Spettacoli

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa
Ricevi gratis le news
0

L’ultimo appuntamento de “I concerti del Ridotto”, la  rassegna di musica da camera con i Solisti del Teatro Regio di Parma, che fin dal suo avvio ha riscosso grande successo e partecipazione, domani alle ore 17 offrirà una vetrina sugli autori contemporanei, con due opere di Francesco Chiari e Martino Traversa accostate al Settimino per sette strumenti a fiato di Paul Hindemith, un vertice nella produzione cameristica novecentesca. 
 
Due pagine composte da due musicisti originari di Parma aprono il concerto. In entrambi i casi si tratta di opere concepite per un organico che riserva sorprese negli accostamenti strumentali: il Divertimento per fagotto, quintetto d’archi e arpa composto da Chiari e Rimane, l’eco per flauto, clarinetto, violino, viola, violoncello, vibrafono, pianoforte di Martino Traversa. “La prima versione del mio Divertimento – racconta Francesco Chiari a proposito della sua opera – è stata scritta nel 2000 per fagotto e quintetto d’archi. In un secondo momento ho deciso di aggiungere l’arpa e ho compiuto una recentissima revisione dell’opera che è ripartita in tre sezioni. Il primo movimento è un Allegro che è fondato su un ritmo che si ripete ossessivo. Alla Cadenza, affidata ad una serie di variazioni disegnate dal fagotto segue il finale, dove mi sono lasciato guidare liberamente da uno slancio lirico e appassionato”.  
 
A illustrare il proprio brano denso di disegni contrappuntistici, Martino Traversa preferisce affidarsi alle parole di Giuseppe Martini, redatte in occasione di una precedente esecuzione di Rimane, l’eco: “Quello che rimane fisicamente dagli strumenti non è l’eco, è una descrizione dell’eco, la forma della sensazione, un gioco a cui si adegua il titolo della composizione, ma ciò che funziona effettivamente è la reazione organica dell’orecchio alla diminuzione improvvisa della densità sonora. Come l’immagine che s’impressiona sulla retina non è l’immagine sintetizzata dal cervello ma solo un insieme di dati empirici paratattici, così nelle orecchie di chi ha ascoltato i sette minuti di Rimane l’eco resta impressa una sensazione uditiva prodotta dall’affastellamento di suoni, che il cervello rielabora a parte. Fra l’impressione fisica e la rielaborazione fisiologica si inserisce la musica di Traversa: proseguendo la propria esplorazione sulla percezione del tempo, lavora sul punto di congiunzione fra sensazione e consapevolezza, lasciando che durante l’affievolirsi degli eventi sonori, durante l’eco formalizzata sulla partitura, il cervello proceda a rielaborazioni indotte e non lineari. Questa musica presuppone quindi l’ascoltatore come componente non terminale ma strutturale. E l’ascoltatore dovrà prestare attenzione non più alla musica, in quel momento, ma alle sensazioni del proprio organismo nel quale i suoni sono penetrati con foga e stanno lentamente svaporando in un’entropia dagli effetti infinitesimali, mentre gli strumenti gli descrivono ciò che è rimasto impresso, non ciò che accade. Rimane l’eco, sì, ma è avvenuta una sfida mentale al mondo fisico delle cose.”
 
In equilibrio fra humour dissacrante e rigore formale, il Settimino per flauto, oboe, clarinetto, clarinetto basso, fagotto, corno e tromba è una sorprendente partitura composta da Paul Hindemith nel 1946. L’avvio è con un movimento segnato da una marcia e al limite del grottesco per poi procedere in un breve Intermezzo, e subito dopo il clarinetto si produce in una serie di variazioni di un tema precedentemente esposto dalla tromba per poi trascorrere al flauto e al fagotto. Un altro Intermezzo, che sembra specchiarsi perfettamente nella forma con cui è stato concepito il secondo movimento, prepara il clima al Finale. È un movimento rapido, definito ‘Fuga. Vecchia marcia di Berna’. Un effetto irresistibile è offerto da quella Marcia degli Orsi, inno popolare della città svizzera e risalente al XVIII secolo, che irrompe all’improvviso e si staglia contro le linee severe di una doppia fuga, con un effetto irresistibile.
 
I Solisti del Teatro Regio di Parma impegnati nel concerto saranno: Michelangelo Mazza, Luisa Bellitto (violini), Pietro Scalvini (viola), Massimo Tannoia (violoncello) Ferruccio Francia (contrabbasso) Filippo Mazzoli (flauto), Stefano Franceschini (clarinetto), Mirco Ghirardini (clarinetto basso), Massimiliano Denti (fagotto) Marco Ambrosini (oboe) Angelo Borroni (corno) Gianni Dallaturca (tromba), Athos Bovi (vibrafono), Donata Mattei (arpa), Claudio Cirelli (pianoforte).
 
I Concerti del Ridotto sono realizzati grazie ad Agricar Group, in accordo con Mercedes-Benz Italia. La stella a tre punte di Stoccarda affianca così il proprio stile a quello del Regio di Parma, grazie a un’azienda parmigiana in costante crescita.
L’ingresso a I Concerti del Ridotto è libero. Per informazioni: Teatro Regio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande