10°

Spettacoli

Cinema recensioni - Australia: via col vento fino agli antipodi

Cinema recensioni - Australia: via col vento fino agli antipodi
0

di Filiberto Molossi

C’era una volta in Australia: sulle ali dell’arcobaleno, nella terra di nessuno - mondo nuovissimo ancora da scoprire -,  una favola romantica fino alle lacrime che va (ogni riferimento non è puramente casuale…)  via col vento. 130 milioni di dollari spesi, oltre 5 mesi di lavorazione, tempeste di sabbia e diluvi improvvisi: il kolossal, I suppose. Ha il senso  - e il gusto - del grandioso, il nuovo, attesissimo, film di Baz Luhrmann, ma la sua pellicola più classica (lontana dai fasti di «Romeo+Giulietta» e «Moulin Rouge») è anche la meno riuscita e appassionante di una carriera folgorante costruita su appena quattro opere in sedici anni: omaggio (anche sincero) all’Hollywood che fu, quella dorata dei dolly magniloquenti e  degli spazi infiniti che ancora poteva permettersi il lusso di credere nei sogni, «Australia» è un filmone arioso ed epico che finisce troppe volte, una fiaba più stilosa che magica, con divi tonici (la palestra c’è e si vede…) e alla moda (Hugh Jackman e Nicole Kidman, belli e impossibili) innamorati più di se stessi che del progetto, un caleidoscopio di sequenze di grande effetto e impatto che non riesce però a domare l’insostenibile leggerezza del raccontare.
A tratti emozionante, ma sempre un po’ troppo, seppure volutamente, fasullo, artefatto, il film porta le lancette dell’orologio del tempo indietro ai primi anni ’40, là dove si dipana la storia eccezionale di Lady Ashley, aristocratica inglese che vola in Australia per recuperare il marito, trovandolo però cadavere. Con una proprietà di cui non sa che farsene e duemila capi di bestiame da trasportare sino in città, la dama decide di non arrendersi e, invece di ripartire col primo aereo, chiede aiuto a Drover, un mandriano che sa il fatto suo…
Sentimento, avventura, ironia, dramma, amore, guerra: privilegiate le maiuscole e i punti esclamativi, l’entusiasta  feuilleton di Luhrmann strizza l’occhio al «Il mago di Oz» (film centrale nell’immaginario collettivo non solo a stelle e strisce) e ne fa il suo sottotesto, citando il citabile tra chiari echi del vecchio e nuovo western (Jackman entra in scena come fosse Clint col poncho in uno dei capolavori di Leone), epopee alla David Lean e schermaglie prese in prestito da «La regina d’Africa» e dai duetti Tracy/Hepburn.
Il regista australiano sa come si monta la panna, ma le materie prime non sono di qualità eccelsa: se il film vive molto sull’ovvio (e a volte spiritoso) battibecco tra i due protagonisti - il rude bifolco dell’Outback e l’educata dama old England -, opposti che si attraggono ma che per la prima parte della pellicola «vanno d’accordo come fuoco e legna», il discorso razziale risulta un po’ forzato, appiccicato, e ralenti sotto la pioggia e bagliori di guerra fanno pensare più a «Pearl Harbor» che non a «Casablanca».
Illuminato in maniera antirealistica (il cinema come fiaba, come racconto popolare dove l’happy end è di rigore), vagamente turistico, «Australia», lungo quasi tre ore, finisce e ricomincia, dilungandosi senza senso (anche una volta chiuso il cerchio) nelle spire del melò: proteso però verso l’abbraccio infinito di chi sa che non c’è in natura avventura più grande - e più degna - dell’amore.
Giudizio: 2/5

SCHEDA
REGIA:  BAZ LUHRMANN
SCENEGGIATURA:  BAZ LUHRMANN, STUART BEATTIE, RONALD HARWOOD, RICHARD FLANAGAN
FOTOGRAFIA: MANDY WALKER
INTERPRETI: NICOLE KIDMAN, HUGH JACKMAN, BRANDON WALTERS, DAVID WENHAM, BEN MENDELSOHN
GENERE:  AVVENTURA
Australia/Usa 2008, colore, 2h e 45'
DOVE: CAPITOL, CINECITY, WARNER, ODEON (Salsomaggiore)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Video Gigi Pacifico Fidenza

fidenza

"Io non so" l'ultimo video di Gigi Pacifico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Auto si ribalta  e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti Foto Video

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

4commenti

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

anteprima gazzetta

Ranieri esonerato: "Pro e contro", tra sport e costume

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

11commenti

tg parma

Parma, rinnovi per Baraye e Nocciolini. Scaglia in attacco a Salò?

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

POLizia

Campagna antitruffe “Non siete soli #chiamatecisempre” I consigli

1commento

scuola

Contro le bufale dei social, educare a informarsi bene

Incontro all'Ipsia Primo Levi con gli studenti di sei medie superiori di Parma e provincia

musica

Ottima prova zero: Parma dà il la a Elio e le Storie tese Video

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

4commenti

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

IL CASO

Troppo sport fa male al desiderio

1commento

svezia

Sesso in pausa pranzo: proposta choc in un comune artico

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia