12°

speciale pizza

Tutto quello che c'è da sapere sulla birra

Tutto quello che c'è da sapere sulla birra
Ricevi gratis le news
0

Si sente molto parlare degli abbinamenti tra vino e cibo: i sommelier sono in grado di scovare sempre l’etichetta giusta per ogni portata, esaltando i sapori nel piatto con creatività e abilità. E la birra? Anche questa bevanda, infatti, è più adatta per determinate ricette piuttosto che per altre. Ad esempio, partendo dagli antipasti, con i frutti di mare è perfetta la Irish stout, mentre con il pesce affumicato si consiglia di puntare su una bitter inglese o una doppelbock. Le insalate, particolarmente delicate, richiedono invece una lager leggera. La festa dei sapori più decisi inizia con i primi piatti: le rosse irlandesi sono infatti l’ideale con le zuppe di legumi, che possono essere accompagnate anche da una lager particolarmente aromatica. Quest’ultima può essere servita in abbinamento con risotti e minestre. Invece un bel piatto all’amatriciana, con pomodoro, guanciale e pecorino, si presenta molto bene con una birra chiara dal sapore corposo. Capitolo secondi piatti: pesce o carne? Nel primo caso la scelta migliore è una Pils bavarese o una Lager leggera. Nel secondo, spazio anche alle belghe o ad una Scotch Ale con le carne rosse, mentre con quelle bianche meglio restare su Pils e Lager. Per quanto riguarda il dolce, se è al cioccolato, sono perfette le stout britanniche.

L'accoppiata pizza/birra

Se Romeo e Giulietta sono la coppia per eccellenza nel panorama delle storie d’amore, pizza e birra rappresentano l’accoppiata vincente dei menu italiani. E ci si può sedere a tavola senza sensi di colpa, perché la regola è sempre e solamente una: basta non esagerare.

Le più amate

Secondo una ricerca Doxa commissionata da AssoBirra, coloro che la mangiano bevendo birra sono innumerevoli, il quadruplo di quanti preferiscono il vino e il doppio di chi invece sceglie una bibita analcolica. Secondo lo studio è risultato inoltre che la pizza preferita è la Margherita  con fiordilatte o mozzarella di bufala  seguita dalla Napoletana e dalla Diavola con salame piccante, dalla Capricciosa e dalla Prosciutto e funghi. Ma per assaporarle con maggiore coscienza bisogna conoscere gli abbinamenti più azzeccati tra pizze e birre. Ad esempio Marco Bolasco, gastronomo esperto di birra, intervistato da Vanity Fair propone il classico abbinamento tra la pizza Margherita e una Pils ben luppolata; oppure una  Weizen con la Marinara. La Quattro Formaggi si sposa invece perfettamente con una Ale.

Ben lievitata

Queste le basi per un giusto abbinamento, ma va anche sfatato il mito che pizza e birra facciano ingrassare. Innanzitutto la pizza perfetta deve essere lievitata per almeno 24 ore, ben cotta ma non secca, e  l’impasto deve essere elastico, realizzato con una farina con un alto contenuto proteico.

Viva la schiuma

La birra è invece altamente digeribile se versata correttamente, con una schiuma compatta e alta circa due dita per schermare l’anidride carbonica. La schiuma inoltre la protegge dall’ossidazione, mantenendone integri aromi e fragranza.

La birra fa bene

È buona, gustosa e dissetante, ma farà anche bene? Sono molte le persone che si domandano se la birra sia nociva o meno alla salute. A tal riguardo, spesso l’immagine che si ha di questa bevanda è negativa, associata a fenomeni legati ad un consumo esagerato di alcol. Niente di più sbagliato: secondo quanto riportato da Assobirra, infatti, medici e nutrizionisti considerano questa bevanda salutare, efficace per prevenire alcune malattie e complicanze. L’importante è evitare gli eccessi: la quantità consentita varia a seconda del sesso, dell’età e della condizione fisica. E soprattutto a seconda che si debba guidare o meno.  Per il cuore Ma quali sono i benefici di un buon boccale di birra? Secondo una ricerca olandese pubblicata su “Lancet”, un consumo quotidiano aiuta a prevenire gli infarti in misura maggiore rispetto al vino rosso: un’assunzione moderata di alcol, dunque, è essenziale per mantenere in buona salute l’apparato cardiocircolatorio. Ma la birra permette di prevenire anche alcune conseguenze del diabete. Secondo uno studio statunitense, pubblicato sul Jama (Journal of American Medical Association), un bicchiere al giorno di bevande a basso contenuto di alcol proteggono da complicanze cardiovascolari di tipo 2.

Per lei: per quanto riguarda, invece, i vantaggi specifici per le donne, secondo una ricerca dell’Instituto de Agroquimica y tecnologia de alimentos (IATA) di Valencia, il consumo della birra ritarderebbe la comparsa della menopausa.

La birra tedesca

Tra pochi giorni, e più esattamente il 23 aprile, la birra tedesca di qualità compirà 500 anni. Un risultato eccellente, per la bevanda nazionale della Germania, tra le migliori al mondo. Si tratta di un anniversario importante, che celebra un fatto storico cruciale per il patrimonio culinario teutonico. 

La storia 

Era infatti il 23 aprile del 1516 quando venne proclamato il decreto sulla purezza della birra (“Reinheitsgebot”), per normare la produzione di questa bevanda in Baviera. Quello che sorprende è che la misura, emanata da Guglielmo IV, sia in vigore ancora oggi in tutta la Germania, pur con alcuni cambiamenti: è infatti una delle più antiche regolamentazioni nel settore igienico-alimentare ancora in uso. In origine la legge fissava come soli ingredienti utilizzabili nella preparazione della birra l’acqua, l’orzo e il luppolo. Oggi, invece, sono permessi anche il malto di frumento e lo zucchero, mentre è stato bandito l’uso dell’orzo non maltato. Consentito anche l’uso del lievito, il cui impiego nel processo di fermentazione venne scoperto nei primi anni dell’Ottocento dallo scienziato Louis Pasteur. 

Una vasta scelta 

I tedeschi sono molto orgogliosi del decreto della purezza, che dà alla loro birra una qualità eccezionale, di grande successo in tutto il mondo. Non sorprende dunque il grande numero di tipologie qui presenti. Tra le più famose, in cima alla lista c’è sicuramente la Pils, abbreviazione di Pilsener, leggera e a bassa fermentazione. In primavera sono invece caratteristiche soprattutto la Maibock, una lager chiara prodotta proprio nel mese di maggio, e la Doppelbock, specialità bavarese, dall’aroma fortemente maltato e dal retrogusto tostato. Impedibile anche la Altbier, birra antica ad alta fermentazione.

Il fenomeno microbirrerie in Italia

È boom di microbirrerie in Italia. Questo è quanto emerge dal report del 2015 realizzato dall’associazione Brewers of Europe. Secondo la ricerca, nel Belpaese questo tipo di attività ha registrato un incremento record, passando da 242 a 585 unità, dal 2009 al 2014, con un aumento di oltre il 141 per cento. Una crescita esponenziale, che colloca l’Italia al terzo posto per numero di microbirrerie presenti in tutta Europa. In vetta a questa speciale classifica c’è il Regno Unito, con 1.414 unità nel 2014 e, naturalmente, la Germania, con 677 unità. Seguono al quarto posto la Francia (566), la Svizzera (440), la Spagna (314), la Repubblica Ceca (238) e l’Olanda (222). Insomma, l’Italia sta conquistando un posto di grande rilievo nel settore, mostrandosi estremamente agguerrita. I numeri sottolineano inoltre il successo che la birra artigianale sta riscuotendo nel nostro Paese: un settore in decisa crescita, che trova grande spazio in Italia, dove il consumo di birra è in costante aumento e ha raggiunto nel 2014 i 17,7 milioni di ettolitri, secondo AssoBirra, con un export di due milioni di ettolitri. 

Le birre artigianali sono apprezzate soprattutto per il loro metodo di produzione: nella preparazione vengono infatti utilizzati il più possibile ingredienti naturali, con prodotti a chilometro zero, valorizzando così la territorialità e la freschezza delle materie prime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS