15°

IL CASO

Sfrattato chi vive negli ex caselli: preoccupazione a Solignano

Domenico De Napoli è inquilino da 28 anni. «Qui la storia di tutta la nostra famiglia»

Il casello di Solignano

Il casello di Solignano

0

 

SOLIGNANO - Dopo 28 anni rischiano di dover lasciare l’abitazione per l’introduzione di nuove norme applicate ai caselli ferroviari. Il problema è stato sollevato lo scorso anno da Ferservizi società partecipata al 100 per cento da Ferrovie dello Stato che si occupa del patrimonio immobiliare del gruppo Fs.

Federservizi ha stabilito di sfrattare, per ragioni di sicurezza, gli occupanti dei caselli ferroviari situati a distanze inferiori a quattro metri e mezzo dalle rotaie. Il provvedimento riguarda centinaia di famiglie, 432 in tutta Italia, con gli inquilini che minacciano le barricate.

Lungo la linea Parma–La Spezia, fra le stazioni di Vicofertile e di Solignano sono almeno sette le strutture interessate dal provvedimento. A Solignano, nel casello situato nei pressi della stazione ferroviaria, abitano 4 persone, che stanno vivendo con apprensione la possibile «disdetta del contratto di locazione».
Il conto alla rovescia è iniziato il 31 dicembre e, dopo la lettera di preavviso, il timore della famiglia di Domenico De Napoli è che possa arrivare, già dai prossimi giorni la lettera definitiva di sfratto.
Le ferrovie avevano dato in affitto gli immobili a uso civile, in gran parte negli anni ’80 del secolo scorso, ai propri dipendenti.

A partire da quegli anni, capistazione, macchinisti e capitreno entrarono nelle abitazioni ristrutturandole per renderle abitabili, oltre a versare l’affitto ad equo canone regolarmente versato. E, nel corso degli anni, in alcuni casi, addirittura, il contratto di locazione è passato agli eredi che ancora abitano i caselli ferroviari.
In questi 28 anni, spiega De Napoli, abbiamo speso risorse per sistemare il casello, costruito oltre un secolo fa e documentato da foto ingiallite dal tempo e altre in bianco e nero, già dal 1915.
Si tratta di un edificio vetusto, ma che, grazie alla manutenzione e alle migliorie apportate in questi anni, è stato trasformato in una confortevole abitazione.

La casa, assegnata dalle Ferrovie dello Stato alla famiglia De Napoli, sarebbe oggetto dell’applicazione di norme di sicurezza, emanate a seguito del disastro di Viareggio, avvenuto nel 2009.
«In quella casa - spiega Domenico De Napoli - sono stati festeggiati i battesimi e i momenti felici della famiglia, e di lasciare l’immobile per una questione di distanza dai binari «non ne vogliamo sapere».
A Solignano la famiglia De Napoli ha costruito un solido rapporto, dove sono bene inseriti nel tessuto delle relazioni sociali e di reciproca stima con i compaesani.
La notizia della disdetta del contratto di locazione è rimbalzata in paese suscitando stupore fra la gente.
La dismissione del casello ferroviario, infatti, porterebbe al mancato presidio della stazione ferroviaria con il rischio di occupazioni abusive dell’edificio, e ad una condizione di degrado dell’immobile.

A difesa degli occupanti dei caselli sono scesi in campo i sindacati e in Toscana sono in corso iniziative per evitare l’ultimazione dello sfratto e la demolizione degli edifici, ma anche per tutelare molti occupanti ormai anziani o in pensione.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia