anche se le condizioni di ripartenza sono decisamente positive. L’esito della trattativa sul prezzo della materia prima, con il sostegno del Ministero e del Governo, da questo punto di vista sarà determinante. Così come fondamentale sarà l’impegno del Gruppo Maccaferri ad implementare, nello stabilimento parmense, progetti innovativi e produzioni alternative di chimica verde che rappresentano una prospettiva concreta per il mantenimento della coltivazione della barbabietola che storicamente ha offerto agli agricoltori una possibilità di diversificazione stabile della rotazione delle colture e favorito la diffusione di un approccio positivo alla tutela dell’ambiente e alla difesa del territorio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Timbri
la parola all'esperto: notaio

Seconde nozze e figli attenti alla successione

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti