21°

31°

Spettacoli

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa
0

L’ultimo appuntamento de “I concerti del Ridotto”, la  rassegna di musica da camera con i Solisti del Teatro Regio di Parma, che fin dal suo avvio ha riscosso grande successo e partecipazione, domani alle ore 17 offrirà una vetrina sugli autori contemporanei, con due opere di Francesco Chiari e Martino Traversa accostate al Settimino per sette strumenti a fiato di Paul Hindemith, un vertice nella produzione cameristica novecentesca. 
 
Due pagine composte da due musicisti originari di Parma aprono il concerto. In entrambi i casi si tratta di opere concepite per un organico che riserva sorprese negli accostamenti strumentali: il Divertimento per fagotto, quintetto d’archi e arpa composto da Chiari e Rimane, l’eco per flauto, clarinetto, violino, viola, violoncello, vibrafono, pianoforte di Martino Traversa. “La prima versione del mio Divertimento – racconta Francesco Chiari a proposito della sua opera – è stata scritta nel 2000 per fagotto e quintetto d’archi. In un secondo momento ho deciso di aggiungere l’arpa e ho compiuto una recentissima revisione dell’opera che è ripartita in tre sezioni. Il primo movimento è un Allegro che è fondato su un ritmo che si ripete ossessivo. Alla Cadenza, affidata ad una serie di variazioni disegnate dal fagotto segue il finale, dove mi sono lasciato guidare liberamente da uno slancio lirico e appassionato”.  
 
A illustrare il proprio brano denso di disegni contrappuntistici, Martino Traversa preferisce affidarsi alle parole di Giuseppe Martini, redatte in occasione di una precedente esecuzione di Rimane, l’eco: “Quello che rimane fisicamente dagli strumenti non è l’eco, è una descrizione dell’eco, la forma della sensazione, un gioco a cui si adegua il titolo della composizione, ma ciò che funziona effettivamente è la reazione organica dell’orecchio alla diminuzione improvvisa della densità sonora. Come l’immagine che s’impressiona sulla retina non è l’immagine sintetizzata dal cervello ma solo un insieme di dati empirici paratattici, così nelle orecchie di chi ha ascoltato i sette minuti di Rimane l’eco resta impressa una sensazione uditiva prodotta dall’affastellamento di suoni, che il cervello rielabora a parte. Fra l’impressione fisica e la rielaborazione fisiologica si inserisce la musica di Traversa: proseguendo la propria esplorazione sulla percezione del tempo, lavora sul punto di congiunzione fra sensazione e consapevolezza, lasciando che durante l’affievolirsi degli eventi sonori, durante l’eco formalizzata sulla partitura, il cervello proceda a rielaborazioni indotte e non lineari. Questa musica presuppone quindi l’ascoltatore come componente non terminale ma strutturale. E l’ascoltatore dovrà prestare attenzione non più alla musica, in quel momento, ma alle sensazioni del proprio organismo nel quale i suoni sono penetrati con foga e stanno lentamente svaporando in un’entropia dagli effetti infinitesimali, mentre gli strumenti gli descrivono ciò che è rimasto impresso, non ciò che accade. Rimane l’eco, sì, ma è avvenuta una sfida mentale al mondo fisico delle cose.”
 
In equilibrio fra humour dissacrante e rigore formale, il Settimino per flauto, oboe, clarinetto, clarinetto basso, fagotto, corno e tromba è una sorprendente partitura composta da Paul Hindemith nel 1946. L’avvio è con un movimento segnato da una marcia e al limite del grottesco per poi procedere in un breve Intermezzo, e subito dopo il clarinetto si produce in una serie di variazioni di un tema precedentemente esposto dalla tromba per poi trascorrere al flauto e al fagotto. Un altro Intermezzo, che sembra specchiarsi perfettamente nella forma con cui è stato concepito il secondo movimento, prepara il clima al Finale. È un movimento rapido, definito ‘Fuga. Vecchia marcia di Berna’. Un effetto irresistibile è offerto da quella Marcia degli Orsi, inno popolare della città svizzera e risalente al XVIII secolo, che irrompe all’improvviso e si staglia contro le linee severe di una doppia fuga, con un effetto irresistibile.
 
I Solisti del Teatro Regio di Parma impegnati nel concerto saranno: Michelangelo Mazza, Luisa Bellitto (violini), Pietro Scalvini (viola), Massimo Tannoia (violoncello) Ferruccio Francia (contrabbasso) Filippo Mazzoli (flauto), Stefano Franceschini (clarinetto), Mirco Ghirardini (clarinetto basso), Massimiliano Denti (fagotto) Marco Ambrosini (oboe) Angelo Borroni (corno) Gianni Dallaturca (tromba), Athos Bovi (vibrafono), Donata Mattei (arpa), Claudio Cirelli (pianoforte).
 
I Concerti del Ridotto sono realizzati grazie ad Agricar Group, in accordo con Mercedes-Benz Italia. La stella a tre punte di Stoccarda affianca così il proprio stile a quello del Regio di Parma, grazie a un’azienda parmigiana in costante crescita.
L’ingresso a I Concerti del Ridotto è libero. Per informazioni: Teatro Regio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Ancora risse davanti alla stazione

Piazza Dalla Chiesa

Ancora risse davanti alla stazione

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

Meteo

Ferrara rovente: temperatura percepita 49°. Parma (da podio) non scherza, 41°

La città emiliana è la più calda d'Italia

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

calcio

Il Parma si tuffa nel mercato: Faggiano punta Bianco e Piccolo. Cassano spera Video

arresto

Taccheggiatore picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs per scappare

2commenti

FURTI

Ladri in azione in un'azienda di via Borsari: rubati 400kg di barre d'acciaio

fidenza

Catena di soccorsi e affetto salva un capriolo investito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

1commento

ITALIA/MONDO

Salerno

Investe una donna e la uccide: è un attore di "Don Matteo" e "1993"

Stati Uniti

Boss mafioso scarcerato per vecchiaia: ha 100 anni

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse