-4°

IL CASO

Sfrattato chi vive negli ex caselli: preoccupazione a Solignano

Domenico De Napoli è inquilino da 28 anni. «Qui la storia di tutta la nostra famiglia»

Il casello di Solignano

Il casello di Solignano

0

 

SOLIGNANO - Dopo 28 anni rischiano di dover lasciare l’abitazione per l’introduzione di nuove norme applicate ai caselli ferroviari. Il problema è stato sollevato lo scorso anno da Ferservizi società partecipata al 100 per cento da Ferrovie dello Stato che si occupa del patrimonio immobiliare del gruppo Fs.

Federservizi ha stabilito di sfrattare, per ragioni di sicurezza, gli occupanti dei caselli ferroviari situati a distanze inferiori a quattro metri e mezzo dalle rotaie. Il provvedimento riguarda centinaia di famiglie, 432 in tutta Italia, con gli inquilini che minacciano le barricate.

Lungo la linea Parma–La Spezia, fra le stazioni di Vicofertile e di Solignano sono almeno sette le strutture interessate dal provvedimento. A Solignano, nel casello situato nei pressi della stazione ferroviaria, abitano 4 persone, che stanno vivendo con apprensione la possibile «disdetta del contratto di locazione».
Il conto alla rovescia è iniziato il 31 dicembre e, dopo la lettera di preavviso, il timore della famiglia di Domenico De Napoli è che possa arrivare, già dai prossimi giorni la lettera definitiva di sfratto.
Le ferrovie avevano dato in affitto gli immobili a uso civile, in gran parte negli anni ’80 del secolo scorso, ai propri dipendenti.

A partire da quegli anni, capistazione, macchinisti e capitreno entrarono nelle abitazioni ristrutturandole per renderle abitabili, oltre a versare l’affitto ad equo canone regolarmente versato. E, nel corso degli anni, in alcuni casi, addirittura, il contratto di locazione è passato agli eredi che ancora abitano i caselli ferroviari.
In questi 28 anni, spiega De Napoli, abbiamo speso risorse per sistemare il casello, costruito oltre un secolo fa e documentato da foto ingiallite dal tempo e altre in bianco e nero, già dal 1915.
Si tratta di un edificio vetusto, ma che, grazie alla manutenzione e alle migliorie apportate in questi anni, è stato trasformato in una confortevole abitazione.

La casa, assegnata dalle Ferrovie dello Stato alla famiglia De Napoli, sarebbe oggetto dell’applicazione di norme di sicurezza, emanate a seguito del disastro di Viareggio, avvenuto nel 2009.
«In quella casa - spiega Domenico De Napoli - sono stati festeggiati i battesimi e i momenti felici della famiglia, e di lasciare l’immobile per una questione di distanza dai binari «non ne vogliamo sapere».
A Solignano la famiglia De Napoli ha costruito un solido rapporto, dove sono bene inseriti nel tessuto delle relazioni sociali e di reciproca stima con i compaesani.
La notizia della disdetta del contratto di locazione è rimbalzata in paese suscitando stupore fra la gente.
La dismissione del casello ferroviario, infatti, porterebbe al mancato presidio della stazione ferroviaria con il rischio di occupazioni abusive dell’edificio, e ad una condizione di degrado dell’immobile.

A difesa degli occupanti dei caselli sono scesi in campo i sindacati e in Toscana sono in corso iniziative per evitare l’ultimazione dello sfratto e la demolizione degli edifici, ma anche per tutelare molti occupanti ormai anziani o in pensione.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Gli amici: Filippo persona speciale

Il ritratto

Gli amici: Filippo persona speciale

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

furti

Quartiere Lubiana, la razzia dei fanali delle Audi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Tajani eletto presidente del Parlamento europeo

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video