-7°

Spettacoli

Calexico, a Bologna trionfa il sound "mariachi"

Calexico, a Bologna trionfa il sound "mariachi"
0

Band strana i Calexico da Tucson, Arizona. Band che, da quando è uscita dalla morsa della sperimentazione a tutti i costi, non fa che raccogliere sempre più consensi, vendere più dischi, riempire ogni sala. Band che dimostra come si possa arrivare al grande pubblico anche attraverso il circuito indie, i live, la bellezza della musica e l'affetto di chi ascolta. Band che è uscita indenne dall'ingrato compito di arrangiare e suonare alcuni pezzi di Bob Dylan per la colonna sonora di I'm Not There. Band che sorprende sempre.  In dodici anni, i Calexico hanno attraversato e cavalcato le atmosfere mariachi, la musica western, le suggestioni morriconiane, i canti popolari, il rock, la ballad, il pop easy listening e il soft rock americano mantenendo un'identità rara e uno stile inconfondibile.

A Milano, poco più di tre mesi fa, in un Rolling Stone gremito, Joey Burns era salito sul palco lentamente, in camicia bianca e gilet nero, e aveva inaugurato un live straordinario sospeso tra il soft rock e la ballad, tra le melodie e i suoni che fanno prendere il volo. Un rock elegante. Per tutti i palati, semplice all'ascolto e coinvolgente come pochi. (Guarda un concerto simile)

Venerdì sera, invece, è cambiato tutto. Estragon gremito: Burns sale sul palco in camicia rossa a quadri, come un qualsiasi mandriano del deserto (E si sa, l'abito fa il monaco molto più di quanto tutti credano). Lui alla chitarra e Convertino alla batteria. “Convict Pool”: un inizio in sordina che lascia di stucco il locale. La band di Tucson ama sorprendere.
Il concerto è senza soste, senza respiro, senza riflessione. Non più  ballad e al suono elegante come a Milano: qui si va direttamente al sodo. Trombe mariachi che fanno muovere il pubblico, ritmi incalzanti e un mix di arpeggi latineggianti e chitarre distorte che sembra catapultare gli ascoltatori in un romanzo di Cormack mcCarthy.  In bilico su quel filo che divide le suggestioni messicane e il rock più aggressivo.

Dopo pochi brani, arriva la sequenza Across the Wire – Sunken Waltz ed è fatta. Il pubblico è tutto loro. Canticchia il motivo di El Gatillo,  muove la testa sulla citazione di Arrivederci Roma in Minas de Cobre, balla su Roka, chiude gli occhi su Wash, considerato da tanti il primo successo della band, si esalta sul rock sparato di Letter to Bowie Knife e Deep Down. (Straordinaria la versione rock della mitica Not Even Stevie Nicks). Ci sono Two Silver Trees e The News About William, singoli estratti dal nuovo album Carried to Dust. E dallo stesso album Inspiracion, pezzo puramente messicano scritto e cantato dal trobettista Jacob Velanzuela. Alone Again Or, cover dei Love e pezzo amatissimo da puristi e non, è l'emblema del mix vincente dei Calexico.

La pedal steel guitar di Niehaus dà melodia ai ritmi costruiti dalla batteria di Convertino, dal basso di Zander e dalla chitarra di Burns. Sintetizzatore, vibrofono, tastiere, fisarmonica e trombe di Wenk e Velanzuela colorano e caratterizzano il suono e la telecaster di Depedro (che tra l'altro apre la tournée dei Calexico con il proprio progetto solista)  e chiudono il cerchio. Joey Burns è sempre più frontman, sempre più padrone della scena. Sembrano lontanissimi i tempi in cui, timidi, questi grandi musicisti si dedicavano quasi unicamente a pezzi strumentali. Ora sono una vera road band, un gruppo padrone del palco che conquista regolarmente il pubblico. Che ha attraversato ogni sentiero della musica americana. Che ama suonare, che si diverte. Fractured Air chiude il concerto dopo 17 canzoni. Ai bis la band presenta Victor Jara's Hands, altro bellissimo singolo di Carried to Dust, e Guero Canelo. Che i fans cantano dall'inizio alla fine. Qualcuno riesce anche a cogliere la citazione di alcune strofe di Desaparecido di Manu Chao all'interno del testo.

I concerti dei Calexico sono sempre unici. Pochi altri artisti hanno una tale capacità di attingere al proprio intero repertorio, di sorprendere, di dimostrare come la sperimentazione si può conciliare con lo spettacolo e con lo sugardo rivolto al grande pubblico. Che siano in versione ballad melodica come a Milano o che cerchino suoni più grezzi e “sinceri” come a Bologna, questi ragazzi di Tucson sanno come si tiene un concerto. Sanno come creare qualcosa di grande attingendo dalla storia della musica americana e amalgamando il tutto con quella creatività innovatrice così diffusa nel sudest degli Stati Uniti, ovvero l'area che da qualche anno è considerata, a torto o a ragione, la capitale mondiale della musica.
 
Emiliano Aimi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

usa

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

1commento

maradona

calcio

Maradona torna a Napoli: tifo da stadio sotto l'hotel Video

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Vetri sfondati e interni distrutti: auto devastata davanti a casa

Collecchio

Vetri sfondati e interni distrutti: auto devastata davanti a casa Foto

Le foto sono state pubblicate su Facebook

CLASSIFICA DEL "Sole"

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

6commenti

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

Senzatetto

Viaggio fra gli «invisibili». Ed è polemica fra Comune e Diocesi

2commenti

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

14commenti

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

La storia

In via Po circondati dal degrado

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

Lega Pro

La Top 11 del girone B

Omicidio

«Ho prestato la mia auto a Turco, era solo un favore»

meteo

Domenica coi fiocchi: la neve imbianca il Parmense

Inviate le vostre foto

2commenti

natura

Cronache di ghiaccio: un Appennino di gelida bellezza Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Le sfide della città

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

KIRGHIZISTAN

Aereo caduto a Biskek, forse errore umano

BOLOGNA

Stupra disabile nel bagno di un bar: la Lega Nord chiede la castrazione chimica

SOCIETA'

curiosità

E' il "lunedì nero": è considerato il giorno più triste dell'anno

ISTAT

Grandi città fuori dalla deflazione. Sopra i 150mila abitanti Parma tra le più care

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

tennis

Australia Open: Vinci e Schiavone ko all'esordio

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video