13°

24°

Spettacoli

Lirica: "I lombardi alla prima crociata" debuttano tra gli applausi

Lirica: "I lombardi alla prima crociata" debuttano tra gli applausi
Ricevi gratis le news
1

Sette minuti di applausi. Un trionfo. Fiori su fiori al soprano Dimitra Theodos siu (Giselda), acclamati il direttore Daniele Callegari, il tenore Francesco Meli (Oronte) e il basso Michele Pertusi (Pagano/Eremita), nobilissima voce verdiana per l’occasione. Un crescendo di consensi, applausi sempre più nel susseguirsi dei quattro atti. Una rivelazione, per questa nostra platea verdiana, il tenore Roberto De Biasio nel ruolo di Arvino: il baritono Luca Salsi, presente in sala, lo loda assai. Promosso il coro istruito da Mar tino Faggiani, anche se non viene richiesto il bis di «O Signore, dal tetto natio». Peccato. Il pubblico però si accalora e grida «Bravo!» quando esce in proscenio Michelangelo Mazza, primo violino di spalla, che ha emozio nato col suo splendido “assolo”. 

Leggete l'articolo integrale di Elena Formica e gli altri servizi sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola e inviateci il vostro giudizio sulla "prima" utilizzando lo spazio commenti nella colonna centrale a fianco di questo articolo

L'OPERA INAUGURALE

Nel nome di Giuseppe Verdi, I Lombardi alla prima Crociata inaugurano  la Stagione Lirica 2009 del Teatro Regio di Parma. A segnare un’ideale prosecuzione del Festival Verdi, continua il progetto, già intrapreso, di rappresentare e riprendere in alta definizione, a Parma e nelle terre di Verdi, tutte le opere del maestro di Busseto in prospettiva delle celebrazioni del 2013.

Saranno il soprano Dimitra Theodossiou, il tenore Francesco Meli e il basso Michele Pertusi i protagonisti chiamati a dar vita a I Lombardi alla prima Crociata, melodramma verdiano concepito come una vasta e movimentata epopea popolare sul cammino della Terra Santa. Alla bacchetta di un maestro di riconosciuto talento come Daniele Callegari è affidata la direzione dell’allestimento, carico di suggestione, del Teatro Regio di Parma. Con le scene di Paolo Bregni, i costumi di Santuzza Calì, le luci di Andrea Borelli, lo spettacolo è firmato da Lamberto Puggelli, che mette l’accento su un conflitto di civiltà e di religioni quanto mai drammaticamente attuale.

Composto sull’onda del trionfo riscosso da Nabucco, il quarto melodramma del catalogo verdiano è ispirato al poema epico in quindici canti scritto da Tommaso Grossi, I Lombardi alla prima Crociata, pubblicato nel 1826 e ammirato anche da Alessandro Manzoni. Il libretto di Temistocle Solera scandisce l’azione in quattro parti, ognuna con un proprio titolo - La vendetta, L’uomo della caverna, La conversione, Il Santo Sepolcro - a dare un ritmo ancora più incalzante al melodramma. Alla sera della prima, 11 febbraio 1843 al Teatro alla Scala la nuova opera venne accolta con entusiasmo dal pubblico, rendendo così ormai inarrestabile la carriera in ascesa del genio di Busseto.

“Ogni opera ci parla di qualcosa alludendo anche ad altro - racconta il regista Lamberto Puggelli - ed ogni opera viva viene intesa da pubblici diversi, in epoche diverse, in modo diverso. Così in quel 1843, in un’interpretazione forse ingenua, e certo per i nostri gusti oleografica, il pubblico che voleva Milano libera dagli Austriaci si identificava nei Crociati che, nei secoli bui, combattevano per liberare Gerusalemme dagli infedeli. Oggi, aiutato da una messinscena allusiva, il pubblico deve avvertire il problema di liberare ogni popolo, a Gerusalemme e ovunque, dalle opzioni sanguinose e identificarsi in Giselda e nella sua appassionata perorazione: No, Dio nol vuole!”.

Oltre alla presenza di star acclamate come Dimitra Theodossiou (Giselda), Francesco Meli (Oronte), Michele Pertusi (Pagano/Eremita), il cast impegnato al Teatro Regio di Parma per I Lombardi alla prima Crociata conta su Roberto de Biasio (Arvino), Cristina Giannelli (Viclinda), Roberto Tagliavini (Pirro), Gregory Bonfatti (Priore), Janson Valdis (Acciano), Daniela Pini e Maria Assunta Sartori (Sofia). Nella recita del 18 gennaio il ruolo di Giselda sarà sostenuto da Silvia Dalla Benetta. Lo spettacolo, firmato da Lamberto Puggelli e ripreso da Lorenza Cantini, sarà registrato in alta definizione. Il Coro del Teatro Regio di Parma è diretto da Martino Faggiani.

Dopo il debutto I Lombardi alla prima Crociata replicano il 15, 18, 21 e 24 gennaio. Come consuetudine al Ridotto del Teatro Regio sabato 10 gennaio 2009, alle ore 17.00, si terrà l’incontro di presentazione dell’opera per il ciclo “Prima che si alzi il sipario”, realizzato in collaborazione con il Conservatorio “A. Boito” di Parma.

Il cartellone - La trama - Il libretto - "Va' pensiero" e "O Signore dal tetto natìo": due cori a confronto - Guarda chi c'era

PROVA GENERALE: la fotogallery

COME NASCE UN CORO: LE PROVE A PARMA LIRICA - Il video - Le foto

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Edi Morini

    14 Gennaio @ 16.52

    Rubo questo spazio per commentare sul maltempo. Perchè paghiamo le tasse di oggi per subire gli inverni di ieri ? Sono strajè in Piemonte dove i disagi sono enormi e mi chiedo perchè paghiamo, in qualsiasi Regione, se poi basta una nevicata a bloccarci. I nostri avi non si muovevano dalla stalla fino al disgelo, ma noi abbiamo maturato esigenze diverse.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Cade in bici, è grave

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

fauna selvatica

Trasporto di animali feriti, affidato l'incarico

Il responsabile del servizio è il dr.Giovanni Maria Pisani

2commenti

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery