22°

Spettacoli

Teatro al Parco, una maratona dedicata al teatro di figura

Teatro al Parco, una maratona dedicata al teatro di figura
Ricevi gratis le news
0

Un viaggio non stop nel teatro di figura, che riunisce alcuni dei migliori marionettisti e burattinai dall’Italia e dall’estero. Il brasiliano-olandese Duda Paiva, che racconta l’incredibile e poetico incontro tra un angelo e un barbone. I francesi La S.o.u.p.e., che dedicano alla Barbie, la bambola più famosa del mondo, un affondo brillante e umoristico sulla nevrosi collettiva della bellezza e della giovinezza. La fantasia inesauribile dei belgi Sac à dos, con le loro storie che giocano con le parole, usando la carta e la fantasia combinatoria della narrazione. Questi e tanti altri gli appuntamenti di "Figure", la maratona spettacolare giunta alla terza edizione, in programma al Teatro al Parco di Parma il 10 gennaio 2009. Un’iniziativa che permetterà di scoprire, attraverso una non stop dalle 18 a notte inoltrata, la ricchezza espressiva  del teatro di figura, capace di parlare a tutti: di raccontare il mondo di oggi con metafore di grande impatto visivo, e di catturare lo sguardo dei bambini con l’estro e l’immediatezza di immagini e personaggi che si imprimono nella memoria.

7 APPUNTAMENTI - "Figure" è un’iniziativa promossa da Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti e dal Castello dei burattini/Museo Giordano Ferrari dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Parma, in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi.  7 appuntamenti con artisti italiani e internazionali per un carnet ricco e ininterrotto, per diverse fasce di pubblico, in diversi luoghi del teatro, anche nel foyer, dove troverà spazio alle 20 il consueto angolo di degustazione offerto dal Consorzio del Prosciutto di Parma. La parola-chiave è: varietà e molteplicità di linguaggi. Perché l’idea di teatro espressa dal teatro di figura è tra le più sfaccettate nelle arti della scena, tra sperimentalismo e tradizione, burattini e marionette, animazione a vista e nuove tecniche.

IL PROGRAMMA - A dare il via alla maratona sono gli spettacoli per le famiglie. Alle 18 la compagnia belga Sac ò dos (Faits divers, replica alle  23.30, per tutti a partire dai 5 anni) gioca con le infinite combinazioni che la fantasia costruisce quando inventa una storia, e lo fa usando la facoltà umana per eccellenza, la parola. Le parole dei giornali, che si tagliano, si incollano, si strappano. Le parole che si leggono, si dicono, si fanno pezzo dopo pezzo.
 
Veri maghi dell’animazione con le dita sono Girovago e Rondella, che ci fanno scoprire il mondo mondo funambolico di Manoviva, il burattino a cinque dita che cammina. Un mondo dove gli uomini sono stati messi al bando. Ma anche i burattini, almeno quelli che conoscevamo finora. A dominare la scena sono… le dita. Dita come non le avete mai viste, che prendono forme strane, si trasformano in mani, piedi, visi, corpi. E diventano fantastici esseri, folletti acrobati, equilibristi di un mondo in miniatura (ore 19 e 23.30, per tutti).
 
Cresce tra le giovani generazioni la passione per l’arte del burattinaio, in particolare tra le donne. Una buona occasione per capire (divertendosi) come l’arte di fare spettacolo abbia vizi e virtù è Retro, una perfomance tutta al femminile scritta e interpretata da Silvia Laniado e Martina Soragna. Qui i burattini fanno tutto il loro dovere e anche di più: cantano, ballano il tip tap e sembrano andare d'amore e d'accordo. Ma cosa succede se dietro la baracca le burattinaie vogliono primeggiare l’una sull’altra, vogliono tutto il successo del pubblico, insomma fanno le prime donne? (ore 19, 22.30 e 1, per tutti).
 
A Parma, ma non solo a Parma, dire “burattini” significa dire famiglia Ferrari. Figure rende un doveroso omaggio al capostipite di questa famiglia d’arte, e lo fa invitando il pubblico a ripercorrere la vicenda biografica del suo capostipite, il mitico Italo, in un nuovo documentario prodotto dal Castello dei burattini-Museo Giordano Ferrari, che intreccia ricordi e testimonianze di parenti, amici, maestri, colleghi. E che culmina, emozionando, con la sua voce (Italo Ferrari, l’uomo del Po, 19.30, 20.30, 23.30, per tutti).
 
Promette emozioni la presenza di Duda Paiva, celebre artista originario del Brasile ma olandese d’adozione, che fondendo la danza con l’animazione, con quei suoi pupazzi a grandezza umana che portano impresso il segno di uno stile speciale, ha inventato un linguaggio teatrale unico. Nel suo Angel (ore 21, per adulti), che vede anche la collaborazione di un maestro come l’australiano Neville Tranter, un barbone incontra un angelo al cimitero. La più strana coppia mai vista nel teatro di figura ci guida in un ambiguo universo fatto di sogni, di rivelazioni, di sottile umorismo. Una favola “gotica”, e insieme una storia d’amore.
 
Può Beckett, può un mostro sacro del teatro colto del ‘900, essere interpretato dai burattini? La compagnia Otto Mani Diver Genti fa indossare a Vladimiro ed Estragone la maschera ad Arlecchino e Brighella. Pozzo e Lucky si reincarnano in un rintronato Pantalone e in una Colombina sexy e scandalosa. La chiassosa allegria della Commedia dell’arte, la vitalità popolare degli Zanni terremotano e reinventano le grandi domande di senso, le sottili ambiguità dell’ Aspettando Godot di Beckett, in assoluta coincidenza con l’originale (En attendant Pierrot, ore 22.30, per adulti).
 
Il teatro di figura può parlare di qualsiasi argomento. Nessun confine d’età, nessuna limitazione di contenuto, per quest’arte popolare e colta allo stesso tempo. Lo dimostra Vanité, prodotto dai francesi La S.o.u.p.e., che parla di vanità, bellezza, giovinezza, angoscia del decadimento fisico: massime ossessioni contemporanee. In uno spazio intimo, la Barbie, la bambola più famosa del mondo, diventa protagonista di un affondo umoristico e feroce sulla civiltà della cosmesi collettiva e della chirurgia estetica. Una giovane attrice, Delphine Bardot, e il suo doppio pupazzesco, manipolato, malmenato, oggetto di venerazione e di sperimentazione (Vanité, per adulti, ore 22.30 e 1).
 
Figure è un’iniziativa compresa nel progetto Notti curiose, con cui da qualche anno il Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti vuole stimolare la curiosità dello spettatore attraverso proposte culturali insolite, che abitano il teatro in tutti i suoi spazi, per un tempo prolungato.
 
Biglietti: Tutti gli spettacoli 15 € , tre spettacoli € 10, uno spettacolo € 5 - La vendita dei biglietti si effettua da oggi 7 gennaio dalle 10.30 alle 14.30, presso la Biglietteria del Teatro al Parco, Parco Ducale 1, Parma, tel 0521 993818. Il 10 gennaio, giorno della manifestazione, la biglietteria apre alle ore 17. Con il biglietto di Figure si entra gratuitamente al Castello dei Burattini di Parma.
 
Informazioni e prenotazioni - Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti - tel. 0521 992044/993818, www.briciole.it
Castello dei burattini/Museo Giordano Ferrari tel. 0521 031631 – 218873, www.castellodeiburattini.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

21commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

Usa

Sparatoria a Baltimora, tre morti

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»